• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Roma, Mancini: "Medel straordinario. Icardi fuori? Solo scelta tecnica"

Inter-Roma, Mancini: "Medel straordinario. Icardi fuori? Solo scelta tecnica"

Il tecnico nerazzurro: "Anno buono per noi? Dobbiamo ancora aspettare per dirlo"


Roberto Mancini ©Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

31/10/2015 23:04

INTER ROMA MANCINI MEDEL ICARDI/ MILANO - Il tecnico dell'Inter Roberto Mancini, ha commentato così il successo ottenuto sulla Roma che ha permesso ai nerazzurri di sorpassare i giallorossi e balzare in testa alla classifica: "Il sesto 1-0 del campionato? Una squadra è come una casa, se non fai bene le fondamenta crolla e noi la stiamo costruendo bene - ha dichiarato Mancini ai microfoni di 'Sky Sport' - il boato del 'Meazza'? Dobbiamo aspettare per dire se sia o no l'anno buono, sono contento dei ragazzi, hanno corso fino alla fine. Lacrime a fine partita? No, non ero commosso"

ICARDI - "Icardi escluso per le dichiarazioni rilasciate dopo Bologna? No, non volevamo dare punti di riferimento alla Roma, volevamo esterni in grado di attaccare e difendere, è stata solo una scelta tecnica, nulla di più".

MEDEL - "Sicuramente è un giocatore straordinario, fa tantissimi ruoli, è furbo, intelligente e anche tecnico. Calciatore sottovalutato? Non so gli altri, per noi è forte".

SCUDETTO - "Siamo ancora all'undicesima giornata, ci sono cinque squadra in un punto, sarà un campionato lungo e difficile per tutte" ha dichiarato Mancini a 'Premium Sport'.

HANDANOVIC - "Handanovic ha fatto quello che deve fare un portiere, come aveva fatto a Bologna su Destro all'ultimo secondo. Sappiamo che è un grande portiere"

D'AMBROSIO E NAGATOMO - "Sono felice per Danilo, è un ragazzo che se lo merita. Eravamo già migliorato con Bologna e Palermo, dove abbiamo pareggiato e vinto pur essendo restati due volte in dieci".




Commenta con Facebook