• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BORUSSIA MONCHENGLADBACH-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI BORUSSIA MONCHENGLADBACH-JUVENTUS

Buffon è mostruoso ed evita la capitolazione dei bianconeri. Lichtsteiner ritorno con gol. Johnson spicca fra i tedeschi


Buffon ©Getty Images
Rocco Crea

03/11/2015 22:42

ECCO LE PAGELLE DI BORUSSIA MONCHENGLADBACH-JUVENTUS:

 

BORUSSIA MONCHENGLADBACH

Sommer 6,5 – Non può nulla sulla rete di Lichtsteiner. Per il resto buona la sua prova, con alcuni interventi che evitano la capitolazione come in occasione del colpo di testa di Evra.

Nordtveit 6,5 – Non appena può non ci pensa su e calcia in porta in cerca di fortuna, che però non trova. Il più propositivo della retroguardia tedesca.

Christensen 6 – Dybala e Morata sono in giornata no e quindi non compie figuracce, anzi. I centrali del Borussia reggono bene.

Álvaro Domínguez 6 – Gioca al pari del compagno di reparto per l’apporto messo a disposizione della causa tedesca.

Wendt 6,5 –  Mette in mezzo la palla che Raffael raccoglie e serve a Johnson per quella che diviene la rete del vantaggio. Sulla sua fascia è un pericolo costante nei primi venti minuti.

Traoré 6,5 – Per larga parte della prima frazione la fa da padrone con spunti ed accelerazioni fulminee. Nella ripresa cala un po’ com’è anche comprensibile considerato lo sforzo offerto all’inizio.

Dahoud 6,5 – Fa  tremare la Juve dopo circa dieci minuti con una gran botta da fuori che si stampa sulla traversa. Gioca una partita che è il risultato di lotta e qualità, si rende prezioso anche in fase di spinta.

Xhaka 6,5 – Toglie dalla testa di Dybala la palla del possibile pareggio a tre minuti dalla fine del primo tempo, rivelandosi provvidenziale. Poi tanta quantità per fare filtro in mezzo al campo ed anche una conclusione pericolosa sventata da Buffon.

Johnson 7 – Porta in vantaggio i suoi con un diagonale su cui Buffon non può nulla. Ma in generale risulta il migliore dei suoi offrendo appoggio e spinta su entrambe le fasce, perché Schubert lo alterna con Traorè. Dall’85’ Hazard 6 – Un gigantesco Buffon sventa una sua conclusione da fuori che avrebbe potuto significare tre punti per il Borussia.

Stindl 6 – Una conclusione da fuori per lui e poco altro in zona gol, fino a quando non colpisce di testa a botta sicura ma un monumentale Buffon gli evita la gioia del gol.

Raffael 6 – Suo l’assist per il gol di Johnson, per il resto offe il suo contributo alla manovra offensive pur non rendendosi particolarmente pericoloso.

All. Schubert 6,5 – Se il Borussia gioca in velocità e con grande temperamento è merito suo, che ha ripreso una squadra che sembrava oramai allo sbando prima del suo arrivo.

 

JUVENTUS

Buffon 8 – Nessuna colpa sul gol e, prima ancora, ringrazia la traversa che ferma la conclusione di Dahoud. E’ monumentale sia nel respingere il colpo di testa di Stindl che nel deviare sulla traversa la conclusione di Hazard sul finale. Se la Juve torna con un punto in Italia è specialmente per merito suo.

Lichtsteiner 7 – Torna oggi dopo il delicato intervento al cuore e trova un gol fantastico che regala alla Juventus il pareggio in un momento di difficoltà. La conclusione al volo è splendida, e si insacca all’angolino basso sinistro laddove Sommer può solo guardare. Si rende autore anche di un’ottima diagonale difensiva su una pericolosa ripartenza del Borussia quando il risultato è ancora sullo 0-0. Non poteva immaginare ritorno più bello.

Chiellini 5  – Erroraccio sulla palla messa in mezzo da Wendt in occasione della rete del vantaggio tedesco. Il gorilla bianconero tocca il pallone ma non lo arpiona, lasciando così la strada spianata a Johnson che quindi trafigge Buffon. Si riprende col passare dei minuti attuando buone chiusure ma, considerando anche il rosso di Reggio Emilia, rimane decisamente un periodo negativo per lui.

Bonucci 6,5 – Conduce una gara priva di patemi d’animo nonostante l’esuberante avvio del Borussia. Diligente e preciso, questa sera si rivela l’ancora di salvezza nel pacchetto centrale di cui dispone la Juventus.

Evra 6 – Protagonista di un imperioso stacco di testa che costringe Sommer a smanacciare in angolo. La sua esperienza serve molto ai bianconeri, specie in marcatura. Tuttavia serve qualcosa in più anche nel lavoro offensivo sulla fascia.  

Sturaro 5 – Non segue Wendt che perciò si trova libero di mettere in mezzo il pallone giunto sui piedi di Johnson. Avversari veloci ed aggressivi come i tedeschi dovrebbero esaltare le sue qualità ed invece il centrocampista bianconero non riesce a vincere contrasti e rubare palloni per far ripartire i compagni. Xhaka e Dahoud se lo mangiano. Dall’87’ Lemina s.v.

Marchisio 5 – Non riesce a far girare la squadra perché il pressing dei padroni di casa è asfissiante per quasi tutto il corso del primo tempo. Anzi, il principino della Signora va in affanno anche quando si tratta di far legna e perde qualche pallone di troppo. Poi, in dieci, naturalmente soffre ancora di più come tutta la squadra.

Pogba 7 – Si traveste da Pirlo e toglie dal cilindro un suggerimento capolavoro per la rete del pari siglata da Lichtsteiner, proprio come ai tempi dell’asse formata da Mozart e dal pendolino svizzero. Questa Juve ha tremendamente bisogno delle sue invenzioni, perchè è il giocatore bianconero dal maggior talento. La sua prestazione risente dell’inferiorità numerica, ma è inevitabile.

Hernanes 4 – Si vede solo per una conclusione sbilenca da fuori area ed un’altra debole che non crea alcun patema a Sommer. Il brasiliano dietro le punte combina poco ed appare lento oltre che impacciato. Fuori dalla partita, viene espulso al 57’ lasciando la Juventus in dieci proprio nel suo miglior momento.

Dybala 5 – In zona gol oggi si rivela insufficiente. Le sue conclusioni risultano deboli e, nel complesso, il giovane argentino appare come il lontano parente di quello ammirato nelle recenti sfide di campionato. Certo è che i teutonici sono altra cosa, ma partite del genere richiedono più cattiveria e vivacità. Dal 62’ Cuadrado 6 – Si ritrova prima punta quando esce anche Morata ma in realtà può solo limitarsi ad aiutare i compagni a difendere il prezioso pareggio.

Morata 5,5 – Quando accende la luce si vede, come in occasione della gran palla con cui mette Dybala in condizione di calciare davanti a Sommer. Per il resto appare comunque pigro e poco lucido. Un po’ meglio nella ripresa. Dal 74’ Barzagli s.v.

All. Allegri 5 – Si rivela errata la scelta di schierare Hernanes trequartista. Il brasiliano delude non entrando mai nel vivo del gioco e per giunta si fa anche espellere. I cambi che opera sono forzati anche in ragione di questo. Si poteva fare meglio anche sul piano della grinta.

 

Arbitro: Björn 5,5 – Sanziona senza mezze misure l’intervento con piede a martello di Hernanes. Fischia quando deve, lasciando correre e senza spezzettare il gioco quando effettivamente non serve. Fiscale nel giallo a Marchisio.

 

TABELLINO

Borussia Monchengladbach - Juventus 1-1

Borussia Monchengladbach (4-4-1-1): Sommer, Nordtveit, Christensen, Alvaro Dominguez, Wendt, Traorè, Dahoud, Xhaka, Johnson (dall’85’ Hazard), Stindl, Raffael. A disposizione: Schulz, Brouwers, Heimeroth, Drmic, Hrgota. All. Schubert

Juventus (4-3-1-2): Buffon, Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra, Sturaro (dall’87’ Lemina), Marchisio, Pogba, Hernanes, Dybala (dal 62’ Cuadrado), Morata (dal 74’ Barzagli). A disposizione: Neto, Alex Sandro, Mandzukic, Zaza. All. Allegri

Marcatori: 18’ Johnson (B), 44’ Lichtsteiner (J)

Arbitro: Kuipers Björn (NED)

Ammoniti: 56’ Marchisio (J), 62’ Dybala (J), 66’ Sturaro (J)

Espulsi: 53’ Hernanes (J)




Commenta con Facebook