• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Calciomercato Napoli, ESCLUSIVO Andujar: "Speravo in una riconferma. Higuain non mi ha mai detto..."

Calciomercato Napoli, ESCLUSIVO Andujar: "Speravo in una riconferma. Higuain non mi ha mai detto..."

Doppio ex di azzurri e Palermo, il portiere ha parlato anche del match di domani, in esclusiva a Calciomercato.it


Mariano Andujar © Getty Images
ESCLUSIVO
Giorgio Elia

27/10/2015 12:31

NAPOLI-PALERMO ESCLUSIVO MARIANO ANDUJAR / PALERMO - "Domani al 'San Paolo' il Napoli parte favorito. La squadra di Sarri sta attraversando un ottimo periodo di forma e arriva a questa sfida carica dal successo sul campo del Chievo. Non sarà comunque una passeggiata, considerato che il Palermo ha dimostrato di essere una buona squadra. I partenopei dovranno dunque mantenere alte attenzione e concentrazione".

Parola di Mariano Andujar, estremo difensore del Napoli in prestito all'Estudiantes e doppio ex della sfida in programma al 'San Paolo' tra la formazione di Sarri e il Palermo di Iachini. L'argentino, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, parla dell'andamento in campionato delle due squadre, ma anche del suo passato. 


Cosa è cambiato secondo Lei da Benitez a Sarri?
"Ho avuto la possibilità di seguire da vicino pochi allenamenti per il mio problema alla mano, ma dal modo nel quale venivano preparate le sedute e per le idee del mister, sapevo che prima o poi i risultati sarebbero arrivati. E' stato determinante il cambio di modulo che ha permesso a giocatori come Hamsik, Jorginho e Insigne di esprimersi al meglio tornando ai loro standard. Poi rispetto a Benitez, con Sarri è stata curata maggiormente la fase difensiva".


Sarri che ha fatto tornare il sorriso anche a Higuain...
"Non avevo dubbi su quello che avrebbe potuto fare Gonzalo in questa stagione. La mancata qualificazione in Champions dopo la partita interna contro la Lazio e quanto avvenuto in estate in Coppa America, senza dubbio avevano intaccato il suo umore. Però tutte le volte nelle quali andavamo insieme ad allenarci, non mi ha mai manifestato la sua intenzione di cambiare aria. Gonzalo è molto attaccato alla città di Napoli e alla sua gente e sapevo avrebbe avuto questa reazione rabbiosa da campione ferito".


Sperava in una riconferma dopo la passata stagione?
"Sinceramente non credo di aver fatto male nelle occasioni nelle quali ero stato chiamato in causa. La società ha deciso di puntare su un ottimo portiere come Reina, ma speravo mi fosse chiesta almeno la disponibilità a rimanere per fare il secondo. Questo non è avvenuto e ho scelto di tornare a casa per giocare con continuità. Ho comunque un altro anno di contratto con il Napoli, l'Italia mi manca e il mio obiettivo è tornare a giocare nella massima serie italiana".


Cosa ricorda di Palermo?
"E' stata una bella parentesi della mia carriera, nonostante sia stato in rosanero soltanto per un anno. Ho molti amici a Palermo e mia figlia è nata lì, quindi resto molto legato alla città e senza dubbio tornerò in vacanza o forse anche per viverci. Come per Napoli, anche a Palermo mi avrebbe fatto piacere rimanere per più di un solo anno".


Vazquez è già pronto per una grande squadra?
"Il 'Mudo' ha fatto vedere anche in questo avvio di stagione tutte le sue qualità. Gioca in una squadra che ormai è una realtà consolidata della Serie A, ma senza dubbio ha tutte le carte in regola per fare il salto decisivo per la sua carriera. Ha meritato l'approdo in Nazionale e, davanti a un'offerta giusta, penso possa lasciare i rosanero nel prossimo mercato estivo".


Chiusura dedicata al Catania, altra sua vecchia squadra...
"Mi dispiace tantissimo quanto avvenuto. Personalmente mi fa male vedere la squadra in Lega Pro, considerato che la gente sta pagando quanto fatto dal club. Ho visto l'ultima vittoria per 3-2 ed è veramente molto triste vedere una realtà come quella catanese finita così in basso". 

 




Commenta con Facebook