• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Balotelli out: Honda potrebbe restare

Calciomercato Milan, Balotelli out: Honda potrebbe restare

Con le incognite sul recupero di 'Super Mario' il giapponese sarà bloccato


Honda ©Getty Images
Jonathan Terreni

12/11/2015 10:12

MERCATO MILAN BALOTELLI HONDA CERCI NIANG SUSO BALOTELLI / MILANO - Le incertezze sul rientro di Mario Balotelli (nel 2016?) potrebbero cambiare anche gli scenari di calciomercato in casa Milan. 'Super Mario' è alle prese da diverso tempo con un problema agli adduttori che obbliga alla pazienza. Primo perché quella è sempre una zona delicata per un calciatore, secondo perché ancora non si conoscono le terapie (o eventuali operazioni) ne, tanto meno, i tempi di recupero. Diventa quindi necessario fare due conti in anticipo soprattutto nel reparto attaccanti dove Sinisa Mihajlovic sembra aver rispolverato Alessio Cerci, partito titolare nelle ultime uscite dei rossoneri. L'ex Torino sembra aver ritrovato fiducia, in attesa di recuperare anche il passo e le prestazioni. Poi c'è sempre l'iberico Suso, finito nel dimenticatoio, per il quale, come riportato in esclusiva da Calciomercato.it c'è l'interesse concreto di una squadra spagnola che ci proverà a gennaio.

Ma non è finita qui. Intanto anche Niang è stato recuperato in pieno e sarà un'ulteriore arma a disposizione del tecnico serbo che deciderà poi in queste settimane se tesserare o meno Kevin-Prince Boateng e regalare un nuovo nostalgico colpo al mercato Milan. Infine il capitolo Keisuke Honda. Secondo il 'Corriere dello Sport' il giapponese, che fino a qualche settimana fa sembrava vicino all'addio, potrebbe restare in rossonero almeno fino al termine della stagione per non accorciare troppo la coperta nel reparto offensivo. Il rapporto con il pubblico di 'San Siro' si è fatto difficile, è vero, complici alcune prestazioni largamente sottotono in questa prima parte di stagione. Privarsi di lui, oltre che dal punto di vista commerciale (Honda è fondamentale per il brand Milan in Asia), diventerebbe però pericoloso anche in ottica tattica perché di fatto là davanti resterebbero in pochi e un raffreddore a Bacca o Luiz Adriano farebbe scattare l'allarme.

 




Commenta con Facebook