• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Palermo, Perinetti: "Per riprendersi basta una vittoria. Vazquez è egocentrico"

Palermo, Perinetti: "Per riprendersi basta una vittoria. Vazquez è egocentrico"

L'ex dirigente rosanero difende la squadra di Iachini


Giorgio Perinetti © Getty Images

06/11/2015 15:38

PALERMO PERINETTI IACHINI VAZQUEZ AVELAAR ZAMPARINI / PALERMO - A soli due punti dalla zona retrocessione, il Palermo non sta di certo affrontando il suo miglior periodo. Voci di mercato sottolineano come la panchina di Iachini sia a rischio, nonostante il vice presidente rosanero Miccichè ai nostri microfoni abbia rilasciato dichiarazioni diverse sul futuro del tecnico. Alcuni calciatori inoltre sono finiti nel mirino della critica per le ultime prestazioni poco convincenti. Sull'argomento si è espresso Giorgio Perinetti, direttore sportivo del Venezia ed ex del Palermo: "Vazquez è un talento puro, ma vede il calcio in maniera egocentrica. Lo scorso anno poteva dialogare con Dybala - ha dichiarato a 'stadionews24' - col quale parlava la stessa lingua. Oggi si ritrova al fianco di Gilardino e credo debba adattarsi".

Altro giovane che potrebbe di certo dare di più alla causa rosanero è Lazaar: "Lo scorso anno ha fatto bene - ha dichiarato Perinetti - ma è ancora giovane. Inoltre certe offerte  in fase di calciomercato, come quella del Monaco, tendono a distrarre. Sarebbe bene restare con i piedi per terra".

Sul fronte della guida tecnica si è ipotizzato un repentno cambio di rotta del presidente Zamparini, ancor prima della sfida contro il Chievo. Perinetti però smorza i toni su Iachini: "E' una situazione delicata, ma il tecnico può uscirne grazie anche soltanto a una vittoria. Conosco Zamparini e so che è preoccupato per i risultati, ma le sue parole sono sempre volte a stimolare".

 

L.I.




Commenta con Facebook