• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Deschamps: "Pogba non è un 10. Sicuramente andrà via, ma..."

Juventus, Deschamps: "Pogba non è un 10. Sicuramente andrà via, ma..."

Il ct della Francia su Allegri: "Sta ancora cercando il modulo migliore"


Paul Pogba (Getty Images)
Marco Di Federico

28/10/2015 08:30

JUVENTUS POGBA DESCHAMPS / TORINO - La stagione di Paul Pogba è stata finora molto al di sotto delle attese. Dopo gli addii sul calciomercato di Pirlo, Tevez e Vidal, al 21enne francese era stato chiesto di prendersi sule spalle la Juventus in questo momento di transizione e condurla verso una nuova era di successi. Il programma originale è stato però disatteso: un solo gol, su rigore contro il Genoa, e tante prove sottotono. A descrivere il momento no del 'Polpo' e a parlare del suo futuro in ottica calciomercato Juventus è Didier Deschamps sulle colonne di 'TuttoSport'.

STAR - "Siete voi che lo trattate così. É un grande campione, è giovane, piace ai ragazzi e fa parlare tanto, nel bene e nel male. - le parole del ct della Francia - Il personaggio esiste solo attraverso il giocatore: se fa bene in campo può fare anche altre cose, l'unica verità arriva dal campo. Non può essere sempre al 100%, poi questa estate la Juve ha perso tre giocatori importanti e sono arrivati altri elementi di qualità. Non si può chiedere ad una squadra di fare subito le stesse cose".

NUMERO 10 - "Il numero era libero e non so chi ha preso questa decisione. Se è stato un 'casino'? Sì lo è stato e lo è. L'importante è che Paul non cambi il suo gioco. Lui non è un 10, non è un seconda punta: a lui piace andare avanti ma è un centrocampista che deve pensare anche alla fase difensiva".

FUTURO - "Un grande giocatore può giocare dove vuole. Inghilterra, Spagna o Italia. Rimanere alla Juventus è stata una sua scelta personale, io non c'entro nulla. Sicuramente un giorno andrà via, ma non so quando".

JUVENTUS - "Ha iniziato male il campionato, avendo cambiato tanti giocatori si perde anche fiducia. Anche Allegri sta ancora cercando il modulo migliore".

PASSATO - "Ho sbagliato ad andare via dalla Juve, ma sul momento era l'unica cosa giusta per me. Non ho rimpianti. Mi rendo conto che il mondo del calcio non poteva capire quella scelta".




Commenta con Facebook