• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Felipe Melo: "Mancini un grande. Pirlo sarebbe il benvenuto"

Inter, Felipe Melo: "Mancini un grande. Pirlo sarebbe il benvenuto"

Il centrocampista brasiliano lancia un messaggio anche a Dunga: "Sto lavorando duro per essere convocato"


Felipe Melo (Getty Images)

16/11/2015 16:57

FELIPE MELO / MILANO - A tutto Felipe Melo. Il centrocampista dell'Inter si è raccontato in una lunga intervista ai microfoni di 'Fox Sports Brazil' dove ha parlato dei suoi primi mesi in nerazzurro, del rapporto con Mancini e non solo.

IL RAPPORTO COL 'MANCIO' - Si parte con gli elogi al tecnico di Jesi: "A prescindere da quello che ha fatto per portarmi in nerazzurro, Mancini è un ottimo allenatore. Lavora molto e io sono cresciuto parecchio con lui al Galatasaray. Abbiamo vinto insieme e voglio imparare sempre di più da lui". 

L'INTER - In appena tre mesi, il mediano si è conquistato un ruolo da leader nella rosa nerazzurra oltre che il cuore dei suoi nuovi tifosi: "Credo che non solo la prima partita sia stata importante ma è stata fondamentale la continuità - ha proseguito - È chiaro che arrivare, vincere il derby col Milan e mostrare a tutti che voglio sempre vincere, è stato decisivo. Non posso essere il più forte ma do tutto per arrivare in alto".

PIRLO? BEN VENGA - Nelle ultime settimane si è fatto un gran parlare del possibile ritorno in nerazzurro di Andrea Pirlo, una situazione che potrebbe togliergli spazio dall'undici titolare: "A me piace giocare e vincere per l'Inter, indipendentemente da chi gioca al mio fianco. Sono qui per vincere e chiunque venga a darci una mano per riuscirci sarà il benvenuto".

IL BRASILE - Chiusura dedicata al sogno di tornare ad indossare la maglia della 'Seleção': "Il momento giusto per tornare in Nazionale sarà quando arriverà la convocazione. Ognuno fa le sue scelte e ha le sue idee ma sono già 4-5 anni che mostro il mio calcio. Ho fatto bene in Turchia e sto lavorando duro anche ora. È chiaro che sto aspettando una chiamata di Dunga".

D.G.




Commenta con Facebook