• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Thiago Motta perno del Psg. Ibrahimovic e Sanabria da urlo

ITALIANS - Thiago Motta perno del Psg. Ibrahimovic e Sanabria da urlo

Le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top/flop degli ex stranieri della Serie A


Zlatan Ibrahimovic ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

07/12/2015 17:04

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Calciomercato.it torna per l'appuntamento settimanale con Italians: le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top ed i flop degli stranieri che hanno militano in passato nella nostra Serie A. Questa settimana flop di Graziano Pellè mentre Thiago Motta gioca una grande gara. Sanabria e Ibrahimovic straordinari

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO


FABIO BORINI (Sunderland): 5 - Non è la sua giornata ma lo stesso si può dire dell'intero Sunderland. Sbaglia un'occasione importante di fronte a Cech. Prima di essere sostituito non ha il tempo di rifarsi, comunque una giornata storta. Rimandato. 

MATTEO DARMIAN (Manchester United): 5,5 - Viene schierato da van Gaal come terzino sinistro nella gara con il West Ham. Per lui non è un problema ma la sua prova è pallida quanto quella di tutto il Manchester United. Distratto in difesa, prova qualche discesa in avanti ma è tutta la squadra a non funzionare.

ANGELO OGBONNA (West Ham): 5,5 - Si muove benino nella linea organizzata di Bilic, ma quando viene puntato nell'uno contro uno va sempre in affanno. Offre poche garanzie anche se in un paio di occasioni dimostra di meritare mezzo voto in più.

VITO MANNONE (Sunderland): in panchina nella partita contro l'Arsenal.

GRAZIANO PELLE' (Southampton): 4 - La generosità non gli manca mai ma nell'1-1 esterno con l'Aston Villa il Southampton non può contare sul bomber italiano, che gioca una partita da ectoplasma. Invisibile per tutto l'arco della gara, i 'Saints' devono quindi fare a meno, di fatto, del proprio terminale offensivo principe.

ALESSANDRO DIAMANTI (Watford): in panchina nella partita contro il Norwich.

FEDERICO MACHEDA (Cardiff City): non convocato.

GABRIELE ANGELLA (Qpr): in panchina nella partita contro il Reading.

MARCO SILVESTRI (Leeds United): 6,5 - Non viene chiamato in causa molte volte nella vittoria contro l'Hull City ma quando può compie l'ennesimo intervento che salva il risultato, sul 2-1 per i suoi. Sempre positivo.

MIRCO ANTENUCCI (Leeds United): in panchina nella partita contro l'Hull City.

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds United): 6 - Non una partita particolarmente complicata, tuttavia fa a sportellate con gli attaccanti dei 'Tigers' e riesce a guidare la retroguardia con sicurezza. Il gol avversario è un errore generale: prova sufficiente.

TOMMASO BIANCHI (Leeds United): non convocato.

FRANCESCO PISANO (Bolton): non convocato.

FERNANDO FORESTIERI (Sheffield Wednesday): 5,5 - Non è il solito Forestieri ed infatti il suo Sheffield impatta sul Derby County pareggiando a reti inviolate. L'italo-argentino è poco ispirato e rimedia anche un cartellino giallo nel finale.

MICHAEL AGAZZI (Middlesbrough): non convocato.

DIEGO FABBRINI (Middlesbrough): in panchina nella partita contro l'Ipswich.

MARCO VERRATTI (Psg): infortunato.

THIAGO MOTTA (Psg): 7 - Altra prestazione davvero ottima dell'ex Inter e Genoa. Senza Verratti si prende sulle spalle la regia del Psg e il risultato è estremamente positivo. Ottimo in entrambe le fasi: è il motore del Psg.

SALVATORE SIRIGU (Psg): in panchina nella partita contro il Nizza.

ANDREA RAGGI (Monaco): non convocato.

STEPHAN EL SHAARAWY (Monaco): non convocato per scelta tecnica da Leonardo Jardim scatenando un vero e proprio caso. 

PAOLO DE CEGLIE (Marsiglia): non convocato.

CHRISTIAN BATTOCCHIO (Brest): 5 - Non riesce a contribuire alla manovra del suo Brest che senza di lui perde tantissimo in fase offensiva. Non a casa arriva una netta sconfitta contro il modesto Laval.

LUCA MIRACOLI (Tours): non convocato.

GIULIO DONATI (Bayer Leverkusen): 5 - Sprofonda insieme al suo Bayer Leverkusen nel ko esterno con l'Hertha Berlino. Non ha particolari colpe sui gol ma non riesce a dare il solito contributo ed esce nella ripresa per far spazio ad Hilbert.

LUCA CALDIROLA (Darmstadt): 6,5 - Non bellissimo da vedere ma estremamente efficace e punto fermo della retroguardia del Darmstadt che vince a Francoforte. Sicuro in difesa è anche un fattore sui calci piazzati, quando mette in apprensione la retroguardia avversaria.

GIANLUCA CURCI (Mainz): non convocato.

VINCENZO GRIFO (Friburgo): 6,5 - Ottimo nel 3-0 del suo Friburgo sull'Union Berlino. Come al solito parte da sinistra ma gioca a tutto campo, rivelandosi uno dei più pericolosi ed entrando anche nell'azione del gol del raddoppio con un assist.

CIRO IMMOBILE (Siviglia): in panchina nella partita contro il Deportivo La Coruna.

MARCO ANDREOLLI (Siviglia): infortunato.

DANIELE BONERA (Villarreal): non convocato.

FRANCESCO BARDI (Espanyol): impegnato questa sera nella partita contro il Levante.

SIMONE VERDI (Eibar): in panchina nella partita contro la Real Sociedad.

CRISTIANO BIRAGHI (Granada): 6 - Nonostante la sconfitta per 2-0 con l'Atletico Madrid (oggettivamente di un'altra categoria) l'ex Chievo strappa la sufficienza con una partita di personalità, l'ennesima della nuova avventura spagnola. 

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia): 5,5 - Si preoccupa soprattutto della fase difensiva e spinge poco. Non offre tuttavia grande solidità e qualche volta viene messo in difficoltà dal Celta Vigo. Riesce a cavarsela in qualche modo.

VINCENZO RENNELLA (Betis Siviglia): non convocato.

ROLANDO BIANCHI (Maiorca) 6,5 - Ottima partita per l'ex attaccante dell'Atalanta che è un pericolo costante per la difesa dell'Albacete (sconfitto 2-0). Segna su rigore la rete dell'1-0 e dà sempre l'impressione di poter far male alla difesa avversaria.

ALBERTO AQUILANI (Sporting Lisbona): 6 - Entra nella ripresa quando lo Sporting si abbassa pericolosamente per difedere lo 0-1 sul campo del Maritimo. Mette in campo tanta sostanza e poco più. Comunque sufficiente. 

BRYAN CRISTANTE (Benfica): non convocato.

PABLO DANIEL OSVALDO (Porto): non convocato.

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca): 6 - Non una partita complicata quella del suo Spartak che vince 1-0 contro il Samara. Nonostante il minimo scarto gli ospiti non attaccano in massa e l'ex Milan se la cava nonostante il giallo comminatogli nei minuti iniziali.

DOMENICO CRISCITO (Zenit): 5 - Il pareggio per 1-1 del suo Zenit contro l'Ufa lo vede protagonista in negativo in occasione del vantaggio ospite, che nasce proprio dalla sua fascia di competenza. Non rischia più di tanto nel proseguo della gara ma la prestazione è macchiata.

STEFANO OKAKA (Anderlecht): 5 - Non è il solito Okaka quello che si vede nel pareggio dell'Anderlecht sul campo del Genk. Gioca 76' senza riuscire ad incidere come al solito. Giornata storta in una stagione comunque positiva.

DAVIDE PETRUCCI (CFR Cluj): 5,5 - Altra partita anonima del numero 10 del Cluj, che pareggia in casa contro il Concordia. Ammonito nel secondo tempo non riesce a dettare i tempi come suo solito e la squadra ne risente, non trovando quindi lo spunto per la vittoria. 

ALEX VALENTINI (Lugano): squalificato.

ORLANDO URBANO (Lugano): non convocato.

MARIO PICCINOCCHI (Lugano): non convocato.

ALESSANDRO MASTALLI (Lugano): in panchina nella partita contro il Grasshoppers.

FRANCESCO RUSSO (Lugano): 6 - Sfortunatissimo ed incolpevole in occasione dell'autorete, gioca una partita sufficiente considerato che il suo Lugano strapazza il Grasshoppers per 4-1. Non troppo impegnato ma la sua presenza è comunque positiva.

STEFANO NAPOLEONI (Atromitos): impegnato oggi nella partita contro il Panetolikos.

RAFFAELE DE VITA (Ross County): s.v.

SEBASTIAN GIOVINCO (Toronto FC): stagione conclusa.

ANDREA PIRLO (New York City): stagione conclusa.

MARCO DONADEL (Montreal Impact): stagione conclusa.

FEDERICO PIOVACCARI (Western Sydney Wandererers): non convocato.


ITALIANS - TOP E FLOP TRA GLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

I TOP 3 DEL WEEKEND

ANTONIO SANABRIA (Sporting Gijon): 8,5 - In otto partite aveva segnato solamente due gol con la maglia dello Sporting Gijon, squadra in cui è arrivato in prestito quest'estate direttamente dalla Roma che continua a seguirne i progressi. I giallorossi hanno potuto ammirarlo nella gara con il Las Palmas, in cui ha sfoderato tutto il repertorio da punta dotata di grande tecnica segnando una strepitosa tripletta che ha permesso agli asturiani di vincere, seppur non senza difficoltà. Il paraguaiano ha mostrato di saperci fare e di essere un diamante grezzo. Sabatini sta preparando il tappeto rosso al terminal del volo Gijon-Roma.

ZLATAN IBRAHIMOVIC (Psg): 8,5 - Voto straordinario anche per un altro calciatore straordinario: Zlatan Ibrahimovic. Contratto in scadenza e mille chiacchiere sul suo futuro? Per lo svedese non conta niente ed è il campo a parlare. Numero 10, attaccante totale. Serve un assist d'oro ad Edinson Cavani, si procura e realizza il rigore del 2-0 e segna pure il 3-0 al Nizza. Letteralmente inarrestabile e adesso anche capocannoniere della Ligue 1, con il Psg primo a +15. Mica male.

MARKO ARNAUTOVIC (Stoke City) 8 - Tre presenze in Serie A con la maglia dell'Inter, abbastanza per fregiarsi di tutti i titoli conquistati nella storica stagione del 'Triplete' nerazzurro. L'austriaco ora è un giocatore vero: 26 anni, tecnico, veloce e col fiuto del gol. Insieme all'altro ex interista Shaqiri mette a ferro e fuoco la difesa del Manchester City. Segna due gol (ma sono anche pochi visto quanto ha fatto) e regge il reparto offensivo aprendo anche spazi invitanti per i compagni. Mark Hughes ringrazia, Pellegrini un po' meno.

I FLOP 3 DEL WEEKEND

ERIK LAMELA (Tottenham): 5 - Erik Lamela è sempre stato un giocatore senza mezze misure: irresistibile oppure irritante, i tifosi della Roma ne sanno qualcosa. Quello visto in Wba-Tottenham 1-1 è senza dubbio corrispondente alla seconda ipotesi. Il 'Coco' gioca una partita scialba, ben al di sotto delle proprie (enormi) possibilità. Risultato? Il Tottenham di Pochettino porta via un solo punto dal 'The Hawthorns'. Se gli 'Spurs' vogliono lottare per qualcosa di concreto Lamela deve cominciare ad essere continuo nel rendimento. Utopia?

ALEKSANDAR KOLAROV (Manchester City) 4,5 - Il votaccio lo condivide con tutto il resto del Manchester City (Pellegrini compreso). Nella tragica trasferta di Stoke-on-Trent (2-0 per i 'Potters') l'ex laziale diventa forse il simbolo in campo della disfatta dei 'Citizens'. Un giocatore della sua esperienza che va in bambola ad ogni attacco avversario, spaesato e disorientato, quasi sempre fuori posizione e altrettante volte saltato da Shaqiri come un birillo. 

MEHDI BENATIA (Bayern Monaco): 4 - Il difensore marocchino ex Roma ha abituato i tifosi del Bayern Monaco ad ottime prestazione. Nella prima sconfitta in Bundesliga arrivata in casa del Borussia Mönchengladbach, Benatia però incappa in una prestazione davvero pessima: si preoccupa più di provare a segnare piuttosto che di difendere. Lui e Boateng giocano una gara da film horror, sbagliando marcature e posizionamenti. La squadra di Schubert affonda come un coltello nel burro. Una serata da dimenticare in fretta.




Commenta con Facebook