• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > SOCCER FEVER - Portland Timbers campione: top e Flop finale Mls 2015

SOCCER FEVER - Portland Timbers campione: top e Flop finale Mls 2015

Calciomercato.it vi propone un focus sul calcio a stelle e strisce


Portland Timbers ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

07/12/2015 18:30

SOCCER FEVER MLS 2015 COLUMBUS CREW PORTLAND TIMBERS MLS CUP  / ROMA - Calciomercato.it vi propone l'ultimo appuntamento stagionale con Soccer Fever, un approfondimento sulla Mls 2015: la finalissima della Mls Cup tra i Columbus Crew e i Portland Timbers ha visto trionfare questi ultimi. Malissimo il portiere Clarke, Diego Valeri sugli scudi con il titolo di Mvp.


MLS CUP 2015: DISASTRO CLARKE, PORTLAND TIMBERS CAMPIONI

Difficile pensare ad un epilogo come questo ad inizio stagione. I Portland Timbers allenati da Caleb Porter vincono la Mls Cup edizione 2015 (esordio nell'albo d'oro) con un 2-1 senza appello contro i Columbus Crew, sbaragliando tutti i pronostici possibili. Certo, il cammino nei play-off li ha visti incontrare squadre ostiche ma nessuna favorita (Sporting Kansas City, Vancouver Whitecaps e Dallas Fc). Tuttavia la finale era contro una corazzatache poteva vantare anche il fattore campo. Il disastro del portiere della squadra dell'Ohio Clarke ha aperto la strada alla coppa dei Timbers con l'errore concretizzato da Valeri dopo pochi secondi. Il raddoppio di Wallace al 7' e la rete di Kamara al 18' hanno fissato il 2-1 finale di una gara costellata da tantissime emozioni. Porter ha dimostrato di avere plasmato un gruppo che è andato al di là delle individualità (esempio lampante il cambio nei secondi finali per concedere gloria a Jack Jewsbury, bandiera della squadra). Diego Valeri è stato senza dubbio il migliore tecnicamente (Mvp della finale) ma il tecnico ha saputo toccare i giusti tasti con Fanendo Adi, Melano e due centrocampisti di quantità come Chara e Nagbe. Capolavoro in difesa, dove è riuscito a blindare la coppia Ridgewell-Borchers che, alla lunga, ha fatto la differenza. Solamente recriminazioni per quanto riguarda Gregg Berhalter che poteva vantare su una squadra nettamente superiore con un centravanti in stato di grazie come Kei Kamara, un trequartista del calibro di Higuain e incursori del livello di Meram e Finaly. Anche il resto della squadra era più completo (basti pensare ad Afful, Sauro, Parkhurst) rispetto alla rosa della franchigia dell'Oregon.

Columbus Crew-Portland Timbers 1-2: 1' Valeri (P), 7' Wallace (P), 18' Kamara (C).

 

TOP E FLOP DELLA FINALE DELLA MLS CUP 2015


TOP - In casa Portland Timbers il top assoluto è Diego Valeri, che si carica sulle spalle il peso e la cifra tecnica della squadra meritandosi il titolo di 'Mvp' della finale. In generale, però, meritano il segno '+' tutti gli effettivi della franchigia dell'Oregon ed in particolare Caleb Porter che ha saputo motivare e creare la giusta alchimia in un gruppo senza prime donne ma affamato di successo. Sponda Columbus spicca l'ennesimo gol di Kei Kamara, autore di una stagione difficilmente ripetibile (22 gol) ma rimasto all'asciutto per quanto riguarda il trofeo che più contava. 


FLOP - A 'floppare' è stato lo spirito con cui i Columbus Crew sono scesi in campo: troppo morbidi, finendo per essere divorati dalla fame agonistica dei Timbers. L'esempio migliore (o peggiore) è quello del portiere Steve Clark, autore di una topica clamorosa che ha spianato la strada al gol di Valeri dopo pochi secondi dal calcio d'inizio (rete più veloce nella storia delle finali della Mls). Un errore che ha pesantemente condizionato la partita dei ragazzi di Berhalter, incapaci di far vedere quanto di buono avevano fatto finora. C'è anche un giocatore dei Timbers tra i flop: si tratta di Adam Kwarasey, estremo difensore anche lui autore di un errore che poteva costare caro in occasione della rete dell'1-2 di Kamara. Un dato che sentenzia una verità oggettiva: per fare un ulteriore salto di qualità la Mls ha bisogno di giocatori di livello anche tra i pali, non solamente dalla cintola in su.




Commenta con Facebook