• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-BOLOGNA

PAGELLE E TABELLINO DI TORINO-BOLOGNA

Belotti nelle vesti di trascinatore, è finalmente decisivo per i granata. Maietta è un disastro


Andrea Belotti ©Getty Images
Rocco Crea

28/11/2015 20:04

ECCO LE PAGELLE DI TORINO-BOLOGNA:

 

TORINO

Padelli 6 – Mai impegnato praticamente, vigila tranquillamente.

Bovo 6 – Arriva prima che Giaccherini possa concludere, di fronte a Padelli al 38’, e sventa una probabile occasione da rete. Per il resto ordinaria amministrazione.

Glik 7 – Il capitano del Torino c’è ovunque quando il pallone staziona nella trequarti granata. Chiude tutti gli spazi e gli attaccanti felsinei sono costretti a sbattere contro il suo muro. Chiedere a Mancosu.

Moretti 6 – Solita gara composta, attenta, fatta di chiusure e appoggi di palla che non ammettono fronzoli. Se non c’è spazio per il passaggio si ricomincia da Padelli per tutti i novanta minuti, se necessario. Difensore puro.

Bruno Peres 6,5 – L’unico ad esaltare il pubblico dell’Olimpico, almeno sino al momento del gol di Belotti, anche perché ci mette velocità e convinzione nelle sue giocate. E’ anche il solo in grado di saltare l’uomo dei ventidue in campo. Spinge fino alla fine creando apprensioni nella retroguardia del Bologna.

Acquah 6 – Gioca da interno ma gli inserimenti non sono previsti nel pacchetto di qualità offerto dal calciatore ghanese. Si limita alla fase di copertura, mettendoci senz’altro dinamismo. Poco altro.

Vives 7 – Il solito schermo piazzato a difendere la triade granata di retroguardia. Sfiora anche il jolly alla mezz’ora grazie ad un rasoterra dalla distanza, che Mirante però devia in angolo. Sul finale è bravo a crederci, quindi approfitta dell’erroraccio di Maietta ed infila Mirante addirittura dalla linea di fondo, siglando un gol quasi impossibile che chiude la gara.

Baselli 6,5 – Conclusione rasoterra da fuori area all’11, deviata in corner da Mirante. Sfiora il raddoppio granata quando si ritrova quasi da solo a calciare verso la porta rossoblu ma oggi non è fortunato. Nel complesso buona la sua gara.

Molinaro 6,5 – Corre tanto ed il piede si dimostra caldo quando pesca Quagliarella a centro area per il colpo di testa della punta che si infrange sulla traversa. Avanti e indietro sulla fascia, è ciò che vuole Ventura.

Quagliarella 5 – Lontano parente del giocatore devastante ammirato nelle primissime partite di stagione. Poco cattivo, talvolta addirittura assente. Forse anche limitato dal non-gioco espresso dal Torino. Si rende protagonista comunque di un guizzo importante con cui colpisce la traversa, ad inizio ripresa, grazie ad un bel colpo di testa su assist di Molinaro. Dal 68’ Maxi Lopez 6 - Molto più pimpante di Quagliarella, il suo ingresso in campo coincide con il momento migliore della partita dei granata.

Belotti 7,5 – Un grandissimo gol, il suo primo in stagione, che arriva proprio nel momento in cui tutti cominciavano a rassegnarsi al punteggio di parità. La marcatura è rappresentazione di forza, da vero centravanti. Anche il resto della sua partita scorre bene, e costringe spesso i centrali del Bologna a commettere fallo a causa della sua buona protezione del pallone.

All. Ventura 6,5 – La sua esasperazione tattica trova felicità nel guizzo di Belotti, ma altrimenti sarebbero stati dolori a non vincere in casa contro un Bologna rinunciatario. Ad ogni modo ha coraggio a sostituire Quagliarella con Maxi Lopez e gli va dato atto. L’argentino corre di più anche se a rivelarsi decisivi sono i giocatori mandati in campo dall’inizio.

 

BOLOGNA

Mirante 6 – Ottima la sua respinta in corner del tiro di Baselli ad inizio gara. Si ripete anche su Vives ma è costretto ad arrendersi sul missile ravvicinato scagliato in porta da Belotti. Anche il secondo gol non è di sua responsabilità.

Rossettini 5,5 – Adattato nel ruolo di terzino, non ci sono pretese di grandi sgroppate dal suo lato. Un po’ tutto il Bologna si limita alla fase difensiva in verità, e lui naturalmente ci va a nozze.

Maietta 4 – Spende un buon giallo per fermare una ripartenza di Belotti, ma se lo perde in occasione del gol. L’attaccante lo mangia, lasciandolo sul posto, con una progressione di forza. Costa cara l’incertezza. Non contento, pasticcia sul finale servendo a Vives la palla del raddoppio.

Gastaldello 6 – Si perde un po’ Quagliarella sullo schema del Torino da calcio piazzato durante il primo tempo. Per sua fortuna l’attaccante del Toro calcia male e Mirante para. Per il resto gara senza molti affanni, anche se Belotti costringe sull’attenti un po’ tutto il reparto.

Masina 5,5 – Non il giocatore ammirato nelle ultime giornate. Non assiste mai i principi di contropiede dei suoi e si limita al compito difensivo.

Donsah 5,5 – Gioca a tamponare nel centrocampo poco coraggioso dei rossoblu. Di sortite offensive nemmeno l’ombra però. Eppure il ghanese di qualità ne ha. Non male, tuttavia da lui ci si aspetta qualcosa di più che la gara anonima. Dal 79’ Mounier - s.v.

Diawara 6 – Lotta e corre a centrocampo, provando anche qualche lancio lungo per Mancosu o Acquafresca, tuttavia senza troppa precisione.

Brighi 5,5 – Corsa e lotta anche per lui. Garantisce schermo ed aiuto costante a tutta la retroguardia emiliana ma il suo contributo non basta ad evitare la capitolazione.

Rizzo 5 – Il Bologna è remissivo e quindi lui è fra i primi dei suoi giocatori che ne risente. Praticamente interpreta il ruolo dell’interno che non punge mai.

Mancosu 5 – Non prova nemmeno a vincerlo un duello con Glik. Leggero come una piuma, posto al centro dell’attacco del Bologna si rivela inconcludente anche a far salire i compagni, visto che comunque di palloni giocabili ne arrivano pochissimi. Fa rimpiangere Destro. Dal 63’ Acquafresca 5,5 – Ci mette un po’ più di brio perlomeno nei primissimi minuti dal suo ingresso rispetto alla prestazione sciorinata da Mancosu, poi si spegne.

Giaccherini 5 – Il Bologna non deve certo fare la partita all’Olimpico, tuttavia la gara di Giaccherini risulta negativa, anche in virtù della mancanza di spunti anche nel gioco di rimessa. Esce per problemi fisici. Dal 54’ Brienza 5 – Non aggiunge nulla alla manovra rossoblu ed anzi, viene risucchiato nel comporre un centrocampo a cinque in fase di non possesso.

All. Donadoni 5 – Male oggi. Il suo Bologna si limita a difendere accontentandosi e finisce col subire l’insistenza del Torino, che alla fine passa. Ci sta perdere a Torino, tuttavia non senza creare un pericolo alla porta difesa da Padelli.

 

Arbitro: Ghersini 6,5 – Partita diretta in modo impeccabile, senza l’abuso di cartellini. Unico episodio degno di nota, l'azione dal quale nasce il gol di Belotti: il Bologna protesta per un tocco con il braccio dell'attaccante granata che l'arbitro invece giudica involontario.

 

TABELLINO

TORINO-BOLOGNA 2-0

Torino (3-5-2): Padelli, Bovo, Glik, Moretti, Bruno, Acquah, Vives, Baselli, Molinaro, Quagliarella (dal 68’ Maxi Lopez). A disposizione: Ichazo, Zappacosta, Jansson, Castellazzi, Gazzi, Prcic, Pryima, Amauri. All. Ventura

Bologna (4-3-3): Mirante, Rossettini, Maietta, Gastaldello, Masina, Donsah (dal 79’ Mounier), Diawara, Brighi, Rizzo, Mancosu (dal 63’ Acquafresca), Giaccherini (dal 54’ Brienza). A disposizione: Oikonomou, Crisetig, Mbaye, Da Costa, Ferrari, Crimi, Morleo, Stojanovic . All. Donadoni

Marcatori: 75’ Belotti (T), 92’ Vives (T)

Arbitro: Davide Ghersini (Sez. di Genova)

Ammoniti: 64’ Maietta (B)

Espulsi:

 




Commenta con Facebook