• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Mancini non ci sta: "Higuain come Messi. Ma gli arbitri devono imparare a..."

Inter, Mancini non ci sta: "Higuain come Messi. Ma gli arbitri devono imparare a..."

L'allenatore nerazzurro è tornato a parlare della sconfitta col Napoli


Roberto Mancini ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

02/12/2015 08:15

INTER INTERVISTA ROBERTO MANCINI CORRIERE DELLO SPORT / MILANO - L'edizione odierna del 'Corriere dello Sport' propone una lunga intervista all'allenatore Roberto Mancini sulle ultime news Inter alla luce della sconfitta contro il Napoli di lunedì scorso. Calciomercato.it ve ne propone i passaggi salienti.

NAPOLI-INTER - "Il dispiacere per il risultato, subito dopo la partita, è forte. Poi, però, si metabolizza e si cerca di pensare alle cose positive. Sarri dice che abbiamo avuto solo un'occasione? Non mi risulta sia così. Il Napoli è stato bravo e Higuain ha fatto la differenza. Passare subito in svantaggio ci ha messo in difficoltà nel primo quarto d'ora, poi la partita è stata equilibrata. E' stata una delle nostre migliori prestazioni in questo campionato".

ARBITRAGGIO ORSATO - "A mente fredda la penso esattamente allo stesso modo. Il primo fallo di Nagatomo non era assolutamente da ammonizione e anche il secondo era un mezzo fallo. Prima di cacciare un giocatore o ammonirlo, il fallo deve essere davvero da ammonizione. Arbitri permalosi? Lo dite voi. Se un ex arbitro va in tv non deve difendere gli ex colleghi ma spiegare il regolamento. Noi dell'Inter dobbiamo imparare a... simulare, ma non ne siamo capaci perché ho una squadra di bravi ragazzi. Questa è la patria dei simulatori. Gli arbitri dovrebbero imparare a fischiare di meno. Io da calciatore ho simulato a volte, ma mai in maniera spontanea. Simulazioni il 'peggio' del nostro calcio? No, la cosa più insopportabile sono le interviste post-partita".

HIGUAIN - "Higuain in Italia è come Messi nel mondo: c'è lui e tutti gli altri... dietro. Sta dando al Napoli quello che le altre squadre non hanno".

ICARDI - "Mauro è giovane ed è il classico attaccante d'area di rigore che fa sempre 20 gol. Necessita dell'aiuto della squadra, ma ha margini di miglioramento importanti. Lui e Jovetic hanno bisogno di 6 mesi per giocare insieme e non è detto che bastino per trovare un'intesa".

BALOTELLI - "Spero possa tornare quel giocatore capace di pensare solo al calcio, che sarà la sua vita per i prossimi 10 anni. Al Milan, quest'anno, aveva iniziato bene".

SCUDETTO - "Napoli, Roma, Fiorentina e Juventus sono più attrezzate di noi perché giocano insieme da tanto tempo. La Juve è rientrata in corsa per il titolo e la cosa non mi ha stupito. La Roma è una squadra forte, ma Roma è... Roma: un giorno sei in alto, un giorno sei sotto al tavolo. Lavorarci non è facile per giocatori e tecnici. Ma i giallorossi sono in piena corsa Scudetto.Se firmerei per il secondo posto dell'Inter? No. Ma niente voto per lo Scudetto. Il nostro obiettivo è qualificarci per la prossima Champions League".

LA LAZIO - "La Lazio lo scorso anno ha fatto fanto, forse troppo. Non si può andare sempre oltre il proprio limite".

 




Commenta con Facebook