• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-ROMA

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-ROMA

Spider-Man Handanovic ferma la corsa della Roma. Medel decide la sfida del Meazza, ingenuo Pjanic


Gary Medel ©Getty Images
Davide Sperati (@DavideSperati1)

31/10/2015 22:56

ECCO LE PAGELLE DI INTER-ROMA

INTER

Handanovic 8 - Il migliore. Un'ottima parata sul colpo di testa di Dzeko al 15' e perfetto anche il tuffo sulla conclusione di Maicon al 23'. Nella ripresa (59') prima ipnotizza Salah e dopo appena un minuto compie quattro interventi tutti nel giro di sette secondi. Sicuro nelle uscite, è praticamente un portiere da scudetto.

D'Ambrosio 7 - Al 23' salva in scivolata sulla conclusione ravvicinata di Dzeko che poteva valere il vantaggio degli ospiti. Poi gioca con molto vigore concedendo ben poco agli avversari. Abbandona il campo fra gli applausi dello Stadio Meazza. Dal 77' Ranocchia s.v. 

Miranda 6,5 - Non particolarmente impegnato durante la prima frazione di gioco, è attento su Dzeko e nei pochi raddoppi di marcatura. Anche nella ripresa riesce a fare il suo.

Murillo 7- Grazie ai suoi interventi in scivolata riesce a ricevere gli applausi del pubblico pagante. Buona infatti la chiusura su Gervinho al 16' e quella al 60'. Molto reattivo, non gioca mai al risparmio.

Nagatomo 6,5 – Il suo dinamismo viene preferito alla stazza fisica di Juan Jesus nell'opporsi alla velocità degli esterni giallorossi. Bellissimo il duello contro Gervinho.

Guarín 6,5 - La forza fisica del colombiano riesce a contrastare le giocate di Nainggolan e Pjanic. Durante i primi quarantacinque minuti ci prova due volte: la prima è al 7' con un tiro da centrocampo, la seconda sullo scadere di tempo con palla che termina sul fondo. Qualità e sostanza al centrocampo del Mancio.

Medel 6,5 - Il primo gol nella Serie A italiana arriva nella gara più importante della decima giornata. Un rasoterra non troppo potente ma molto calibrato che s'infila nell'angolo alla destra di Szczesny. Esce dopo cinque minuti della ripresa per un problema alla schiena. Dal 50' Kondongbia 6 - Entra e si mette in mezzo al campo opponendosi alla pressione dei centrocampisti della Roma. Non bravo come il compagno, fa comunque il suo.

Brozovic 7 - Gioca davanti alla difesa e duella contro i forti centrocampisti avversari. Lavoro sporco ma fondamentale per bloccare i rifornimenti di Pjanic & Co. Nella ripresa (76') soltanto una grande parata di Szczesny gli nega la gioia del gol. Concreto.

Ljajic 6 – L'ex Roma agisce sull'out di destra e seppur marcato bene dai difensori della Roma, ci mette molto impegno e spesso ripiega in difesa. Generoso.

Jovetic 6,5 - Prima un passaggio filtrante per Ljajic, poi una conclusione dalla distanza che finisce alta. Il talento montenegrino ha delle qualità importanti e il gol dell'uno a zero è confezionato proprio dal numero dieci nerazzurro. Dal 64' Palacio 6 – Un cambio per sfruttare le qualità dell'argentino al servizio del centrocampo e per dare fastidio ai portatori di palla avversari.
 

Perisic 6 – Non brilla di certo ma si dà un gran da fare per la squadra. Un guizzo alla mezz'ora che poteva essere sfruttato meglio. E' lui il giocatore più in ombra dell'Inter durante la prima frazione di gioco. Nella ripresa va leggermente meglio, ma appare sempre un po' troppo inconcludente.

All. Mancini 6,5 – Panchina per Icardi, Mancini sceglie Perisic-Jovetic-Ljajic. Scelte che alla fine del primo tempo gli danno ragione. Un vantaggio abbastanza meritato con i tre di centrocampo (Medel, Guarin e Brozovic) che bloccano le ripartenze dei giocatori giallorossi. Nella ripresa la Roma avrebbe meritato di più e se non fosse stato per Handanovic, magari questa gara sarebbe terminata con un risultato di parità. Comunque azzeccatissima la mossa di Nagatomo per fronteggiare Gervinho. Ora con questa vittoria la sua Inter è prima in classifica, scavalcando proprio la Roma.

ROMA
Szczesny 5,5 - Forse sul gol subito parte con un attimo di ritardo anche se la conclusione è molto angolata. Nella ripresa è bravo nell'opporsi alla semirovesciata di Brozovic.

Maicon 6,5 – Con De Rossi indisponibile, Florenzi scala a centrocampo e il brasiliano inizia titolare. Dopo la grande gara contro l'Udinese (gol e assist), anche stasera è in buona condizione. Dopo venti minuti di gioco va vicinissimo di nuovo al gol del vantaggio con un ottimo diagonale che Handanovic devia a lato. Nella ripresa invece si fa notare per una bellissima palla filtrante non sfruttata a dovere da Dzeko. Cala nel finale.

Manolas 6,5 - Non molto impegnato perchè Jovetic retrocede spesso di dieci metri, il greco si limita a mantenere il senso della posizione utile nelle verticalizzazioni dei padroni di casa. Nella ripresa è bravo a trovare il tempo per lo stacco di testa ma la sfera esce di un soffio. 

Rüdiger 6 – Un'altra gara da titolare per il difensore tedesco che non dispiace, anche se, sulla conclusione di Medel preferisce attendere anziché aggredire. Nella ripresa anche lui, come il compagno di reparto, va vicinissimo al colpo di testa che avrebbe regalato un  meritato pareggio.

Digne 6 – Uno delle rivelazioni di queste prime dieci giornate, anche oggi mette in mostra tutto il suo tasso tecnico, scodellando sempre e comunque qualche cross importante.

Florenzi 5,5 – Poliedrico come pochi, il talento capitolino oggi gioca con la fascia di capitano al braccio, anche se il cambio di posizione e l'avversario di turno non gli consentono di esprimersi al meglio delle sue capacità. Dal 63' Falque 6 – L'ingresso dell'ex Genoa dà maggior equilibrio alla manovra e migliora la connessione fra reparti. Forse andava schierato prima.

Nainggolan 6 - Guarin è un cliente scomodo anche per lui. Con l'assenza di De Rossi è chiamato a ruoli più d'impostazione; lavoro che non denigra, ma che non può essere la sua principale caratteristica di gioco. Lotta fino alla fine.
 

Pjanic 4,5 - Praticamente il peggiore in campo durante il primo tempo, dai suoi piedi non nasce nulla di buono. Soffre il fisico di Brozovic e Guarin, e quel tocco di mano, in una fase cruciale del match se lo poteva risparmiare. Salterà il derby.

Salah 5,5 – Nei primi minuti una buona opportunità di testa che non viene capitalizzata a dovere e poi qualche allungo, che però non dà gli effetti sperati. Marcato a uomo e spesso in raddoppio, l'egiziano appare non in condizione anche perché è costretto a fare troppe volte il coast to coast. 

Dzeko 5 – Troppo statico. Sarà anche un momento no, ma l'attaccante giallorosso ancora non riesce ad integrarsi al meglio nel nostro campionato. E' pericoloso soltanto con due colpi di testa - uno per tempo - entrambi ben parati da Handanovic. Perde anche troppi palloni importanti che rilanciano le giocate meneghine. Dal 77' Vainqueur s.v.

Gervinho 6 - Con Salah spesso si cambiano le fasce. Corre tantissimo e i suoi allunghi sono clamorosi. Cerca l'assolo e il dribbling vincente in continuazione, ma finisce per perdere frequentemente il pallone. Dal 84' Iturbe s.v.

All. Garcia 6 – Garcia non rischia De Rossi e al suo posto ecco Florenzi, che a sua volta consente a Maicon di partire titolare sull'out di destra. Dopo cinque vittorie consecutive e con il miglior attacco del torneo, il primo tempo non è dei migliori perché è sotto di un gol e la sua squadra pur rendendosi pericolosa non riesce ad esprimere il solito gioco spumeggiante. Nella ripresa meritava di più e soltanto una grande prestazione di Handanovic gli nega un pareggio che sarebbe stato più giusto. 

Arbitro: Rizzoli 7 – Uno dei migliori arbitri che possa vantare la nostra federazione è chiamato a dirigere un match molto delicato che vale la prima posizione. Nel primo tempo nulla di particolarmente eclatante se non il cartellino giallo che forse poteva estrarre nei confronti di Nainggolan per un fallo tattico ai danni di Guarin. Nella ripresa nulla da ridire per il doppio giallo che porta all'espulsione di Pjanic.


TABELLINO

INTER-ROMA 1-0

Inter (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio (dal 77' Ranocchia), Miranda, Murillo, Nagatomo; Guarín, Medel (dal 50' Kondogbia), Brozovic; Ljajic, Jovetic (dal 64' Palacio), Perisic. A disp: Montoya, Juan Jesus, Icardi, Alex Telles, Biabiany, Manaj, Carrizo, Gnoukouri, Santon. All. Roberto Mancini

Roma (4-3-3): Szczesny; Maicon, Manolas, Rüdiger, Digne; Florenzi (dal 63' Falque), Nainggolan, Pjanic; Salah, Dzeko (Dal 77' Vainqueur), Gervinho (dal 84' Iturbe). A disp: Castán, De Sanctis, Torosidis, Emerson, Umar, De Rossi, Gyömbér, Ponce, Ucan. All. Rudi Garcia

Arbitro: Nicola Rizzoli della sezione di Bologna

Marcatori: 30' Medel (I)

Ammoniti: 40' Pjanic (R), 57' Guarin (I), 70' Handanovic (I), 76' Palacio (I), 90' Ljajic (I)

Espulsi: 73' Pjanic (R)




Commenta con Facebook