• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Pjanic: "Ecco chi vincerà lo Scudetto". Poi parla del suo futuro

Roma, Pjanic: "Ecco chi vincerà lo Scudetto". Poi parla del suo futuro

Il centrocampista oggi sfida l'Irlanda: "La maglia della Bosnia mi scalda il cuore"


Miralem Pjanic (Getty Images)
Marco Di Federico

16/11/2015 07:45

PJANIC ROMA BOSNIA SCUDETTO / DUBLINO (Irlanda) - Stasera Miralem Pjanic si gioca l'accesso all'Europeo con la sua Bosnia sul campo dell'Irlanda. Un appuntamento cruciale per la sua stagione, prima di rituffarsi con tutte le sue forze nella cavalcata della Roma verso uno Scudetto che manca da 14 anni. Sulle colonne della 'Gazzetta dello Sport', Pjanic ha parlato del match di oggi, del suo futuro in chiave calciomercato e di tutte le ultime news Roma.

ROMA - "Dobbiamo cercare la continuità. In campionato potevamo avere qualche punto in più: non meritavamo di perdere a Genova e Milano. Ci aspetta un ciclo importante prima di Natale: dobbiamo salutare il 2015 il più in alto possibile. - le sue parole - In Champions ci manca sempre qualcosa al momento di chiudere le partite. Ci complichiamo la vita. A Leverkusen siamo passati dallo 0-2 al 4-2 e siamo riusciti ad incassare due gol negli ultimi sei minuti, pareggiando 4-4. Abbiamo rischiato anche all'Olimpico, ma il 3-2 è un risultato d’oro".

SCUDETTO - "È il miglior campionato degli ultimi anni, aperto fino all'ultimo. Vincerà chi sarà più continuo. Sarri sta lavorando benissimo. È riuscito a migliorare il Napoli di Benitez. Il punto di forza è Higuain: è uno dei giocatori più decisivi della Serie A. La Fiorentina mi ha fatto una bella impressione. Con l'Inter non dovevamo perdere. Finora non ha rubato l'occhio, ma ci ha battuto. E questo significa che ha sostanza".

FUTURO - "Sto bene fisicamente e questo mi aiuta. Mi sono allenato durante le vacanze per superare il problema alla caviglia che la scorsa stagione mi aveva costretto a giocare con il dolore. Qui sto bene, vincere qualcosa renderebbe tutto perfetto".

CONTE - "Nell'Italia si vede la sua mano. Conte è un vincente, uno dei migliori al mondo. I miei compagni di squadra della Roma sono entusiasti di lui quando tornano dalle partite con la Nazionale".

EURO 2016 - "Dobbiamo abbracciare la Francia e non lasciarla sola in questa guerra. La Francia va sostenuta. L'Europeo va affrontato senza paura. Il calcio è una parte importante della vita quotidiana e noi non dobbiamo rinunciare alle nostre cose".

SPAREGGIO - "È chiaro che l'1-1 non è il risultato che volevamo, ma sapevamo che questa sfida dura centottanta minuti e che a Dublino avremmo dovuto segnare almeno un gol. Lo scenario non è cambiato. In teoria, basta vincere 1-0. Noi vogliamo regalare una gioia al nostro Paese. Il calcio accende la luce negli occhi al popolo bosniaco".

BOSNIA - "La maglia della Bosnia mi scalda il cuore: rappresenta le mie origini, il mio sangue, la mia cultura. La Bosnia è la mia anima".




Commenta con Facebook