• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Napoli-Inter, attacco contro difesa. Vincerà il gioco di Sarri o la concretezza di Mancini?

Napoli-Inter, attacco contro difesa. Vincerà il gioco di Sarri o la concretezza di Mancini?

Higuain e Insigne dovrebbero guidare l'attacco degli azzurri. Icardi out come con la Roma?


Maurizio Sarri ©Getty Images
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

27/11/2015 12:01

SERIE A NAPOLI INTER MANCINI SARRI HIGUAIN ICARDI / NAPOLI - Le news Serie A vedranno di fronte per la quattordicesima gioranta l'attacco stellare del Napoli contro la difesa di ferro dell'Inter. Dopo essere state protagoniste in estate sul calciomercato, la formazione di Sarri e quella di Mancini sono pronte a sfidarsi in quella che sarà una sfida dal sapore di Scudetto. Gli azzurri non perdono in campionato dalla prima giornata (sconfitta a Sassuolo) e anche il ruolino di Europa League è davvero impressionante: 5 vittorie su 5 partite. La banda di Mancini ha avuto una sola sbandata per ora in questo campionato contro la Fiorentina, poi è riuscita a battere Milan, Roma e a pareggiare con la Juventus confermandosi in testa al campionato in solitaria dopo il poker rifilato al Frosinone. Ad accendere la partita ci ha pensato anche Stevan Jovetic che ha parlato dell'Inter che ha cambiato obiettivi: non più solo qualificazione alla Champions League, ma si pensa anche allo Scudetto. 

FATTORE 'SAN PAOLO': 5 VITTORIE E UN PAREGGIO PER SARRI, L'INTER NON VINCE IN TRASFERTA DAL'97 IN CASA DEL NAPOLI

Si fronteggieranno la prima contro la seconda in classifica del campionato. Ma il Napoli ha dalla sua parte il fattore 'San Paolo': in casa dopo il pareggio con la Sampdoria per 2-2 alla seconda giornata sono arrivate solo vittorie. Battute Lazio, Juventus, Fiorentina, Palermo e Udinese. L'Inter, dal canto suo, vanta un buon ruolino lontano da Milano: in trasferta nessuna sconfitta e 14 punti conquistati in 6 partite frutto di 4 vittorie e 2 pareggi. A preoccupare, però, i tifosi nerazzurri ci sono i precedenti in casa del Napoli; l'Inter non vince al 'San Paolo' dal '97, in quell'anno alla guida della squadra nerazzurra c'era Gigi Simoni e si impose per 0-2 con reti di Galante e autorete di Turrini. Dopo quel successo il bilancio è pesantemente negativo per i nerazzurri: sei sconfitte e 3 pareggi in campionato. Nella scorsa stagione la squadra guidata da Benitez non è andata oltre il pareggio in campionato, 2-2 con reti di Hamsik e Higuain e di Palacio e Icardi per gli ospiti. In Coppa Italia, gli azzurri sono riusciti a eliminare i rivali grazie a una rete di Higuain. 

GLI AZZURRI PUNTANO SUL COLLAUDATO 4-3-3. MANCINI SORPRENDE: FUORI ICARDI COME CON LA ROMA?

Nel collaudato 4-3-3 di Sarri non ci sarà molto spazio per le sorprese. Assenti sicuri gli infortunati Mertens e Gabbiadini; il tridente degli azzurri sarà composto dai soliti noti: Callejon, Higuain e Insigne. Il tecnico è riuscito a tenere a riposo sia l'argentino che il partenopeo nel match di Europa League di ieri sera contro il Club Brugge. I due attaccanti hanno segnato 17 dei 24 gol della squadra e sono pronti a colpire nuovamente anche contro l'Inter. In difesa davanti a Reina (imbattuto da 5 giornate), dovrebbero esserci Hysaj, Albioli, il ritrovato Koulibali e Ghoulam. Il regista sarà Jorginho aiutato da Allan e Hamsik. Questa la probabile formazione del Napoli: Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Higuain, Insigne. Nell'Inter sono sicuramente maggiori i dubbi di formazione visto che Mancini starebbe pensando di lasciare fuori Icardi, come successo con la Roma. In attacco dovrebbero partire Jovetic, affiancato da Perisic e Ljajic pronti a quel ruolo di copertura offerto anche nel vittorioso match di 'San Siro' contro i giallorossi. Questa la probabile dei nerazzurri: Handanovic; Nagatomo, Miranda, Murillo, Juan Jesus; Guarin, Felipe Melo, Medel; Ljajic, Jovetic, Perisic.

SARA' SFIDA TRA IL GIOCO OFFENSIVO DI SARRI E IL PRAGMATISMO DI MANCINI. CHI VINCERA'?

Lo scontro tra Napoli e Inter sarà anche l'occasione di vedere due tecnici diversi come Sarri e Mancini a confronto. Il primo che ha fatto una lunga gavetta, prima di riuscire a imporsi col gioco a Empoli. Ora al Napoli l'allenatore sta cercando di costruire qualcosa di importante, puntando sulla qualità del gioco e su dei meccanisimi studiati alla perfezione in allenamento. Il secondo, Mancini, si è lanciato subito nel ruolo di allenatore terminata la carriera di calciatore e dopo le esperienze alla Fiorentina e alla Lazio ha lanciato alla vittoria l'Inter di Moratti. Nella passata stagione è tornato a Milano dopo aver accumulato esperienza in Inghilterra alla guida del Manchester City e in Turchia col Galatasaray. Due stili diversi in questo momento: da un lato il gioco, il possesso palla e la velocità delle giocate; dall'altro la fisicità, la concretezza e la voglia di vincere. Lunedì si saprà chi avrà avuto ragione. 




Commenta con Facebook