• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-JUVENTUS

Sansone stende la Juventus con una punizione magistrale. Mandzukic è impresentabile


L'espulsione di Chiellini (Getty Images)
Rocco Crea

28/10/2015 23:00

ECCO LE PAGELLE DI SASSUOLO-JUVENTUS

 

SASSUOLO

Pegolo 6,5 – Sventa una bella conclusione di Pogba volando all’incrocio dei pali. Poi parate di ordinaria amministrazione.

Peluso 6,5 – Difende molto bene nonostante abbia a che vedersela con un cliente certamente non semplice come Cuadrado. In fase di spinta si vede solo una volta ed arriva sul fondo. Ma contro la Juventus va benissimo anche così.

Cannavaro 7 – Non sbaglia nulla e, assieme ad Acerbi, annulla Mandzukic sia fisicamente che in velocità. Provvidenziale in alcune chiusure. Gran partita la sua.

Acerbi 7 – Anticipa di testa, di piede, di petto. E poi chiude gli spazi nelle retrovie quando l’azione della Juventus comincia a farsi calda. Annulla Mandzukic fisicamente, e non è facile. Tuttavia Gervasoni non si accorge della gomitata rifilata a Dybala e quindi viene graziato, altrimenti sarebbe stato meritevole di cartellino rosso.

Vrsaljko 6 – Totalmente assente in fase di spinta, gioca però una partita accorta in fase difensiva e tanto basta per disputare una gara sufficiente.

Magnanelli 6,5 – Il capitano neroverde lotta e corre come un gladiatore per tutto il primo tempo. Se avesse fatto lo stesso per tutta la ripresa sarebbe certo stato monumentale, ma sicuramente anche non umano. Cala come tutta la squadra ma la sua rimane una bella gara.

Biondini 6 – Partita di corsa e sacrificio per lui, che però nel primo tempo regala un contributo importante nel recuperare palloni. Dal 70’ Duncan s.v.

Missiroli 6 – Non una partita eccezionale la sua, specialmente in fase d’appoggio sulla trequarti avversaria. Ad ogni modo non commette errori e, nel complesso, si rende autore di una buona prova specialmente nel primo tempo quando contribuisce a creare densità in mezzo al campo.

Berardi 6,5 – Non si rende pericoloso sotto porta ma gioca comunque una gran partita. Difende il pallone nascondendolo alla vista dei marcatori e costringendoli spesso al fallo. Molto bene anche in fase difensiva. Dall 81’ Laribi s.v.

Sansone 7,5 – La punizione con cui firma la rete del vantaggio neroverde è magistrale. Buffon non tenta neanche l’intervento perché il pallone è imprendibile. Per il resto la sua prova è da definire di sacrificio: aiuta molto i compagni, come Berardi, in fase di ripiego.

Floccari 6 – Gioca lui al centro dell’attacco e fa a sportellate con Bonucci, in duello che tuttavia termina senza vincitori ne vinti. La punta calabrese sotto porta comunque combina poco. Dal 69’ Defrel 6,5 – Si rende protagonista di un grande spunto non appena entrato e tenta una conclusione potente che però non trova gloria. Sempre difficile marcarlo a causa della sua velocità.

All. Di Francesco 7,5 – Il Sassuolo è una grande realtà non soltanto per gli investimenti del presidente Squinzi, ma anche per merito del suo allenatore. La squadra gioca benissimo e non ha paura delle grandi. Il suo operato in questa gara è ottimo, specie quando capisce il momento di difficoltà neroverde ed inserisce forze fresche subito.

 

JUVENTUS

Buffon 6 –  Non può nulla sulla punizione perfetta di Sansone. Può solo guardare il pallone insaccarsi all’angolino più lontano.

Barzagli 6,5  – Lui è il migliore dei bianconeri. Conferma l’ottimo momento con chiusure ed appoggi sempre impeccabili. Sicurezza.  

Chiellini 5 – La sua gara finisce al 38’ del primo tempo per doppia ammonizione. Tuttavia fino a quel momento soffre non poco la vivacità di Berardi, che difatti lo costringe ad interventi scomposti. Il primo giallo ricevuto dopo soli 4’ è per proteste. E da uno esperto come lui è grave, anche perché poi costa caro.

Bonucci 6 – Gioca una buona partita anche lui, anche se in fase di appoggio non sempre si rivela preciso. Floccari non lo supera mai, e compie una buonissima chiusura su Defrel lanciatosi in velocità verso Buffon.

Alex Sandro 5 – Il brasiliano ha un buon piede ma le progressioni latitino, anche quando la Juve non è ancora in inferiorità numerica. Peccato, perché l’unica volta in cui ci ha provato è riuscito ad andare sul fondo, di forza. Non crea mai superiorità numerica e questo penalizza anche Pogba.

Sturaro 6 – Corre e lotta bene in mezzo al campo ma stasera serviva qualcosa in più anche in fase di spinta, laddove la Juve è mancata totalmente nel primo tempo.

Lemina 6 – Gioca al posto di Marchisio influenzato ed il francesino non sfigura. Tuttavia alcune giocate sono figlie dell’inesperienza, come quando si invola da solo a ridosso dell’area di rigore neroverde con difesa schierata. Dall 82’ Hernanes s.v.

Pogba 6 – Una conclusione respinta da Pegolo in porta e poi nient’altro nel primo tempo, poi qualcosa in più nella ripresa. Ma non è certamente il vero Pogba. Si innervosisce non poco con l’arbitraggio di Gervasoni.

Cuadrado 5,5 – Nel primo tempo è irriconoscibile. Nei secondi 45 minuti invece dribbla come sa fare soltanto lui ma si rivela ben poca cosa in fase di conclusione. Nel complesso una gara sottotono.

Dybala 5 – Ci si aspettava qualcosa in più dall’argentino, reduce da una gran partita contro l’Atalanta. Invece il veloce ed attento Sassuolo sorprende anche lui, che non ha tempo di ragionare sulle giocate e finisce col calibrare male anche gli appoggi ai compagni. Non è incisivo. Dal 79’ Zaza s.v.

Mandzukic 4 – Il croato è lento, macchinoso. Anticipato puntualmente da Cannavaro ed Acerbi, a volte nel tentativo di recuperare il pallone commette anche il fallo. Vero è che i traversoni latitano, tuttavia Mandzukic appare nettamente fuori dal gioco e non aiuta mai la squadra in alcun modo. Dal 60’ Morata 6 – Tutt’altra storia rispetto a Mandzukic. Entra lui e la Juventus si risveglia dal torpore patito nel primo tempo col croato, ma non riesce a dare altro alla squadra se non la vivacità.

All. Allegri 5 – Incomprensibile presentare un Mandzukic cosi a Reggio Emilia. Il tecnico toscano deve fare mea culpa anche di un primo tempo giocato molto male dalla sua squadra. I cambi nella seconda frazione regalano più vivacità, ma di pericoli la Juve ne crea davvero pochi.

 

Arbitro: Gervasoni 4 – Partita tragica per lui. Adotta un metro di giudizio drastico, specialmente all’inizio quando ammonisce tutto e tutti per ogni fallo. Poi, chiaramente, è costretto a frenarsi o la gara si sarebbe conclusa ben prima del 90’ per l’espulsione di tutti i 22 in campo. Un disastro.

 

TABELLINO

SASSUOLO-JUVENTUS 1-0

Sassuolo (4-3-3): Pegolo, Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Biondini (dal 70’ Duncan), Magnanelli, Missiroli, Berardi (dall 81’ Laribi), Floccari (dal 69’ Defrel), Sansone. A disposizione: Pomini, Longhi, Terranova, Gazzola, Ariaudo, Pellegrini, Politano, Falcinelli, Floro Flores. All. Di Francesco

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro, Sturaro, Lemina (dall’82 Hernanes), Pogba, Cuadrado, Mandzukic (dal 60’ Morata), Dybala (dal 79’ Zaza). A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Evra, Padoin, Sturaro, Zaza. All. Allegri

Marcatori: 19’ Sansone (S)

Arbitro: Andrea Gervasoni (Sez. di Mantova)

Ammoniti: 3’ Chiellini (J), 12’ Peluso (S), 17’ Lemina (J), 60’ Pegolo (S), 68’ Berardi (S), 77’ Pogba (S), 80’ Cannavaro (S), 94’ Sansone (S)

Espulsi: 38’ Chiellini (J)




Commenta con Facebook