• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Ancelotti: "Scudetto ancora possibile, Champions no"

Juventus, Ancelotti: "Scudetto ancora possibile, Champions no"

Il tecnico di Reggiolo analizza il momento della squadra di Allegri


Carlo Ancelotti (Getty Images)
Vincenzo Matino (Twitter: @vincenzomatino)

05/11/2015 16:54

ANCELOTTI JUVENTUS CHAMPIONS LEAGUE SERIE A SCUDETTO / ROMA - Tempo di bilanci per la Juventus di Max Allegri. Dopo due mesi di campionato, intervallati dalle notti di Champions League, i bianconeri stazionano a metà classifica, a -9 punti dalle prime della classe Inter e Fiorentina. Situazione nuova per la società torinese, che di certo non si aspettava un inizio così difficile, soprattutto dopo la dispendiosa campagna di  calciomercato portata a termine in estate, con gli arrivi di Dybala e Mandzukic su tutti. Oltre al campionato, dove i tifosi si aspettavano sicuramente di più, i problemi strutturali e caratteriali della squadra sono stati evidenziati anche dalle gare disputate in Europa, in Champions League. Nonostante la qualificazione sia ampiamente alla portata dei ragazzi di Allegri, la formazione bianconera sembra una lontana parente di quella arrivata in finale solo qualche mese fa. 

I risultati altalenanti e il gioco poco brillante mostrato in questo scorcio di stagione, secondo Carlo Ancelotti, ex allenatore bianconero e ultimo tecnico italiano a vincere la Champions League, sono da imputare principalmente alla perdita di campioni del calibro di Pirlo, Tevez e Vidal. Ai microfoni di 'goal.com', il tecnico di Reggiolo ha detto la sua sulle ultime news Juventus e sulle prospettive future del club: "Penso sia difficile che la Juve possa andare di nuovo in finale dopo aver perso giocatori di simile livello. I bianconeri hanno preso dei giovani di grande talento che sicuramente faranno bene ma che hanno bisogno di tempo per entrare nei meccanismi". Discorso a parte merita, secondo Ancelotti, la Serie A, ancora senza un padrone dopo due mesi e con la corsa scudetto ancora aperta, anche per i bianconeri: "La media-punti mi pare più bassa del solito e per questo credo che la Juve abbia ancora tempo per recuperare, fermo restando che la squadra che ha più chances di vincere il titolo è la Roma, è quella che forse ha l'attacco più pericoloso". Il record di 102 in classifica resterà probabilmente ineguagliabile, ma con un campionato ancora tutto da scrivere la Juventus può sicuramente dire ancora la sua. 




Commenta con Facebook