• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Moggi: "Inter da Scudetto. La sudditanza esiste. Rolex? Li regalava la Roma"

Serie A, Moggi: "Inter da Scudetto. La sudditanza esiste. Rolex? Li regalava la Roma"

L'ex dirigente della Juve ne ha per tutti: "Moratti? Ho smesso di tifare i nerazzurri per lui. Mancini top, Garcia un dramma!"


Luciano Moggi ©Getty Images

07/12/2015 18:40

SERIE A MOGGI ARBITRI INTER CALCIOPOLI / MILANO - Stasera in occasione dell'ultimo appuntamento dell'anno con 'Le Iene Show' andrà in onda un'intervista a Luciano Moggi, noto ex dirigente sportivo radiato a vita dopo lo scandalo di Calciopoli. L'ex Juventus ha parlato di numerosissimi temi che potrete ascoltare integralmente nella puntata; voi qui vi proponiamo alcuni passaggi.

CALCIOPOLI - "Quella su Paparesta era solamente una battuta, non l'ho chiuso nello spogliatoio. Da qui al sequestro di persone ce ne corre. Non assolto? Hanno allungato talmente tanto i tempi del processo che non poteva che finire con la prescrizione, l'hanno voluto loro. 200 sim? Stupidaggine, come quella riguardo la mia influenza su 'Processo di Biscardi', lo guardavano in 10 persone". Poi ce n'è per l'Inter: "Da quando ho conosciuto i loro dirigenti ho smesso di tifare per i nerazzurri. Moratti? Sì, anche lui. A volte dice cose non vere".

IL PRESENTE - "Tavecchio? Sì, mi ci vedrei al suo posto, ma Lotito non sarebbe contento".

LA SERIE A - "Il miglior allenatore adesso è Mancini, quello che invece è da cacciare è Garcia, un dramma per la Roma. L'Inter ha delle possibilità concrete di vincere lo Scudetto quest'anno".

ARBITRI - "La sudditanza psicologica esiste, come? Gli arbitri hanno una testa particolare, quella di diventare internazionali. Per farlo bisogna dirigere le migliori squadre. Per fare le migliori squadre bisogna essere accettati. Rolex regalati? Lo faceva la Roma e non c'è niente di male".

O.P.




Commenta con Facebook