• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Dybala gioca da leader, Lollo inguaia il Carpi

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Dybala gioca da leader, Lollo inguaia il Carpi

Top e Flop della 9a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Dybala (Getty Images)
Emiliano Forte

26/10/2015 07:40

PAGELLONE 9A GIORNATA SERIE A DYBALA LOLLO / ROMA - Torna al successo in campionato la Juventus e lo fa grazie al giocatore più discusso della settimana, quel Paulo Dybala che con una rete e un assist è il protagonista assoluto nella gara vinta 2-0 contro l'Atalanta. Tra i bergamaschi pomeriggio difficile per Paletta, costretto alla resa contro lo scatenato numero 21 bianconero. Vittoria importante anche per la Lazio, che rifila tre gol al Torino grazie alla ritrovata vena realizzativa di Felipe Anderson e agli assist di un intramontabile Miroslav Klose. A 'Marassi' una Sampdoria spettacolare travolge il Verona e si gode le magie di Eder e Muriel. L'Inter, in campo sabato sera contro il Palermo, non va oltre l'1-1 e continua ad aspettare l'esplosione di Kondogbia apparso ancora lontano dalla forma migliore. La doppia ingenuità di Lollo in Carpi-Bologna agevola la rimonta degli ospiti che ribaltano il risultato nella ripresa.

 

TOP

 

5.Felipe Anderson (Lazio) - Si accende a sprazzi e quando lo fa crea sempre scompiglio nella difesa granata. Con una doppietta nella ripresa rende esaltante la sua settimana e quella della Lazio che vince e convince in Europa ed in Serie A. Spavaldo. VOTO 7,5

 

4.Klose (Lazio) - Il centravanti tedesco torna titolare e trascina i suoi anche senza segnare. Solito gran lavoro in avanti dove costruisce i due assist al bacio prima per Lulic poi per Felipe Anderson che lanciano la Lazio in quota Champions. Eterno. VOTO 7,5

 

3.Muriel (Sampdoria) - Sblocca il risultato con freddezza e opportunismo ad inizio gara quando sfrutta al meglio un errore in disimpegno del Verona. Da lì in avanti il colombiano sfodera una serie di giocate e di dribbling sopraffini che seminano il panico nei pressi dell'area avversaria. Quando accelera diventa imprendibile e l'assist che permette ad Eder di firmare il poker è una delizia. Travolgente. VOTO 7,5

 

2.Eder (Sampdoria) - L'attaccante italo-brasiliano sta disputando una stagione fantastica, segna e fa segnare con regolarità e le sue giocate non sono mai banali. Addirittura strepitoso in occasione dell'assist vincente offerto a Soriano in occasione del terzo gol blucerchiato. Un tocco sotto che scavalca la balbettante difesa del Verona e mette a tu per tu con Rafael il compagno di club e di Nazionale. Scintillante. VOTO 8

 

1.Dybala (Juventus) - Dopo le tante polemiche legate al poco spazio che il talento argentino ha trovato nelle ultime uscite bianconere non poteva esserci risposta migliore per il numero 21. Allegri questa volta lo schiera tra i titolari e lui non delude: anzi, trascina i suoi al successo con una gara superlativa fatta di grande sostanza e di giocate degne della sua fama. Si muove molto su tutto il fronte d'attacco garantendo grande qualità ed imprevidibilità al gioco offensivo dei bianconeri, che riescono a sfondare con regolarità il muro atalantino davanti a Sportiello. Proprio lui con un gran sinistro carico di effetto beffa il portiere nerazzurro e trova il gol che sblocca la gara e forse anche la testa dei compagni. Perfetto anche il suo assist che manda in gol Mandzukic al termine di un'azione da manuale. Se gioca così 'mister 40 milioni' non può che mettere tutti d'accordo. Indomabile. VOTO 8

 

FLOP

 

5.Kondogbia (Inter) - Il centrocampista francese, nonostante l'innegabile talento e le grandi doti fisico-atletiche, continua ad avere difficoltà di inserimento nel nostro campionato. Nel match contro il Palermo rimane ai margini del gioco nerazzurro sia in fase di costruzione che in copertura dove gira spesso a vuoto senza riuscire ad anticipare gli avversari. Spaesato. VOTO 4,5

 

4.Pavoletti (Genoa) - I difensori avversari gli nascondono il pallone e nelle rare occasioni in cui potrebbe rendersi utile sbaglia puntualmente la giocata. Spettatore. VOTO 4,5

 

3.Paletta (Atalanta) - Un Dybala scatenato lo costringe agli straordinari ed il difensore atalantino va subito in affanno. Pochissimi i duelli vinti con gli attaccanti bianconeri e nel finale stordito dalle finte del numero 21 juventino provoca il calcio di rigore che Pogba spara sui guanti di Sportiello. Travolto. VOTO 4,5

 

2.Helander (Verona) - Pesa come un macigno sul pomeriggio nero del Verona la sua leggerezza in avvio di gara che manda in gol Muriel. La gara dello svedese prosegue tra molte incertezze ed imprecisioni fino alla sostituzione con Ionita dopo i primi 45 minuti. Frastornato. VOTO 4,5

 

1.Lollo (Carpi) - Imperdonabili i due falli a metà campo che gli valgono altrettanti cartellini gialli in meno di 40 minuti. Una doppia ingenuità che cambia la partita dei suoi costretti a subire in inferiorità numerica prima la rimonta poi il definitivo sorpasso del Bologna. Ingiustificabile. VOTO 4




Commenta con Facebook