• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Dunga: "Scudetto? Bella lotta. Alex Sandro tiri fuori gli attributi"

Serie A, Dunga: "Scudetto? Bella lotta. Alex Sandro tiri fuori gli attributi"

Il ct del Brasile ha parlato anche di Bruno Peres, Miranda, Felipe Melo e Luiz Adriano


Carlos Dunga (Getty Images)

30/10/2015 08:38

SERIE A INTERVISTA A CT BRASILE CARLOS DUNGA A TUTTOSPORT / TORINO - L'edizione odierna di 'Tuttosport' propone una lunga intervista al Ct del Brasile Carlos Dunga. Calciomercato.it vi propone alcuni estratti sul derby Juventus-Torino, la nazionale verdeoro e le ultime news Serie A.

I BRASILIANI DELLA SERIE A - "Non è vero che snobbo i calciatori brasiliani che giocano in Serie A, Miranda è un leader della Nazionale. In Brasile siamo 200 milioni, io ne posso convocare solo 23 (ride, n.d.r.)".

ALEX SANDRO - "Alex Sandro l'ho già convocato in passato e conosco bene anche Bruno Peres. Mi auguro che giochino e siano protagonisti nel derby tra Juventus e Torino. Monitoriamo tutti, poi tocca ai giocatori mettersi in mostra con continuità ad alto livello. Mi ricordo bene il gol di Bruno Peres alla Juve, ma per me un terzino deve essere prima di tutto un difensore. Giocare nel Brasile non è semplice per nessuno, ho tanta scelta. Alex Sandro? Il fatto che sia stato pagato 26 milioni deve essere un segnale di fiducia, lui ha grandi qualità. Deve lavorare sodo e tirare fuori gli attributi. Lo terrò d'occhio".

LA JUVENTUS - "Dopo tanti anni di trionfi, ripetersi è dura. E poi i bianconeri hanno cambiato molto. Hernanes? Gli è stata messa troppa pressione. Neto ha personalità e qualità, ma non gioca e questo lo penalizza. Ma allenarsi con Buffon gli servirà per il futuro. Oscar? Dell'Italia potrei solo parlargli bene".

L'INTER - "Miranda è poche chiacchiere, tanto lavoro e alto rendimento. Mi è piaciuta la scelta di Felipe Melo di seguire Mancini. Ritorno in Nazionale? Mai dire mai".

IL MILAN - "Luiz Adriano è un killer, ma ha bisogno di ricevere tanti palloni".

SCUDETTO - "Sarà una bella lotta. Mi piace la Fiorentina. Paulo Sousa si è inserito con intelligenza".

S.D.




Commenta con Facebook