• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > Moto GP, parla la Honda: "Sì, c'è stato il calcio di Rossi"

Moto GP, parla la Honda: "Sì, c'è stato il calcio di Rossi"

Il vice presidente Nakamoto torna sul contatto tra Valentino e Marquez


Lorenzo, Rossi e Marquez © Getty Images

02/11/2015 11:55

MOTO GP CONTATTO ROSSI MARQUEZ / ROMA - La Honda rompe il silenzio sul contatto tra Valentino Rossi e Marc Marquez a Sepang attraverso una sessione di 'domande e risposte' col vice presidente Shuhei Nakamoto pubblicato sul proprio sito internet ufficiale.

Di seguito i passaggi salienti:

"Prima di tutto, vogliamo dire che è importante parlare sui fatti, non su ipotesi. Un fatto è un fatto e vi è una sola interpretazione, mentre le ipotesi possono essere tradotte in diversi modi, a seconda di quale parte stai.

Questi i fatti: 1) Marc Marquez ha vinto il GP d'Australia, superando Lorenzo all'ultimo giro, togliendogli 5 punti in campionato. 2) Giovedì prima del GP della Malesia, in conferenza stampa, Valentino Rossi ha accusato Marc di correre contro di lui a Phillip Island per aiutare Jorge Lorenzo. 3) Nel GP della Malesia, Rossi ha intenzionalmente spinto Marc fuori dalla traiettoria causando l'ncidente. La Direzione Gara lo ha sanzionato per questa azione, con la conferma dalla FIM". 

Qual è la sua opinione sulla situazione attuale dopo il GP della Malesia?
"In HRC proviamo molto rammarico per la situazione, Marc è stato oggetto di un'accusa senza prove dopo Phillip Island. Non ci sono motivi per sostenere che voleva aiutare un altro pilota in lotta per il campionato, considerando che ha spinto per vincere la gara e ci è riuscito".

Crede la battaglia nel GP della Malesia di Marc e Valentino sia il risultato dell'accusa di Valentino?
"Onestamente non credo che questo sia il caso. Sappiamo tutti che Marc corre sempre al 100% per ottenere il miglior risultato possibile. In Malesia, Marc stava faticando a inizio gara col serbatoio pieno, ha fatto un errore e questo ha permesso a Jorge di passare. Poi Valentino è arrivato e hanno iniziato a lottare per il terzo posto. I sorpassi erano estremi, ma sicuri da entrambe le parti. Abbiamo visto combattere insieme in pista due dei più grandi campioni".

E' possibile che Marc abbia rallentato Valentino in quei giri?
"I tempi sul giro che facevano erano abbastanza veloci, mostrando chiaramente che non vi era alcuna intenzione di Marc di rallentare Valentino. Dopo il botto di Marc, Valentino aveva la pista libera di fronte a sé e i suoi tempi sul giro non erano più veloci di quelli durante la battaglia con Marc. Crediamo che entrambi stessero spingendo al massimo per ottenere il terzo posto".

Crede che Valentino abbia scalciato la moto di Marc?
"È chiaro che Valentino ha intenzionalmente spinto Marc verso l'esterno della pista, cosa fuori dalle regole, quindi Marc non ha avuto altra scelta se non andare largo. I dati della moto di Marc dimostrano che anche se lui stava rialzando la moto cercando di evitare il contatto con Valentino, la sua leva del freno anteriore ha improvvisamente ricevuto un colpo che ha bloccato l'anteriore, che è il motivo della sua caduta. Noi crediamo che questa pressione sia il risultato di calcio di Rossi".  

Qual è la sua posizione su come la Direzione Gara ha agito?
"Rispettiamo la decisione della Direzione Gara e non vogliamo giudicare se la pena inflitta sia giusta o sbagliata. Tuttavia, crediamo ci fossero prove sufficienti per prendere una decisione durante la gara, non era necessario attendere fino alla fine".

Qual è la sua opinione su Valentino in questo momento?
"Valentino è il più grande campione di sempre del nostro sport. Se vince il Campionato lo merita veramente. Detto questo, non capiamo l'accusa relativa alla gara di Phillip Island e la sua manovra a Sepang. Speriamo che Valentino ci pensi sopra e capisca il suo errore".  

Qual è il suo obiettivo per Valencia?
"Come sempre, il nostro obiettivo è vincere! La speranza è che Marc e Dani lottino per la vittoria. Se riescono a finire primo e secondo - non importa in quale ordine - allora saremo molto felici. Prima di tutto, perché vogliamo finire la stagione con il 4° successo di fila, secondo perché così il loro risultato non avrà alcuna influenza nella lotta per il titolo e - infine - speriamo che tutti capiscano che i piloti Honda corrono per la vittoria e la competizione pura, non altro".

S.D.




Commenta con Facebook