• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Moto Gp, la lettera di Cremonini: "Marquez invidioso. Non sarà mai come Rossi"

Moto Gp, la lettera di Cremonini: "Marquez invidioso. Non sarà mai come Rossi"

Il cantante emiliano prende ancora una volta le difese del 'Dottore'


Marquez e Lorenzo (Getty Images)

12/11/2015 13:43

MOTO GP LETTERA CREMONINI MARQUEZ ROSSI / ROMA - Cesare Cremonini, grande amico di Valentino Rossi, sostiene ancora una volta il 'Dottore' dopo il titolo mondiale perso e stavolta lo fa in una lettera al 'Corriere della Sera'. Ecco alcuni estratti: "Sapevamo che Marc Marquez voleva (e vorrà ancora) essere il 'nuovo' Valentino Rossi ma si è giocato per sempre questa possibilità. Forse lo spagnolo non ha ancora compreso che lo sportivo più forte è quello capace di subire anche le sconfitte più dolorose e rialzarsi, di tornare al lavoro e giorno dopo giorno riconquistare la vetta. Se lo cerchi, Marc, lo trovi sotto la voce 'Valentino Rossi'. Il 'biscottone iberico' è l’esatto contrario, è qualcosa che ridimensiona il valore sportivo del ragazzino spagnolo dal sorrisetto facile. La Moto Gp corre il rischio di non essere più la stessa. E' figlia di una nuova tipologia di 'sportivo' fino a oggi sconosciuta. Una selezione geneticamente alterata di pilota da corsa, quasi infallibile ma fallato che, per qualche ragione, non troppo difficile da comprendere, è riuscita a piantare radici, proliferare e vivere da campione nello stesso ambiente dei campioni. Ma lo immagino così, Marc che cerca disperatamente di fuggire da quell’insopportabile sorriso leggero e consapevole il cui copyright è di Vale, sia che vinca sia che perda, e che rappresenta l’Italia e il mondo che lo ama e che ama il nostro Paese. Marc: hai rubato questo decimo mondiale a Valentino consegnandolo a Lorenzo, ma non hai vinto la tua debolezza".

J.T.




Commenta con Facebook