• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Donati e Shaqiri, che flop. Coman show: Guardiola gongola

ITALIANS - Donati e Shaqiri, che flop. Coman show: Guardiola gongola

Le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top/flop degli ex stranieri della Serie A


Kingsley Coman ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

01/12/2015 17:00

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Calciomercato.it vi offre Italians: le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top ed i flop degli stranieri che hanno militato in passato nella nostra Serie A. Questa settimana male Darmian e Donati. Ottimo l'impatto di Okaka a gara in corso. Napoleoni pennella una punzione imparabile. Coman top, Shaqiri flop

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO


FABIO BORINI (Sunderland): in panchina nella partita contro lo Stoke City.

VITO MANNONE (Sunderland): in panchina nella gara contro lo Stoke City.

MATTEO DARMIAN (Manchester United): 5 - Non una bella prova quella del laterale del Torino, colpevole in occasione del gol di Vardy che lo salta come un birillo. Poche sgroppate sulle fasce e l'idea che giochi con il freno a mano tirato. Rimandato.

ANGELO OGBONNA (West Ham): 5,5 - Non dà mai l'impressione di avere la situazione sotto controllo, tuttavia non ha nemmeno particolari colpe se il West Ham non porta a casa il bottino pieno. Incerto, deve metterci maggiore personalità.

GRAZIANO PELLE' (Southampton): non convocato.

ALESSANDRO DIAMANTI (Watford): in panchina nella partita contro l'Aston Villa.

FEDERICO MACHEDA (Cardiff City): s.v.

GABRIELE ANGELLA (Qpr): in panchina nella partita contro il Leeds.

MARCO SILVESTRI (Leeds United): 6 - Un po' incerto in occasione della rete del Qpr, si riscatta alla grande con due parate decisive nei minuti successivi. Non riesce, però, ad evitare la sconfitta del suo Leeds.

MIRCO ANTENUCCI (Leeds United): 5 - Si sbatte tanto, è generoso come al solito e ci mette tanta buona volontà. Il risultato però non è sufficiente e questa volta finisce anche lui dietro alla lavagna.

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds United): 5 - Brutta partita per l'ex difensore del Catania che al centro della difesa del Leeds non riesce a dare prova di solidità, andando in affanno ad ogni sortita offensiva del Qpr.

TOMMASO BIANCHI (Leeds United): non convocato.

FRANCESCO PISANO (Bolton): non convocato.

FERNANDO FORESTIERI (Sheffield Wednesday): 5,5 - Nel rocambolesco 2-2 del suo Sheffield Wednesday sul campo del Blackburn, l'italo argentino non si produce nella solita prestazione decisiva. Partita anonima, con qualche sprazzo qui e là. 

MICHAEL AGAZZI (Middlesbrough): non convocato.

DIEGO FABBRINI (Middlesbrough): 5,5 - Il Middlesbrough vince 2-0 ma l'ex Udinese non riesce ad incidere, seppur dimostrando un piglio positivo. Viene sostituito dopo un'ora di gioco.

MARCO VERRATTI (Psg): infortunato.

THIAGO MOTTA (Psg): 6 - Entra dopo l'ora di gioco per dare solidità al centrocampo parigino. Non una partita particolarmente difficile e infatti riesce a svolgere il proprio compito senza problemi.

SALVATORE SIRIGU (Psg): in panchina nella partita contro il Troyes.

ANDREA RAGGI (Monaco): 5,5 - Tra i migliori nella disastrosa retroguardia del Monaco che pareggia 3-3 sul campo del Marsiglia. Non è esente da colpe sui gol ma alla fine è sempre quello che rattoppa la situazione. 

STEPHAN EL SHAARAWY (Monaco): s.v.

PAOLO DE CEGLIE (Marsiglia): non convocato.

GIULIO DONATI (Bayer Leverkusen): 4,5 - Senza dubbio uno dei peggiori del suo Bayer Leverkusen che pareggia 1-1 con lo Schalke. Il terzino ex under 21 non riesce mai a contenere Choupo-Moting che gli scappa via in occasione dell'1-0 e in altre situazione che avrebbero potuto peggiorare la situazione.

LUCA CALDIROLA (Darmstadt): 6 - Il suo Darmstadt pareggia a reti bianche con il Colonia e il prodotto del vivaio dell'Inter gioca una partita sufficiente, sfoderando carisma ed espedienti da centrale di difesa navigato. Giornata positiva.

GIANLUCA CURCI (Mainz): in panchina nella partita contro l'Eintracht Francoforte.

VINCENZO GRIFO (Friburgo): 5,5 - Gioca poco meno di un'ora e non riesce ad essere decisivo per il suo Friburgo, che esce alla distanza quando lui è già uscito dal terreno di gioco.

CIRO IMMOBILE (Siviglia): 5,5 - Sostituisce nella ripresa l'ex juventino Fernando Llorente. Il suo Siviglia vince 1-0 col Valencia, lui ci mette tanta impegno e tanta voglia di imporsi. Buoni i movimenti senza palla, meno quelli nell'uno contro uno. 

MARCO ANDREOLLI (Siviglia): infortunato.

DANIELE BONERA (Villarreal): non convocato.

FRANCESCO BARDI (Espanyol): in panchina nella partita contro l'Atletico Madrid.

SIMONE VERDI (Eibar): 6 - Non riesce ad incidere ma gioca poco meno di venti minuti contro il Real Madrid e dunque il voto non può essere diverso. Più utile se schierato dall'inizio.

CRISTIANO BIRAGHI (Granada): 6 - Partita dai due volti. Ottimo in fase propositiva, tanto che il 2-2 fondamentale del suo Granada sul campo del Malaga nasce da un suo cross. Da rivedere in fase difensiva, dato che lascia troppo campo agli avversari. Comunque sufficiente.

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia): 5 - Il suo Betis vince in trasferta in casa del Levante ma il laterale destro mostra di essere il meno in forza della squadra biancoverde, esponendo spesso il fianco agli attacchi avversari. 

VINCENZO RENNELLA (Betis Siviglia): infortunato.

ROLANDO BIANCHI (Maiorca): 5,5 - Entra al posto di Coro ma non è ancora il Rolando Bianchi spesso apprezzato in Italia. Il suo Maiorca perde in casa del Deportivo Alaves, lui lotta mostra la giusta determinazione ma la squadra ha bisogno dei suoi gol. 

ALBERTO AQUILANI (Sporting Lisbona): in panchina nella partita contro il Belenenses.

BRYAN CRISTANTE (Benfica): s.v.

PABLO DANIEL OSVALDO (Porto): in panchina nella partita contro il Tondela.

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca): 5 - Lo Spartak Mosca pareggia 2-2 con il Rubin Kazan mostrando i soliti problemi difensivi. Bocchetti finisce sul banco degli imputati insieme ai colleghi di reparto. 23 gol subiti in 17 partite sono tanti.

DOMENICO CRISCITO (Zenit): in panchina nella partita contro il Terek Grozny.

STEFANO OKAKA (Anderlecht): 6,5 - Entra solamente al 63' ma si mostra subito propositivo dando fastidio alla difesa del Leuven. Nel 3-2 decisivo di Sylla (vittoria dell'Anderlecht) c'è anche lo zampino di Okaka, che in un modo o nell'altro riesce sempre a lasciare il segno.

DAVIDE PETRUCCI (CFR Cluj): 5 - Nella sconfitta del Cluj con il Petrolul Ploiesti manca la sua regia, parzialmente scusato viste le condizioni del campo veramente al limite.

ALEX VALENTINI (Lugano): 5 - In un minuto cambia la partita del Lugano che stava conducendo 1-0. Dopo la disastrosa prova di settimana scorsa, questa partita è condita da un rigore causato con conseguente espulsione.

ORLANDO URBANO (Lugano): 5 - Se Valentini è disastroso nell'uscire a valanga c'è anche da dire che Urbano non lo protegge minimanente e con Datkovic forma la seconda coppia difensiva più battuta della Super League svizzera.

MARIO PICCINOCCHI (Lugano): 6 - Prova agrodolce. Schierato regista davanti alla difesa alterna buone cose a tratti pieni di empasse. L'incombenza di dover reggere una squadra ultra offensiva lo limita.

ALESSANDRO MASTALLI (Lugano): in panchina nella partita contro il Vaduz.

FRANCESCO RUSSO (Lugano): s.v.

STEFANO NAPOLEONI (Atromitos): 6,5 - Se il suo Atromitos perde in casa con il Panthrakikos non è certo colpa sua. L'attaccante romano infatti aveva equilibrato la partita con un calcio di punizione pennellato (e leggermente deviato) capace di fulminare Paschalakis.

RAFFAELE DE VITA (Ross County): s.v.

SEBASTIAN GIOVINCO (Toronto FC): stagione conclusa.

ANDREA PIRLO (New York City): stagione conclusa.

MARCO DONADEL (Montreal Impact): stagione conclusa.

FEDERICO PIOVACCARI (Western Sydney Wandererers): non convocato.


ITALIANS - TOP E FLOP TRA GLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

I TOP 3 DEL WEEKEND

KINGSLEY COMAN (Bayern Monaco): 8 - Il talento francese, classe '96, sta mettendo tutto l'impegno possibile per dimostrare alla Juventus di essersi sbagliata sul suo conto. Lo troviamo, dunque, per l'ennesima volta in questa sezione. Il transalpino è il migliore in campo (insieme a Müller) per i bavaresi nella vittoria sull'Hertha Berlino. Parte da sinistra ma lo si trova sull'intero fronte offensivo. Segna la rete del 2-0 ma mette il piede in ogni azione pericolosa del Bayern. Guardiola ci aveva visto giusto: Coman sta facendo sfracelli e a Torino, sponda bianconera, qualche perplessità circa l'operazione di mercato conclusa a fine agosto sta sorgendo.

SAMUEL ETO'O (Antalyaspor): 7 - La massima divisione turca non può essere certo annoverata nell'élite del calcio mondiale ma Samuel Eto'o sta dimostrando ai suoi detrattori di non essere ancora da pensione ma di avere anzi diverse cartucce da sparare. Nella partita con l'Osmanlispor raccoglie un bell'assist di Lazarevic (anche lui un 'italians') e segna da grande bomber quale è, fissando il risultato in pareggio. I numeri parlano per lui: 11 gol in 13 partite non sono un bluff. Peccato che spesso predichi nel deserto di una squadra davvero modesta tecnicamente parlando.

BIRKIR BJARNASON (Basilea): 7 - Il centrocampista islandese è stato uno degli elementi chiave nella qualificazione della propria Nazionale ad Euro 2016. Anche nel Basilea sta facendo bene, dopo aver lasciato ottime impressioni in Serie A a Pescara e a Genova (sponda Sampdoria). Nel 4-1 degli svizzeri sul St.Gallen segna il gol d'apertura e regala la solita prestazione totale da centrocampista box to box quale è. Visto il livello di alcuni giocatori del nostro campionato ci si chiede come mai lo si sia lasciato andare così facilmente.

I FLOP 3 DEL WEEKEND

MAURICIO ISLA (Marsiglia): 5 - La scusante è quella di essere schierato leggermente fuori ruolo da Michel, che lo inserisce tra i due mediani nella difficile partita con il Monaco. Il cileno di proprietà della Juventus però ci mette del suo andando in affanno di fronte ad ogni attacco dei monegaschi e offrendo un filtro in mediana praticamente nullo. Il risultato? La difesa dell' 'OM', senza protezione, traballa come non mai e il 3-3 finale ne è la diretta conseguenza.

XHERDAN SHAQIRI (Stoke City) 4,5 - L'involuzione del fantasista svizzero sembra avere davvero poche spiegazioni. Protagonista a Brasile 2014 è poi arrivato all'Inter nel gennaio 2015 accompagnato dalle fanfare. Poco feeling con Mancini e la partenza per Stoke-on-Trent. Ma anche con la maglia dello Stoke City sta facendo davvero male. Malissimo, anzi, nella sconfitta esterna col Sunderland. Dovrebbe fare la differenza, invece la sua presenza in campo si nota appena e i 'Potters' escono dallo 'Stadium of Light' con zero punti. 

FERNANDO TISSONE (Malaga): 4 - Udinese, Atalanta e Sampdoria nel passato di questo mediano tenace alla terza stagione con la maglia del Malaga. La sua esperienza però sembra non servire a nulla nella partita con il Granada. I padroni di casa sono avanti di un gol a lui viene la bella idea di entrare in maniera sconsiderata su un avversario a metà campo. Peccato che il cartellino giallo, sacrosanto, fosse il secondo. Rosso, dunque, e spogliatoi guadagnati al 12' della ripresa condizionando l'intero proseguo della gara dei suoi. Che puntualmente vengono raggiunti nel finale.




Commenta con Facebook