• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Palermo, agente Maresca: "Si sta sfiorando il mobbing! A gennaio valuteremo"

Palermo, agente Maresca: "Si sta sfiorando il mobbing! A gennaio valuteremo"

Il procuratore del regista italiano dice la sua sulla decisione di Zamparini di punire il suo assistito


Enzo Maresca ©Getty Images

04/12/2015 09:05

PALERMO L'AGENTE DI MARESCA DICE LA SUA SULLA DECISIONE DI ZAMPARINI / PALERMO - Maurizio Zamparini si è confermato ancora una volta un presidente 'vulcanico'. All'indomani della sconfitta in Coppa Italia contro l'Alessandria, il numero uno dei rosanero ha deciso di mettere fuori rosa Rigoni e Daprelà, oltre che Maresca.

Intervistato da 'sportmediaset.it', Candido Fortunato, procuratore del regista italiano, ha voluto prendere le parti del suo assistito: "Enzo è un professionista serio, lo dimostra la sua storia e ciò che fa quotidianamente col Palermo. Il ko con l'Alessandria è solo un pretesto preso dal presidente per metterlo da parte: noi portiamo pazienza ma adesso si sta sfiorando il mobbing".

Ora cosa farà Maresca? "Ormai non siamo più di fronte a un episodio ma a una linea d'azione chiara. - ha proseguito il suo agente - Parole e fatti dimostrano quale sia la volontà del presidente Zamparini: Enzo continuerà a lavorare come sempre, con la dedizione che lo contraddistingue e che fa sì che sia sempre pronto a rispondere alle chiamate dei suoi allenatori, ma è chiaro che se non cambierà qualcosa a gennaio siamo pronti a trovare nuove soluzioni, qualora si aprissero le porte di un altro club di serie A. Anche ieri ha giocato col massimo impegno, non gioca contro qualcuno ma per il bene del Palermo: se continuerà a essere messo ai margini valuteremo se sussistono le ragioni per parlare di mobbing e sinceramente penso che siamo su quella strada. Ma, ripeto, per ora portiamo pazienza, perché comunque sia Enzo ama Palermo e il Palermo".

D.G.




Commenta con Facebook