• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Verona, Mihajlovic furioso: "Arbitri? Non si può andare avanti così! Non sono scemo"

Milan-Verona, Mihajlovic furioso: "Arbitri? Non si può andare avanti così! Non sono scemo"

Le parole del tecnico rossonero dopo il pari interno con l'Hellas


Sinisa Mihajlovic ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

13/12/2015 17:22

MILAN VERONA MIHAJLOVIC / MILANO - Dopo il Carpi, anche il Verona blocca il Milan, sempre più al centro della dura contestazione dei tifosi. Al termine del match di 'San Siro', il tecnico rossonero Sinisa Mihajlovic, intervenuto ai microfoni di 'Mediaset Premium', se la prende anche con gli arbitri: "Non c'è stata partita, abbiamo creato 18 occasioni. Non si può andare avanti così, 2 gol e un rigore non dati... Non parlo degli arbitri, ma dopo questa partita dico che così non si può andare avanti in questo modo. Di cosa stiamo parlando? Non è possibile che due gol regolari vengano annullati. Oggi c'era un rigore netto, l'altra volta un altro rigore netto. Capisco la reazione dei tifosi e mi dispiace per loro, per i giocatori e per il club. Abbiamo avuto tre occasioni nitide, ma in generale non si può andare avanti così. Non sono scemo. Più di così cosa dobbiamo fare? Non è la prima volta che ci danneggiano: noi qui ci giochiamo la vita".

A 'Sky', poi, Mihajlovic prosegue: "Sicuramente gli episodi sfavorevoli hanno segnato l'incontro. Se annulli due gol regolari come fai a vincere? Siamo stati polli a prendere quel gol, ma anche in dieci abbiamo fatto 18 tiri in porta. Non parlo mai degli arbitri, ma non sono scemo. Ci hanno danneggiato in tante partite e non lo accetto. L'arbitro è lo stesso di Firenze che ci ha cacciato Ely e non ci ha dato un rigore. Va bene star zitti e non dire niente sugli arbitri, ma non posso più accettarlo. Il rigore? L'arbitro sta ad un metro, come fa a non darcelo? Se io parlo degli arbitri significa che siamo arrivati al limite. Non credo ci sia premeditazione, ma devono fare più attenzione. Se ci danno i due gol nel primo tempo la partita è finita. Io non posso andare in panchina sperando che all'arbitro giri bene e faccia una cosa che mi è dovuta. Se dai il rigore per loro devi darlo anche a noi. Possiamo mettere anche cinque attaccanti, se non ci dai i gol regolari come fai a non a vincere? Sicuramente dobbiamo essere più intraprendenti in avanti. Anche a Carpi c'era un rigore e non l'hanno dato. Non cerco scuse, ma non ce la faccio più. Lasciamo stare le mie dichiarazioni sull'atmosfera strana. I tifosi hanno giustamente fischiato e finché è civile la protesta va bene. Oggi la partita era da vincere, abbiamo creato, abbiamo fatto i gol ed avessimo vinto il giudizio sarebbe stato un altro. Non siamo tornati nella zona alta della classifica anche per colpa nostra. Avessimo vinto oggi avremmo avuto la media di due punti a partita che ti porta in Champions".




Commenta con Facebook