• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio-Milan, Pioli: "Mi sono incaz...! de Vrij? A gennaio ci faremo trovare pronti"

Lazio-Milan, Pioli: "Mi sono incaz...! de Vrij? A gennaio ci faremo trovare pronti"

Calciomercato.it seguirà le dichiarazioni dell'allenatore biancoceleste


Stefano Pioli (Calciomercato.it)
Matteo Torre (@torrelocchetta)

31/10/2015 14:00

LAZIO MILAN CONFERENZA PIOLI / ROMA - Conferenza stampa alla vigilia di Lazio-Milan: il tecnico biancoceleste ha parlato alla vigilia dell'incontro dell''Olimpico' dove la sua squadra è chiamata a riscattare il ko di Bergamo. Calciomercato.it ha seguito in diretta le parole di Stefano Pioli.

Queste le sue dichiarazioni: "Se vogliamo diventare una grande squadra bisogna colmare il gap dell'atteggiamento da mantenere completamente per 95'. Dobbiamo dimostrare di essere grandi, credo in questa squadra".

DE VRIJ - "Siamo tutti dispiaciuti per quanto successo a Stefan, gli siamo vicini. E' un grande giocatore, un difensore fondamentale, ma anche un grandissimo ragazzo. Su di lui costruivamo tutta la fase difensiva, la società lo sa e non ci faremo trovare impreparati a gennaio".

LACUNE - "Sprechiamo ancora troppe situazioni. Non siamo soddisfatti del nostro lavoro perché andavano sfruttate meglio alcune situazioni, come a Bergamo. Non ero deluso per la prestazione, ero incazzato, e credo che lo siano anche i giocatori. Siamo noi a dover decidere se diventare una grande squadra e lo scalino da superare è avere un atteggiamento completo per tutta la gara".

TROFEI - "Ci sono squadre che stanno investendo tantissimo e lavorano insieme da molto tempo, ma malgrado questo ancora non sono riuscite a vincere. Siamo sulla strada giusta ma è il momento di forzare per crescere e competere per vincere qualcosa. Io sono qui per vincere".

I CAMBI DI BERGAMO - "Non ci giriamo intorno: erano per cercare di vincere. Abbiamo avuto il 72% di possesso palla negli ultimi 15'. C'era il modo di provare a vincerla e ho messo dentro un campione del mondo. Abbiamo perso perché abbiamo sbagliato un passaggio in uscita. Quando si perde per voi significa che le scelte siano state sbagliate, ma io il cambio lo rifarei".

CANDREVA - "E' un nazionale, è forte. Secondo me deve fare di più, come lui tanti altri giocatori".

LIMITI DEI SINGOLI - "I limiti ci sono in tutte le squadre, anche le grandi. Il nostro percorso ci vuole vedere arrivare a qualcosa di importante e si passa anche da queste situazioni. Ora per noi è più semplice perché abbiamo capito definitivamente l'ultimo tassello per competere ai massimi livelli. Normale che chi arriva secondo venga definito secondo, ma quelli che non arrivano neanche in finale cosa sono?"

FORMAZIONE - "Domani in campo i migliori, assolutamente. Il discorso diffidati in vista del derby non conta. La stracittadina è vicina ma allo stesso tempo lontana. Domani dobbiamo ripartire alla grande".

GIOCATORI - "I nostri calciatori ci tengono almeno quanto i tifosi. I nostri tifosi sono passionali ma è sbagliato pensare che l'allenatore e i giocatori non soffrano dei risultati negativi. Vogliamo ripartire alla grande già domani sera".

KLOSE - "Lo vedo bene, gli servono delle partite per tornare al 100%".

MILINKOVIC-SAVIC - "Forte calo fisico nella ripresa? Solo in una partita in tutto il campionato abbiamo corso meno degli avversari, col Bologna. In ogni altra gara abbiamo corso più di chiunque".

 




Commenta con Facebook