• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Frosinone > Palermo-Frosinone, Stellone: "Partita importante, non possiamo fare punti solo in casa"

Palermo-Frosinone, Stellone: "Partita importante, non possiamo fare punti solo in casa"

Il tecnico gialloblu: "Nelle prossime due gare giocherà chi sta meglio a livello fisico"


Roberto Stellone (Calciomercato.it)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

11/12/2015 12:18

PALERMO FROSINONE CONFERENZA STAMPA STELLONE SERIE A/ FROSINONE - Il tecnico del Frosinone Roberto Stellone, interviene in conferenza stampa alla vigilia del match in casa del Palermo. Una gara molto delicata per i gialloblu reduci dal ko interno di domenica scorsa contro il Chievo.

SFIDA SALVEZZA - "Partita importante per tanti motivi. Dobbiamo riprenderci i punti che abbiamo lasciato domenica scorsa contro il Chievo. Arrivare a questa sfida con tre punti in più sarebbe stato diverso. La partita è delicata, non dobbiamo sbagliarla sia per la classifica che per il morale in vista dei match successivi contro Milan, Sassuolo e Napoli. La gara di Palermo non è l'ultima spiaggia, è una gara più alla portata rispetto a quelle successive. Abbiamo ancora a disposizione 12 punti da qui alla fine del girone d'andata. Affronteremo la partita di domani con la stessa determinazione delle ultime sfide, se ripetiamo le prestazioni offerte contro Inter, Verona e Chievo, possiamo uscire dal 'Barbera' con un risultato positivo".

CRISI PALERMO - "Momento difficile per il Palermo? Non c'è grande armonia tra piazza e squadra, possono subentrare fattori determinanti ai fini della prestazione. Non è mai facile giocare con questa tensione: a volte sei contratto, a volte riesci a dare qualcosa in più per cambiare rotta. Tanto dipenderà anche da noi: se scendiamo in campo con la nostra solita determinazione, non daremo loro la possibilità di uscire da questa situazione. Andare in campo molli possiamo dare loro la forza per caricarsi e sarebbe molto difficile per noi".

FORMAZIONE - "Novità di formazione? Non sono scaramantico, non sono tipo da 'formazione che vince non si cambia'. Dopo una sconfitta non è detto che debba cambiare gli interpeti. Guardo a quello che succede in settimana, se qualcuno sta meglio rispetto al compagno di squadra posso cambiare, al contrario no. A volte voglio dare un'occasione a chi ha giocato meno. Gucher? Sta bene, è tornato dalla Nazionale ma in questo momento Gori e Sammarco stanno meglio. Per queste ultime partite mi concentro soprattutto sull'aspetto fisico dei calciatori. Nelle prossime due partite, giocheranno quelli che secondo me stanno meglio a livello fisico".

MAL DI GOL IN TRASFERTA - "Perché si fatica a fare gol fuori casa? Se non riesci nemmeno a tirare in porta, come a Bergamo e a Firenze, può essere un problema tattico, ma con Lazio, Udinese, Bologna e Inter abbiamo avuto tante occasioni e ci è mancato il guizzo, non la prestazione. Ho parlato con i ragazzi, bisogna osare qualcosa in più, non possiamo fare punti solamente in casa". 

IL PALERMO - "Aldilà dei risultati, il Palermo non ha fatto così male contro Juventus, Lazio e Atalanta. Hanno ottimi giocatori, ma certamente se hanno quindici punti qualche problema c'è. Domani non dobbiamo permettere loro di caricarsi, bisogna partire subito forte. Se la partita dovesse mettersi su binari negativi per noi, potrebbero sbloccarsi".




Commenta con Facebook