• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Bologna, low profile: il segreto di Rossettini

I CRAQUE DEL MOMENTO - Bologna, low profile: il segreto di Rossettini

Il difensore rossoblu ha realizzato due reti nelle ultime due giornate


Luca Rossettini ©Getty Images
Jonathan Terreni

14/12/2015 10:15

I CRAQUE DEL MOMENTO BOLOGNA ROSSETTINI / BOLOGNA - La cura Donadoni sembra funzionare a Bologna. Con l'arrivo del nuovo tecnico i rossoblu si sono risollevati in classifica e nel morale. La vittoria della settima scorsa sul Napoli ha ridato fiducia ad un ambiente anestetizzato dalla prima parte di campionato. E così anche i valori della squadra stanno emergendo. Destro sembra essersi parzialmente sbloccato. Giaccherini è una spina nel fianco. Dalla difesa poi ecco piacevoli sorprese, su tutte quella di Luca Rossettini. Partito in sordina sembrava destinato a fare la panchina e invece si è ritagliato uno spazio importante. Come spesso gli è accaduto in carriera anche stavolta ha scelto la via del silenzio e del lavoro, le cose che alla fine pagano sempre.

DA FANTACALCIO - Rossettini è da sempre uno dei difensori a basso costo preferiti dai fantallenatori. Prestazione assicurata e, di tanto in tanto, anche un gol. Nelle ultime due giornate il difensore padovano ne ha realizzati ben due consecutivi. Contro il Napoli e contro il Genoa. Il secondo decisivo per i tre punti a 'Marassi'.

SERIE A LOW PROFILE - Con il Siena fa il suo esordio in Serie A nel 2007. In bianconero resta fino al 2012 collezionando 109 presenze. Poi l'approdo al Cagliari: 103 partite e tre reti in Sardegna. Lui però è ormai da Serie A e con la retrocessione dei sardi passa al Bologna nel calciomercato della scorsa estate. Si è conquistato il posto da titolare adesso. E chissà che Conte non ci faccia un pensierino azzurro.




Commenta con Facebook