• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Napoli-Roma, Garcia: "Non andiamo al mattatoio. Manca rispetto"

Napoli-Roma, Garcia: "Non andiamo al mattatoio. Manca rispetto"

Calciomercato.it seguirà in diretta le parole del tecnico giallorosso


Rudi Garcia ©Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

12/12/2015 13:00

DIRETTA NAPOLI ROMA CONFERENZA GARCIA / ROMA - Rudi Garcia parla in conferenza stampa prima di Napoli-Roma. Il tecnico giallorosso si soffermerà su tutte le news Roma del momento: dalla qualificazione (con fischi) agli ottavi di Champions alla delicata sfida contro gli azzurri. Calciomercato.it seguirà in diretta le dichiarazioni dell'allenatore francese. 

SALAH E GERVINHO- "Sta bene, era previsto che giocasse solo 45 minuti. Ora potrebbe iniziare e entrare in gioco. Per Gervinho abbiamo fatto un test e non si sentiva al 100% e non abbiamo rischiato. Domani è disponibile anche se non ha 90 minuti nelle gambe: può iniziare o entrare in corso". 

CHAMPIONS - "Arrivare da qualificati in Champions è importante. A febbraio sarà un'altra Roma con tutti i calciatori a disposizione e nessuna pressione, quindi partiremo da zero. Vediamo lunedì cosa ci riserverà la sorte. L'obiettivo era qualificarci e lo abbiamo ottenuto, anche se con difficoltà e sofferenze. Contro Inter e Sampdoria abbiamo giocato bene e abbiamo perso, ma quando si fa risultato è sempre molto importante e qui in Italia non mi direte certo il contrario. Volevamo vincere, ma era importante anche non prendere gol negli ultimi minuti perché sapevamo che il pareggio poteva portarci alla qualificazione". 

TIFOSI - "Anche io preferisco essere fischiato da uno stadio pieno, perché iniziare con tutti i tifosi al fianco dà maggiore entusiasmo, mette pressione su avversario, su arbitro. L'unica cosa che mi auguro è che l'Olimpico torni pieno, poi tocca a noi fare risultati positivi per portare i tifosi dalla nostra parte". 

NAPOLI - "Higuain ha fatto benissimo e non da ieri. Sarri è un buon allenatore, fanno un bel gioco, fanno tanti gol e si difendono bene. Sembra che la squadra più scarsa d'Italia va in trasferta a giocare contro la più forte, almeno stando alle cose che non leggo e non sento". 

CARICA - "Sembra che questa partita è già persa, possiamo fare solo meglio e smentire i pronostici. Sembra la vigilia del derby o quella della Fiorentina, per questo i ragazzi dovranno dare tutto e farlo nelle ultime tre partite dell'anno. Non andiamo al mattatoio, come vittime sacrificali".

HIGUAIN - "E' un grande campione, ma lo abbiamo anche noi. Non dobbiamo solo fermare Higuain, hanno tante qualità in attacco e lo sappiamo. Anche se siamo meno brillanti del gioco, non è vero che non sappiamo fare più gol. Possiamo dimostrare che siamo ancora il primo attacco della Serie A". 

PALLOTTA - "Non parlo con voi di quello che si dice nello spogliatoio o con i dirigenti. Il presidente ha visto il Prefetto e vuole fare di tutto per mettere i tifosi nelle condizioni migliori per tifare la propria squadra. Questo è un fatto". 

DZEKO - "Capita un momento in cui si segna di meno. In questo momento Dzeko non deve essere ossessionato dal gol: fin quando lavora per la squadra, i gol arriveranno da soli. Se la squadra vince tutto va bene, se fa dei gol è ovviamente meglio per lui.Farà tanti gol: è un grande campione e un grande uomo".

AMBIENTE - "Non è vero che diciamo che va tutto bene, ma non va neanche tutto male. Con i due punti in più che dovremmo avere, si farebbero altri discorsi. Soffriamo di non avere lo stadio pieno e va avanti da inizio stagione. Ci manca il cuore della tifoseria, la Curva Sud: con lo stadio pieno si può avere una grande spinta e questa è l'unica nostra sofferenza".

MANOLAS VS PJANIC - "C'è un aspetto positivo in quanto accaduto, questo episodio  è la prova che la squadra è viva. Il nervosismo a fine partita era dovuto alla pressione di questa gara. Hanno chiarito con il massimo rispetto. Nello spogliatoio c'è rispetto, ma non lo vedo dappertutto".




Commenta con Facebook