• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BARCELLONA-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI BARCELLONA-ROMA

Messi torna da fuoriclasse e la Roma crolla. Suarez implacabile a Neymar manca solo il gol


Leo Messi ©Getty Images
Davide Ritacco

24/11/2015 22:38

ECCO LE PAGELLE DI BARCELLONA-ROMA

 

BARCELLONA

Ter Stegen 7 – Giustifica la sua presenza in campo parando il rigore a Dzeko. Compie una buona parata anche su Iago Falque nella ripresa, rimediando così ad un'uscita non perfetta nel primo tempo, sul colpo di testa di Dzeko. Per il resto la Roma non lo impensierisce mai.

Dani Alves 6,5 – Assist in occasione del secondo gol e tanta spinta dalla sua parte. E pensare che la dirigenza non avrebbe voluto rinnovargli il contratto in estate. Nel vederlo oggi sarebbe stata una follia.

Piquè 7 – Trova il suo primo gol stagionale e una prestazione altrettanto convincente contro una squadra che però fa poco per metterlo in difficoltà. Dal 57’ Bartra 6 – Entra a gara già abbondantemente vinta e ha poco lavoro da fare.

Vermaelen 6 – Impreciso su Dzeko sia in avvio che in occasione del calcio rigore. In mezzo una gara solida ma macchiata dall’errore su Dzeko.

Jordi Alba 6 – Poco lucido in avvio ma alla fine è sempre uno dei più incisivi. La fascia sinistra è suo territorio anche se non spinge come altre volte.

Sergi Roberto 7 – Luis Enrique scegli lui per tenere a riposo Iniesta. Dopo la grande prestazione nel ‘clasico’ si conferma anche contro la Roma. Dal 64’ Adriano 6,5 – Fa in tempo a trovare la rete del 6-0 ribadendo in rete il rigore sbagliato da Neymar.

Busquets 6,5 – Magnifico interprete di un centrocampo fantastico. Sa impostare e recuperare palloni come pochi. E’ il vero metronemo della squadra. Dal 46’ Samper 6,5 – Altro giovane prodotto della famigerata cantera catalana. Altro potenziale campione.   

Rakitic 6,5 – Galleggia tra le linee facendo soffrire la Roma con i suoi movimenti a tagliare la retroguardia giallorossa. E pensare che anche lui è reduce da un infortunio.   

Messi 8 – Ritorna in campo dopo l’infortunio e sembra che non sia mai uscito. Una gara superba come solo i grandi fuoriclasse come lui sanno fare. Aveva voglia di giocare e tornare protagonista e si è visto.  

Suarez 7,5 – Da fenomeno qual è punisce la Roma con due gol bellissimi; ma se il primo è una pura formalità, la doppietta arriva alla fine del primo tempo con un tiro al volo magnifico. 

Neymar 7 – La sua velocità mette in croce Florenzi che spesso lo deve rincorrere. Si diverte anche contro Maicon ma è una serata stregata perché non trova il gol nemmeno dal dischetto. Una serata stregata che tutti vorrebbero avere…   

All. Luis Enrique 7,5 – L’azione del 2-0 è un piacere per gli occhi e fa bene al calcio. Con un tridente così è tutto possibile e lo spettacolo è assicurato. Bravo a gestire un gruppo collaudato anche nei momenti più difficile e sa imporre le sue idee con intelligenza.

 

ROMA

Szczesny 5,5 – Subisce sei reti e almeno il triplo dei tiri. Bravo in ogni occasione compreso il rigore parato a Neymar e sui gol non può farci molto.

Maicon 4 – Soffre troppo la vivacità del connazionale Neymar che spesso lo punta e da quella parte si eleva da protagonista.  

Manolas 4,5 – Gara bloccata, timido e annichilito dal tridente magico blaugrana. Conduce poco e male la difesa sbagliando spesso la posizione tenendo in gioco i fenomeni catalani.  

Rudiger 4 – Stesso discorso del suo collega ma è anche più macchinoso del solito. La sua gara è di una staticità imbarazzante. Pessimo nel tentare la trappola del fuorigioco, come tutto il reparto arretrato giallorosso.

Digne 4,5 – Nella ripresa prova a scrollarsi di dosso la paura e prova a spingere ma è una serataccia anche per lui. Spesso fuori posizione e poco attento, ha un sussulto nei secondi finali con un cross che regala a Dzeko il 6-1 finale.

Pjanic 4 – Voci di mercato dicono di un interesse nei suoi confronti da parte del Barcellona. Bene per la Roma vista la brutta prestazione del bosniaco che di sicuro non ha incantato i dirigenti spagnoli. Dal 74’ Ucan 4,5 – Entra in campo nell’ultimo quarto d’ora, a partita è ormai finita.

Keita 4 – Ritorna nel suo ex stadio davanti alla sua ex squadra. In teoria gli avversari parlano la sua stessa lingua ma non può esprimersi perché la vede pochissimo. Sbaglia anche lui spesso la posizione in campo come in occasione del quinto gol.   

Nainggolan 5 – Esce alla fine del primo tempo per preservarlo in quanto diffidato ma fin lì era andato in ‘barca’ come tutta la Roma. Dal 46’ Iturbe 5,5 – Entra per far rifiatare il belga e per provare a stupire al Camp Nou. Cade nell’imboscata come tutta la Roma ma almeno prova a pungere.   

Florenzi 4,5 – L’inesauribile jolly di Garcia questa sera non riesce ad essere utile alla causa. Corre spesso a vuoto risultando inutile sia in fase offensiva che difensiva. Dal 58’ Vainqueur 4,5 – Inutile apporto al match. Garcia lo mette dentro e lui subito prende un giallo per un fallo evitabile.    

Dzeko 5 – Ha una buona occasione nei primi minuti della partita ma il suo colpo di testa è impreciso sopra la traversa. Sbaglia il rigore ma segna di testa il gol della bandiera al 90’. Isolato e poco servito non può fare di più.

Iago Falque 4 – Sembra intimorito dal Camp Nou. Lui che ha sempre sognato l’esordio nello stadio della squadra che lo ha cresciuto. E’ più preoccupato a difendere che ad offendere e quando lo fa sbaglia il gol della bandiera.  

All. Garcia 4 – Ancora prima di iniziare la partita sa che la qualificazione passa dalla sfida casalinga col Bate. Certo, il Barcellona non è la prova più facile ma le lacune difensive sono veramente troppe. Al netto delle assenze non può ancora una volta subire un’imbarcata così importante, anche perchè è da queste partite che si evidenzia la maturità di una squadra. Questa Roma ha evidenti limiti anche di personalità. Le sostituzioni della ripresa, poi, danno in anticipo un segnale di resa a tutti i giocatori.  

 

Arbitro: Cakir 6,5 – Dubbi al 5’ per un fuorigioco fischiato a Neymar che porta Messi in rete; se c’è, è davvero millimetrico. Poi poco altro in una partita che si mette bene per il Barcellona e con poco agonismo. Bravo a decidere i cartellini e i pochi dubbi in area di rigore.    

 

TABELLINO

BARCELLONA-ROMA  6-1

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen; Dani Alves, Piquè (dal 57’ Bartra), Vermaelen, Jordi Alba; Sergi Roberto (dal 64’ Adriano), Busquets (dal 46’ Samper), Rakitic; Messi, Suarez, Neymar. disp.: Bravo, Iniesta, Mathieu, Munir. All.: Luis Enrique

Roma (4-3-3): Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger, Digne; Pjanic (dal 75’ Ucan), Keita, Nainggolan (dal 46’ Iturbe); Florenzi (dal 58’ Vainqueur), Dzeko, Iago Falque. A disp.: De Sanctis, Castan, Torosidis, De Rossi, Tumminello. All.: Rudi Garcia

Arbitro: Cuneyt Cakir (TUR)

Marcatori: 15’, 44’ Suarez (B), 18’, 60’ Messi (B), 56’ Piquè (B), 76’ Adriano (B), 90’ Dzeko (R)

Ammoniti: 41’ Piquè (B), 57’ Dani Alves (B), 62’ Vainqueur (R), 64’ Messi (B)

Espulsi:

Note: 75’ Szczesny para rigore a Neymar, 82’ Ter Stegen para rigore a Dzeko.




Commenta con Facebook