• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > ITALIANS - Coutinho strepitoso. Andreolli 'fa crack': stagione finita

ITALIANS - Coutinho strepitoso. Andreolli 'fa crack': stagione finita

Le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top/flop degli ex stranieri della Serie A


Philippe Coutinho © Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

23/11/2015 17:29

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - La pausa per gli impegni delle Nazionali è andata in archivio, lasciando spazio ai vari campionati europei. Calciomercato.it vi offre Italians nella sua veste classica: le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top ed i flop degli stranieri che hanno militano in passato nella nostra Serie A. Questa settimana, spazio a uno straordinario Coutinho. Bene Thiago Motta e Vincenzo Grifo. Flop Immobile, dramma Andreolli: stagione finita.

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO


FABIO BORINI (Sunderland): impegnato questa sera contro il Crystal Palace.

MATTEO DARMIAN (Manchester United): in panchina nella partita contro il Watford.

ANGELO OGBONNA (West Ham): in panchina nella partita contro il Tottenham. 

VITO MANNONE (Sunderland): impegnato questa sera contro il Crystal Palace.

GRAZIANO PELLE' (Southampton): 5,5 - Sottotono, come tutto il Southampton, nella sconfitta con lo Stoke City. Il centravanti della Nazionale di Conte riesce a strappare mezzo voto in più per un calcio di rigore procurato ma non fischiato (e clamoroso) che poteva valere il pareggio.

ALESSANDRO DIAMANTI (Watford): in panchina nella partita contro il Manchester United.

FEDERICO MACHEDA (Cardiff City): non convocato.

GABRIELE ANGELLA (Qpr): in panchina nella partita contro il Middlesbrough.

MARCO SILVESTRI (Leeds United): 6 - Nella sconfitta con il Roterham esce a testa alta. Non è colpevole in occasione del gol partita e si produce in un paio di interventi che limitano un passivo che poteva essere ben più pesante.

MIRCO ANTENUCCI (Leeds United): 5,5 - Sempre volenteroso ma poco preciso. Il bomber della squadra dello Yorkshire si fa vedere in un paio di occasioni nelle quali calibra male le conclusioni. Rimane però il più pericoloso dei suoi.

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds United): 5 - Brutto pomeriggio per il difensore ex Catania che gioca una gara nettamente insufficiente. Spesso in ritardo, quasi sempre in affanno quando il Roterham si affaccia nella metà campo del Leeds. 

TOMMASO BIANCHI (Leeds United): non convocato.

FRANCESCO PISANO (Bolton): non convocato.

FERNANDO FORESTIERI (Sheffield Wednesday): 7 - L'italo-argentino è un giocatore determinante in Championship. Mette il proprio piede nell'azione di tutti e tre i gol con i quali lo Sheffield Wednesday rimonta l'Huddersfield. Imprescindibile.

MICHAEL AGAZZI (Middlesbrough): non convocato.

DIEGO FABBRINI (Middlesbrough): 5,5 - Volenteroso e spesso nel cuore della manovra offensiva, viene servito poco dai compagni di squadra e questo influisce molto sul rendimento. Esce al 61'.  

MARCO VERRATTI (Psg): infortunato.

THIAGO MOTTA (Psg): 6,5 - Ottima partita dell'ex Inter su un campo davvero difficile. Thiago Motta si 'veste' da Verratti e fa girare la squadra al meglio, coniugando sia quantità in fase di interdizione che qualità durante la costruzione della manovra del Psg.

SALVATORE SIRIGU (Psg): in panchina nella partita contro il Lorient.

ANDREA RAGGI (Monaco): 6 - Partita non difficile per l'ex giocatore di Sampdoria e Palermo. Il Nantes gioca una gara molto contratta al 'Louis II' e lui può gestire la fase difensiva senza andare in apprensione, facendo valere tutta l'esperienza del caso.

STEPHAN EL SHAARAWY (Monaco): s.v.

PAOLO DE CEGLIE (Marsiglia): non convocato.

CHRISTIAN BATTOCCHIO (Brest): impegnato questa sera contro il Le Have.

GIULIO DONATI (Bayer Leverkusen): 6 - Poca spinta nella vittoria esterna con l'Eintracht Francoforte. Donati deve coprire le sortite offensive di Kampl e lo fa in maniera egregia. Poco appariscente ma di grande sostanza, utile a Schmidt.

LUCA CALDIROLA (Darmstadt): 5,5 - Fuori posizione in occasione del 3-1 dell'Ingolstadt sul suo Darmstadt, per il resto non ha particolari colpe, anzi. Lotta come un leone e in difesa è forse l'unico a salvarsi nella disfatta esterna.

GIANLUCA CURCI (Mainz): in panchina nella partita contro il Colonia. 

VINCENZO GRIFO (Friburgo): 7 - Nella vittoria per 4-1 sul Paderborn è tutto il Friburgo a girare a meraviglia, ma Grifo è certamente uno dei più positivi. Spesso pericoloso con i tagli dall'esterno, si rende protagonista di un gol meraviglioso da calcio di punizione.

CIRO IMMOBILE (Siviglia): 5 - Segna un gol regolare che gli viene ingiustamente annullato. Poi cala di rendimento e nella ripresa si fa ipnotizzare da Rulli a tu per tu. Poteva essere il vantaggio, invece il Siviglia perde in casa della Real Sociedad.

MARCO ANDREOLLI (Siviglia):  s.v.: esce infortunato per la rottura del tendine d'Achille. Per lui, purtroppo, la stagione è già finita. 

DANIELE BONERA (Villarreal): 6 - Sfortunato. Entra al posto dell'infortunato Bailly e a sua volta deve uscire per un grave infortunio muscolare al polpaccio (strappo).

FRANCESCO BARDI (Espanyol): in panchina nella partita contro il Malaga.

SIMONE VERDI (Eibar): infortunato.

CRISTIANO BIRAGHI (Granada): 6,5 - Ottima partita per l'ex terzino del Chievo che partecipa al trionfo del suo Granada con l'Athletic Bilbao. Molto bene sia in fase difensiva che di proposizione, da quella parte non si passa e per i baschi sono dolori.

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia): 6 - Nonostante la sconfitta casalinga con l'Atletico Madrid, l'ex Fiorentina disputa una buona gara anche se poco coadiuvato dai compagni di squadra. Il risultato negativo non dipende solamente da lui.

VINCENZO RENNELLA (Betis Siviglia): infortunato.

ROLANDO BIANCHI (Maiorca) 4,5 - Entra dalla panchina al posto di Javi Ros ma non riesce in alcun modo a portare benefici al Maiorca che pareggia con il Lugo. Spreca nel finale una grande occasione dopo un calcio da fermo. Prestazione da dimenticare.

ALBERTO AQUILANI (Sporting Lisbona): in panchina nella partita di Coppa contro il Benfica.

BRYAN CRISTANTE (Benfica): non convocato.

PABLO DANIEL OSVALDO (Porto): 5 - Poteva fare molto di più nella trasferta di coppa con l'Angrense. La scena se la prende tutta Bueno e l'ex Roma e Juventus sbaglia anche nel finale un gol che poteva ridargli lo smalto delle prime gare portoghesi.

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca): 5,5 - Il suo Spartak Mosca vince 3-2 con il Krasnodar ma l'ex difensore del Milan è protagonista di una partita negativa, come i compagni di difesa che vengono trafitti praticamente ad ogni assalto avversario.

DOMENICO CRISCITO (Zenit): 6 - Ordinaria amministrazione per lui nella vittoria del suo Zenit sull'Ural per 3-0. Ottimo in copertura, preciso nei movimento. Per quanto riguarda la fase offensiva lascia il compito ai giocatori più avanzati come gli chiede Villas-Boas.

STEFANO OKAKA (Anderlecht): l'Anderlecht non ha giocato per via dell'allerta terrosismo disposta dalle massime autorità belghe.

DAVIDE PETRUCCI (CFR Cluj): 5,5 - Nello 0-0 con il CSMS Iasi poteva e doveva fare di più. Volenteroso come sempre, non sembra essere la giornata giusta e ne soffre tutto il Cluj.

ALEX VALENTINI (Lugano): 4  - Le colpe non solo solamente sue ma nei 5 gol presi dallo Zurigo c'è tanta responsabilità di un portiere che non regala sicurezza al reparto e si vede.

ORLANDO URBANO (Lugano): 5,5 - Segna un eurogol e merita mezzo voto in più ma il suo compito sarebbe quello di evitarli ed invece guida una difesa sgangherata che fa acqua da tutte le parti. 

MARIO PICCINOCCHI (Lugano): non convocato.

ALESSANDRO MASTALLI (Lugano): in panchina nella partita contro lo Zurigo.

SEBASTIAN GIOVINCO (Toronto FC): stagione terminata.

ANDREA PIRLO (New York City): stagione terminata.

MARCO DONADEL (Montreal Impact): stagione terminata.

FEDERICO PIOVACCARI (Western Sydney Wandererers): 6,5 - Secondo gol per Piovaccari che è sempre più negli schemi del Western Sydney Wanderers, vittorioso contro il Wellington Phoenix. Buona prova per l'ex Eibar che sta conquistando anche i 'Socceroos'.


ITALIANS - TOP E FLOP TRA GLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

I TOP 3 DEL WEEKEND

PHILIPPE COUTINHO (Liverpool): 8,5 - A Milano sponda Inter forse non si mangiano le mani, visti i risultati della squadra di Mancini, ma un minimo di rimpianto permane. Il brasiliano del Liverpool è diventato un giocatore totale e sta beneficiando della cura Klopp. Nel 4-1 esterno col Manchester City gioca una partita mostruosa facendo a fette la difesa di Pellegrini ed entrando nei primi tre gol, realizzando personalmente il secondo. Sempre più top player, la 10 sulle spalle è meritatissima.

BOJAN KRKIC (Stoke City) 7,5 - L'ex ragazzo prodigio della 'cantera' del Barcellona ha finalmente trovato la sua dimensione. I passaggi a vuoto con Roma e Milan sono alle spalle. I 'Potters' di Mark Hughes ringraziano sentitamente: la vittoria col Southampton ha in calce la firma del ragazzo spagnolo che segna il gol partita e fa ammattire i 'Saints' con movimenti di scuola 'guardiolista'. Non sempre seguito dai compagni di squadra, è l'uomo in più degli ospiti anche se esce al 71'. Redivivo.

MARIO GOMEZ (Besiktas) 7 - Il Besiktas liquida il Sivasspor e rimane in vetta alla classifica del campionato turco. Il match winner, tanto per cambiare, è Mario Gomez che segna su calcio di rigore il nono gol della propria stagione (meglio di lui solo Samuel Eto'o). La rete dal dischetto è però solo il coronamento di una prestazione da grande attaccante, che a Firenze evidentemente non era mai sbarcato. Lotta e fa lottare i compagni, segna e fa vincere la squadra. Più di così non si può.

I FLOP 3 DEL WEEKEND

ZDRAVKO KUZMANOVIC (Basilea): 5 - E' il simbolo della inaspettata sconfitta della corazzata Basilea (al secondo ko consecutivo) in casa del modesto San Gallo. Kuzmanovic gioca nel cuore della mediana ma non riesce a dettare i tempi nella maniera giusta, complice anche la nevicata che colpisce la città svizzera. Finora una buona stagione per l'ex Inter, ma questa battuta a vuoto potrebbe suonare come un campanello d'allarme dopo il 2-3 interno patito con il Grasshoppers. 

EDU VARGAS (Hoffenheim) 4,5 - Entra al 63' per provare a raddrizzare una partita nata storta e finita peggio. Nella neve di Berlino, l'Hertha batte l'Hoffenheim ed il cileno continua la sua stagione estremamente negativa. Gioca mezz'ora senza praticamente farsi vedere, un sorta di riassunto dell'annata disputata fino a questo punto (11 presenze e la miseria di un gol). Il suo caso è oggetto di studio scientifico: strepitoso in Nazionale, quasi invisibile con le squadre di club.

MAPOU YANGA-MBIWA (Lione): 4 - Disastro Lione a Nizza. La squadra di Hubert Fournier perde 3-0 e il peggiore è sicuramente l'ex romanista Mapou Yanga-Mbiwa. Disastroso al centro della difesa, sbaglia tempi e marcature facendo trasparire insicurezza ad ogni attacco avversario. Autore anche del goffo autogol del 2-0, non poteva sinceramente giocare una gara peggiore. Un vero peccato perché fino a questo punto la sua stagione era stata sufficiente.

 




Commenta con Facebook