• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Serie A, Milano supera Roma: numeri e successi degli ultimi anni a confronto

Serie A, Milano supera Roma: numeri e successi degli ultimi anni a confronto

Le vittorie di Inter e Milan contro le due squadre capitolini regalano al capoluogo lombardo il primato statistico


Inter ©Getty Images
Andrea Corti (@cortionline)

02/11/2015 11:30

MILANO ROMA SORPASSO STATISTICHE CITTA / ROMA - Da una parte il successo dell'Expo, dall'altra il fallimento dell'amministrazione Marino e lo scandalo di Mafia Capitale. Da un lato due squadre in crescita costante, dall'altro due compagini che nell'ultima giornata hanno perso parecchie certezze: il duello tra Milano e Roma è tornato intenso come non mai, e la sfida incrociata dell'ultimo weekend ha riportato le cronache del campionato a qualche anno fa, quando all'ombra del Colosseo c'erano solo polemiche e rimpianti mentre in Piazza del Duomo si festeggiavano scudetti e Champions League. Inter-Roma e Lazio-Milan, con i capolavori tattici di Mihajlovic e Mancini, rilanciano le ambizioni delle due milanesi e restituiscono, dopo anni, alla città meneghina il primato nella speciale classifica per città.

SERIE A, MILANO SUPERA ROMA DOPO TRE ANNI NELLA CLASSIFICA PER CITTA'

All'undicesima giornata le news serie A evidenziano come Milano sia infatti in testa con 43 punti, contro i 41 raccolti finora insieme da Roma e Lazio: se si pensa che solo pochi mesi orsono, al termine della scorsa stagione, la Capitale era in vantaggio di ben 32 punti risulta chiaro come sia in atto un'importante inversione di tendenza. Per ritrovare le due milanesi vincitrici al termine di un campionato di questa particolare competizione bisogna tornare al 2012/13, quando l'annata comunque non eccezionale delle milanesi fruttò 126 punti in totale, rispetto ai 123 delle due romane che si giocarono la stagione nella finale di Coppa Italia vinta dalla Lazio.Gli investimenti estivi sul calciomercato di Thohir e Berlusconi stanno iniziando a dare i risultati sperati, e se l'Inter è tornata in testa alla classifica del campionato scavalcando la Roma, il Milan torna prepotentemente in corsa per la Champions grazie all'autorevole prova di ieri sera all''Olimpico' contro Klose e compagni.

INTER E MILAN TORNANO A SOGNARE GRAZIE A MANCINI E MIHAJLOVIC

Nel big match di sabato sera si è potuto assistere al trionfo della strategia di Roberto Mancini: contro il miglior attacco del campionato il tecnico nerazzurro, pur dovendo rinunciare a Felipe Melo, è riuscito a imbrigliare le velleità giallorosse. E' ancora prestissimo per pensare allo scudetto, ma se è vero che in Italia di solito vince chi ha la miglior difesa Handanovic e soci sono sulla strada giusta: dopo 11 giornate i gol subiti sono appena sette, e se si pensa che quattro di questi sono arrivati nella sfortunata sera di Inter-Fiorentina appare chiaro come il tecnico di Jesi stia costruendo una squadra solidissima, cui spesso (per ben sei volte in stagione) basta realizzare un solo gol per vincere. Dopo sabato sera l'Inter non può più nascondere le sue ambizioni: la squadra c'è e promette di lottare per il titolo fino all'ultimo, anche se Roma e Napoli appaiono ancora potenzialmente più forti.

Per quanto riguarda il Milan dopo momenti difficilissimi la musica è finalmente cambiata: contro la Lazio si è vista una squadra ben messa in campo e sicura di se', che sembra aver superato le contraddizioni di inizio stagione. Mihajlovic sta untando forte sul 4-3-3, con il rilancio di Cerci e Bacca punta centrale, e i risultati gli stanno dando ragione. Se i rossoneri continueranno così potranno toglersi delle soddisfazioni.

ROMA E LAZIO, CON LE MILANESI DUE SCONFITTE BRUCIANTI PRIMA DEL DERBY

L'altra faccia della medaglia è rappresentata dalla situazione delle due romane. Tra le due quella che preoccupa di più è la Lazio: e non potrebbe essere altrimenti, vista la prova senza mordente di ieri sera, che ha gettato un'ombra inquietante a sette giorni da un derby che si annuncia molto teso. Con il Milan si è vista la peggior Lazio della stagione, e dalle parti di Formello si inizia a dubitare sulla bontà del lavoro di Pioli e il suo staff. Uno scenario difficilmente ipotizzabile solo pochi mesi fa, quando i biancocelesti sognavano l'accesso diretto in Champions League dopo una seconda parte di stagione di altissimo livello.

Se Atene piange, Sparta non ride: a San Siro sabato sera Gervinho e soci sono andati a sbattere sul muro nerazzurro magistralmente edificato da Roberto Mancini, e il primato solitario, almeno per il momento, è già un ricordo. La squadra di Garcia è attesa nei prossimi giorni da due sfide fondamentali: mercoledì in Champions League solo una vittoria potrà consentirgli di continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi, mentre domenica nel derby (senza Pjanic squalificato) servono punti per rialzare subito la testa. In attesa di riprendersi quella del campionato, e a braccetto della Lazio, quella della classifica per città.




Commenta con Facebook