• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Notizie > MotoGp, Gibernau contro Rossi e Marquez: "Due bambini". E la Repsol attacca Valentino

MotoGp, Gibernau contro Rossi e Marquez: "Due bambini". E la Repsol attacca Valentino

Anche il Codacons scende in campo per l'italiano


Valentino Rossi (Getty Images)
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

28/10/2015 18:17

MOTO GP ROSSI MARQUEZ CODACONS REPSOL / ROMA - Continua la bagarre tra Valentino Rossi e Marc Marquez. Dopo l'ormai nota vicenda di Sepang, in attesa di vedere l'epilogo di Valencia, la Repsol scende in campo a difendere lo spagnolo, mentre a tutelare l'italiano ci pensa il Codacons. 

REPSOL - L'azienda petrolifera, main sponsor della Honda, ha emesso un duro comunicato di accusa nei confronti di Valentino Rossi: "Il suo comportamento è stato totalmente inaccettabile e antisportivo e ha messo in pericolo Marquez. Senza valori come amicizia, agonismo e impegno dei piloti, non avrebbe senso partecipare allo sport come sponsor. Rossi ha dato un calcio in modo antisportivo al pilota Repsol Honda facendolo cadere, questo è un atto incompatibile con i valori dello sport e della competizione. Repsol è profondamente rattristata dall'esistenza di situazioni come quelle avvenute a Sepang". 

CODACONS - Il Codacons, invece, ha preso posizione difendendo l'italiano e presentando un esposto alla Fim nei confronti di Lorenzo e Marquez per condotta antisportiva: "Come è emerso dalle immagini i due piloti hanno adottato un comportamento antisportivo diretto a danneggiare un diretto concorrente alla conquista del Mondiale. Sin dal Gp in Australia e poi in Malesia Marquez ha utilizzato una condotta diretta a svantaggiare Rossi per favorire Lorenzo. Come tutti hanno potuto vedere Marquez non ha opposto resistenza al sorpasso di Lorenzo e si è reso protagonista di una condotta aggressiva e provocatoria nei confronti del pilota italiano culminata con una testata. L'accordo tra i due piloti è lampante e viola il codice di condotta stabilito dal circuito e deve essere sanzionato con la sospensione che equivale alla perdita del diritto di partecipare al campionato o alla esclusione definitiva dalle corse".

GIBERNAU - E un ex pilota come Gibernau va all'attacco sia di Rossi che di Marquez in una lettera aperta dove li definisce bambini in un passaggio in cui scrive: "Non viene punito il responsabile ma il bambino, pieno di illusioni e di talento, a cui mai e poi mai è stato detto che doveva e non doveva fare. Senza regole, senza una regolamentazione chiara che definisce ciò che è giusto e ciò che non lo è, mai si potrà insegnare al pilota cosa fare e cosa non fare. In una parola, senza regole chiare, non è possibile alcuna educazione"

 




Commenta con Facebook