• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-JUVENTUS

Dybala guida la rimonta della Juve, Lazio alle prese con le solite amnesie difensive


Paulo Dybala © Getty Images
Davide Sperati (@DavideSperati1)

04/12/2015 22:45

ECCO LE PAGELLE DI LAZIO-JUVENTUS

 

LAZIO

Marchetti 5 - In odore di rinnovo, può fare ben poco sull'autogol di Gentiletti. Un pò in ritardo sul fantastico tiro di Dybala che lo sorprende dalla distanza.

Basta 5 – Dalle sue parti arrivano le azioni più pericolose dei bianconeri. Troppo larga la marcatura su Alex Sandro durante il primo tempo, nella ripresa gioca tatticamente meglio. 

Mauricio 4,5 – Il peggiore. Scomposto nel deviare il cross di Alex Sandro, serve involontariamente Dybala, causando la rete dello svantaggio capitolino. Rimedia parzialmente, salvando in scivolata, sul tiro di Asamoah che poteva valere il due a zero. Poi è di nuovo colpevole, perché da una svista arriva la seconda rete degli ospiti. 

Gentiletti 4,5 – Uno dei più criticati in questo scorcio stagionale, non è reattivo sulla conclusione di Dybala e regala il vantaggio ai campioni d'Italia. Ammonito già dopo quindici minuti, è sempre poco affidabile.   

Radu 6 – Con l'infortunio al dito di Lulic, il rumeno è l'unica scelta per il versante sinistro. Ci prova di testa dopo dieci minuti ma il suo stacco di testa è fuori. Fra i difensori è il meno peggio.  

Biglia 6,5 – L'argentino cerca di spronare i suoi ma sembra predicare nel deserto. Gioca a tutto campo e si danna l'anima per cercare di tenere in partita i suoi. Finisce il match stremato.

Parolo 5,5 – In difficoltà contro Sturaro. Non è più decisivo nei contrasti. Nella ripresa ci prova con una punizione dalla distanza ma Buffon blocca.

Candreva 5 – È suo il primo tiro del match ma senza esito. Uno degli uomini più discussi di questo calciomercato anche stasera non crea nulla d'interessante. Esce durante l'intervallo per un fastidio alla caviglia sinistra. Dal 46' Anderson 5,5 – Il grande escluso della gara, lasciato fuori un po' a sorpresa, appare più dinamico di Kishna per i primi venti minuti del match, poi diventa prevedibile e facilmente marcabile. 

Milinkovic-Savic 5 - Ormai titolare inamovibile, soffre la fisicità degli avversari. Nella ripresa spreca una ghiotta occasione per accorciare le distanze. Dal 68' Matri 5 – Non gioca molti palloni e non riesce a creare pericoli alla porta di Buffon. 

Kishna 5 – Al posto di Anderson, parte subito forte ma dopo qualche scatto si eclissa. La morsa di Barzagli e Lichtsteiner costringono mister Pioli a cambiargli fascia, ma la musica non cambia. Dal 46' Keita 6 – Entra e crea un po' scompiglio agli esterni della Juve che per fermarlo devono ricorrere al cartellino. 

Klose 5,5 – Nella gara di stasera taglia un bel traguardo personale raggiungendo le 150 presenze con la maglia della Lazio. Nella ripresa prova a mettere in difficoltà gli avversari ma gli manca la lucidità dei giorni migliori. Generoso anche in ripiegamento, rischia il secondo giallo nei minuti finale per una brutta entrata su Chiellini.

All. Pioli 5,5 – Non era oggi che doveva vincere perché la differenza fra le due compagine è evidente. La sua squadra continua però a deludere. L'identità e la tenacia dello scorso anno, appaiono ormai, soltanto un lontano ricordo. Troppe le amnesie difensive, troppo pochi i pericoli costruiti dai suoi attaccanti.

 

JUVENTUS

Buffon 6 – 400esima gara di campionato con la maglia della Juve. Mai chiamato in causa, fa bella figura giusto con qualche uscita composta. 

Barzagli 6 – Sbaglia qualche controllo di troppo, ma dalle sue parti è sempre difficile passare.

Bonucci 6,5 - Su Klose gioca in scioltezza. Nessun problema nemmeno nella seconda parte dell'incontro.

Chiellini 7 – Sempre preciso nelle chiusure, come quella alla mezz'ora della prima frazione. Nella ripresa continua ad arpionare tutti i palloni che gli passano vicino.

Lichtsteiner 6,5 – Nella prima frazione annienta Kishna sul versante destro, poi nei secondi quarantacinque minuti si dedica principalmente alla gestione della sfera. 

Sturaro 6,5 – In gol nella scorsa giornata, si rende protagonista con un'azione personale al 18'. Ottimo filtro di centrocampo vince il duello contro il connazionale Parolo.

Marchisio 6 – Gara disciplinata e accorta. Ben protetto dagli interni, ha la calma per impostare e gestire il gioco. Nel secondo tempo qualche sbavatura di troppo in fase di impostazione. Con lui in campo, tuttavia, la Juventus non perde un colpo. 

Asamoah 6,5 – Ritorna in campo dopo tanti problemi fisici e nella prima frazione non delude. Pericoloso al 20' ma il suo sinistro viene stoppato dall'intervento di Mauricio. Dopo venti minuti della ripresa, un po' stanco, viene sostituito. Dal 68' Evra 6 – Viene chiamato in causa per gestire il risultato e lo fa senza patemi d'animi. Peccato per l'ammonizione ricevuta. 

Alex Sandro 7 – Dalla sua discesa arriva il primo gol dei bianconeri. Piedi vellutati per il giocatore brasiliano che spinge e difende con regolarità per tutti i novanta minuti.

Mandzukic 7 – Dopo il gol contro il Palermo, anche stasera si conferma ad alti livelli. Confeziona il secondo gol di Dybala e disputa una gara molto generosa. Dal 81' Morata s.v.

Dybala 8 – Il migliore. Sta bene e si vede sin dalla prime battute. In quindici minuti, causa autogol e ammonizione a Gentiletti. Dopo altri quindici, realizza il gol capolavoro, il settimo in questo campionato. Straripante. Gioiello cristallino. Dal 79' Cuadrado s.v.   

All. Allegri 7 – Il mister propone un 3-5-2 con Asamoah impiegato nel ruolo di interno. Cinque vittorie nelle ultime cinque giornate di campionato. La sua Juve ha già recuperato il gap con le altre, ed ora - aspettando la gara di domani – ha già raggiunto la Roma a 27.    

Arbitro: Banti 6 –  Corretta l'ammonizione per Gentiletti, un po' meno quella rifilata a Mandzukic. Sul finale di tempo, poteva anche estrarre il rosso a Radu per un brutto fallo su Lichtsteiner. Ad inizio ripresa, qualche dubbio sul contatto al limite dell'area bianconera tra Radu e Barzagli: poteva starci la punizione per i biancocelesti. Nel finale grazia Klose per un brutto fallo su Chiellini che poteva costargli l'espulsione.


TABELLINO

LAZIO-JUVENTUS 0-2

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu; Biglia, Parolo; Candreva (dal 46' Anderson), Milinkovic-Savic (dal 68' Matri), Kishna (dal 46' Keita); Klose. A disp: Berisha, Guerrieri, Konko, Hoedt, Braafheid, Cataldi, Djordjevic. All. Stefano Pioli

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Sturaro, Marchisio Asamoah (dal 68' Evra), Alex Sandro; Mandzukic (dal 81' Morata), Dybala (dal 79' Cuadrado). A disp: Neto, Rubinho, Rugani, Evra,  Padoin, Lemina, Vitale, Morata,  Zaza.  All. Massimiliano Allegri

Arbitro: Luca Banti della sezione di Livorno

Marcatori: 6' Gentiletti (L), 31' Dybala (J)  

Ammoniti: 14' Gentiletti (L), 25' Mandzukic (J), 35' Mauricio (M), 47' Radu (L), 60' Parolo (L), Alex Sandro (J), 74' Evra (J), 83' Klose (L)

Espulsi:




Commenta con Facebook