• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Roma-Lazio, Gabrielli: "Aperto al dialogo. Le Curve dimostrino di rispettare le regole e..."

Roma-Lazio, Gabrielli: "Aperto al dialogo. Le Curve dimostrino di rispettare le regole e..."

Il Prefetto della capitale ha parlato della situazione tifosi prima del derby


Stadio
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

05/11/2015 10:09

SERIE A ROMA LAZIO DERBY CURVE PREFETTO GABRIELLI / ROMA - Domenica pomeriggio le news Serie A vedranno di fronte Roma e Lazio all''Olimpico'. La gara verrà giocata alle 15 e sull'argomento delle due tifoserie è interventuto, intervistato dal 'Corriere dello Sport', il Prefetto di Roma Gabrielli. Queste le sue parole riportate da Calciomercato.it: "Il problema principale a cui io devo rendere conto è l'incolumità delle persone. Quando sono diventato Prefetto il Questore mi ha fatto notare come nelle Curve non ci fossero più spazi vuoti. La capienza dichiarata era di 8700 posti, mentre durante le partite si arrivava a 11-12000 utlizzando gli spazio vuoti delle scale e i vari posti 'finti'. Così ho voluto e ho dovuto ripristinare l'ordine. Io sono aperto al dialogo, chiedo solamente che i tifosi dimostrino di poter gestire le curve in una maniera diversa, non sono interessate a fare muro contro muro. Le curve non sono zone franche dove le persone possono fare quello che vogliono. Io sono solamente interessato al fatto che Roma viva in una condizione di serenità e per fare questo devo far rispettare le regole. Il pensiero sbagliato è che i tifosi pensano che le curve siano casa loro, ma non è così. Le misure che abbiamo adottato non hanno una funzione punitiva, ma semmai preventiva".

Il Prefetto ha parlato anche del discorso delle barriere allo stadio: "Il discorso non può essere il ricatto togliete le barriere e noi ci comporteremo bene. E' il contrario: tornate allo stadio, comportatevi secondo le regole e poi le barriere si potranno anche togliere. Steward? E' un tema centrale sul quale l'Italia deve ancora migliorare. In molti casi sono proprio queste persone a chiederci di non metterle in pericolo e così i servizi di polizia sono stati implementati. Le società non sempre aiutano, ad esempio sul contributo per l'ordine pubblico allo stadio: Lotito è stato collaborativo, mentre la Roma ha solo subito. Derby di notte? In questo clima di tensione è impossibile. Io mi aspetto che i tifosi tornino allo stadio a tifare per la propria squadra e, soprattutto, rispettando le regole. I tifosi delle curve valgono come tutti gli altri tifosi".  




Commenta con Facebook