• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Super Handanovic, disastro Marchetti

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Super Handanovic, disastro Marchetti

Top e Flop della 11a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Samir Handanovic (Getty Images)
Emiliano Forte

02/11/2015 07:50

PAGELLONE SERIE A 11A GIORNATA HANDANOVIC MARCHETTI / ROMA - L'undicesima di Serie A vede il sorpasso in vetta alla classifica dell'Inter di Mancini sulla Roma grazie all'1-0 strappato dai nerazzurri nello scontro diretto andato in scena sabato sera a 'San Siro'. Decisive le prodezze tra i pali di un eroico Handanovic capace di opporsi in qualsiasi modo ai tentativi di Dzeko e compagni. Interrompe, quindi, la sua serie positiva la Roma orfana del talento di Pjanic, apparso nervoso ed in difficoltà contro la fisicità del centrocampo nerazzurro. Raggiunge l'Inter al comando la Fiorentina, che travolge il Frosinone trascinata da un Babacar devastante in area di rigore. Ritrova i tre punti e la classe di Pogba la Juventus che vince (di nuovo) all'ultimo respiro un derby combattuto e avvincente contro l'ottimo Torino di Ventura. Il Genoa di un Perin versione 'saracinesca' costringe al pari il Napoli mentre il Milan trascinato dalle giocate di Bonaventura continua la sua striscia di vittorie superando la Lazio per 3-0. Male tra i biancocelesti Basta ed un incerto Marchetti.

 

TOP

 

5.Perin (Genoa) - Con una serie di parate provvidenziali inchioda il Napoli di Sarri sullo 0-0 e permette ai suoi di guadagnare un punto prezioso contro una delle formazioni più in forma del campionato. Felino. VOTO 7

 

4.Bonaventura (Milan) - Moto perpetuo ma anche tanta qualità per il numero 28 rossonero che è di gran lunga il giocatore con più idee sul terreno di gioco dello stadio 'Olimpico'. Dai suoi piedi nascono le giocate che portano alle reti di Mexes e Bacca nella ripresa. Insostituibile. VOTO 7

 

3.Pogba (Juventus) - Sblocca il risultato con una prodezza dalla distanza degna della sua fama: un gesto tecnico tanto bello quanto importante che scuote l'ambiente bianconero più che mai bisognoso di certezze da metà campo in avanti. Rinfrancato dal gol il francese corre e lotta cercando le accelerazioni ed i cambi di passo che possono far male alla difesa del Torino. Rieccolo. VOTO 7

 

2.Babacar (Fiorentina) - Protagonista del sontuoso primo tempo con il quale i viola hanno travolto il Frosinone. Gran fisico e sicurezza nei propri mezzi per il senegalese come dimostra il rigore messo a segno addirittura con un cucchiaio. Tiene sotto scacco la difesa avversaria senza far rimpiangere un altro gigante d'area come Kalinic. Dirompente. VOTO 7,5

 

1.Handanovic (Inter) - Insuperabile il numero 1 nerazzurro, capace di incidere sul risultato finale con una serie di interventi fenomenali. In due occasioni nega la gioia del gol ad Edin Dzeko ma è grandioso anche sul destro velenoso di Maicon ed in uscita su Salah. Da applausi a scena aperta i quattro interventi nella stessa azione con i quali neutralizza i tentativi di Florenzi e Salah ed il quasi autogol di Murillo. Gigante. VOTO 8

 

 

FLOP

 

5.Basta (Lazio) - Gara di grandi sofferenze per il laterale biancoceleste letteralmente travolto da un Bonaventura imprendibile. Nella ripresa la sua resa è totale. Annichilito. VOTO 4,5

 

4.Ciofani (Frosinone) - Esce nettamente sconfitto dal confronto con Gonzalo Rodriguez che sistematicamente lo anticipa o lo supera nei contrasti. Nell'arco della gara le possibilità di rendersi pericoloso dalle parti di Tatarusanu sono ridotte praticamente a zero. Annientato. VOTO 4,5

 

3.Pjanic (Roma) - Soffre l'aggressività di un centrocampo molto fisico come quello nerazzurro e dai suoi piedi quasi mai nascono giocate in grado di illuminare il gioco giallorosso. Nella ripresa, già ammonito, guadagna il secondo cartellino con un tocco di mani molto ingenuo che gli farà saltare il derby di domenica prossima. Annebbiato. VOTO 4,5

 

2.Toloi (Atalanta) - Con un retropassaggio suicida manda in porta Giaccherini per l'1-0 che sblocca il match e condanna i suoi. Dalle sue parti i ragazzi di Donadoni sfondano con troppa facilità, come dimostra anche l'azione che vale il 2-0 firmato Destro. Stordito. VOTO 4,5

 

1.Marchetti (Lazio) - Imperdonabili per uno della sua esperienza gli svarioni sui primi due gol rossoneri. Lo 0-1 nasce da un tiro di Bacca respinto in malo modo sul quale Bertolacci si avventa per il più facile dei gol. Altro pasticcio nella ripresa: questa volta il portiere biancoceleste esce malissimo su una punizione di Bonaventura e regala a Mexes il colpo di testa che vale il raddoppio milanista. Impallinato. VOTO 4,5




Commenta con Facebook