• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Alex Sandro sfreccia: adesso è un insostituibile per Allegri

Juventus, Alex Sandro sfreccia: adesso è un insostituibile per Allegri

Il rendimento del brasiliano determinante nella 'remuntada' bianconera


Alex Sandro ©Getty Images
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

05/12/2015 14:10

JUVENTUS PRESTAZIONI ALEX SANDRO / TORINO - La Juventus mette la quinta. Cinque successi consecutivi in campionato (sei se si considera anche la Champions) per la squadra di Allegri, venerdì sera vincente per 2-0 sul campo della Lazio. L'esplosione di Dybala, una ritrovata solidità difensiva, ma non solo: anche il rendimento di Alex Sandro è stata una delle chiavi di volta del cambio di marcia dei bianconeri.

Il 24enne esterno brasiliano, sbarcato a Vinovo per ben 26 milioni di euro l'ultima estate, ha faticato all'inizio ad ingranare nei meccanismi di Allegri, complice l'inizio tutto in salita della squadra e dell'alto rendimento di Evra. Poi, la scintilla: nel derby con il Torino è lui a servire nel finale di gara l'assist per il gol-vittoria di Cuadrado, l'inizio della striscia vincente della 'Vecchia Signora'. Ma l'ex Porto non si ferma, sfornando cross decisivi prima per Dybala contro il Milan e qualche giorno più tardi a Mandzukic al cospetto del Manchester City, fino all'ottima prova sciorinata nella notte dell''Olimpico'.

Alex Sandro è il calciatore che effettua più cross nel campionato italiano: ben 35 finora, alla media di 1 ogni dieci minuti. Numeri che premiano la bontà dell'operazione di Marotta e soci in sede di calciomercato, con il mancino sotto contratto fino al 2020 che si appresta a divenire un 'insostituibile' dello scacchiere di Allegri.




Commenta con Facebook