• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-ATALANTA

Dybala stratosferico, Padoin in affanno. Maxi Moralez ci prova, Paletta raccoglie fischi


Paulo Dybala (Getty Images)
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

25/10/2015 16:57

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-ATALANTA

 

JUVENTUS

 

Buffon 6 – Non si rende protagonista d’interventi clamorosi. Orchestra la difesa dalla porta con maestria, per il resto ordinaria amministrazione.

 

Padoin 5,5 – Spinge di meno rispetto ad Evra. Ma subisce tanto la verve di Moralez da quel lato. Si fa cogliere di frequente fuori posizione. La Juve i pericoli maggiori li subisce proprio sul suo out.

 

Bonucci 7 – Porta palla dalla difesa e la smista tra i centrocampisti per far ripartire la manovra bianconera. Non commette sbavature e narcotizza lo spauracchio Pinilla.

 

Chiellini 7 – Sempre preciso in ogni intervento sbroglia diverse situazioni intricate. Poco prima del gol di Dybala salva la porta di Buffon con un incredibile intervento in scivolata strappando la palla dall’accorrente Moralez alle sue spalle.

 

Evra 6 – Spinge come un ossesso su quella fascia. Spesso però finisce per sparare i propri cross sulla schiena degli avversari. Impreciso in fase di rifinitura.

 

Khedira 6 – Sbaglia qualche facile appoggio e sembra in debito d’ossigeno. Dopo essere ritornato dall’infortunio ha praticamente giocato sempre e ora sembra soffrire il minutaggio elevato delle ultime gare. Nella ripresa cresce e strappa la sufficienza. Dall’89’ Sturaro s.v.

 

Marchisio 6 – Lascia i compiti di regia ad un più ispirato Pogba. Recupera qualche buon pallone e si rende protagonista di giocate interessanti. Sufficienza piena per lui.

 

Pogba 6,5 – Si rivede il vecchio Pogba. Pochi fronzoli, tanta sostanza per lui quest’oggi. Rompe il gioco avversario e cuce quello della Juve con maestria, senza mai strafare. Prestazione convincente, la sua migliore partita dall’inizio dell’anno. Peccato per il rigore sbagliato nel finale che gli costa mezzo vosto in meno: sarebbe stata la giornata perfetta per lui.

 

Pereyra 6,5 – Parte un po’ contratto e fatica a trovare la posizione in mezzo al campo. Poi decide di spostarsi sul centro sinistra e la musica cambia. Serpentine e finte che mettono in grande difficoltà gli avversari. Lascia il campo anzitempo per un problema muscolare. Dal 37’ Asamoah 6 – Si disimpegna bene sul centro sinistra. Prestazione positiva per lui.

 

Mandzukic 6,5Macchinoso, nei primi minuti ha qualche buona opportunità, ma impiega sempre troppo tempo per concludere. All’alba della ripresa firma il 2-0 con un gol di rapina, da centravanti vero. Dal 77’ Morata s.v.

 

Dybala 8 – Svaria su tutto il fronte d’attacco e prova sempre la conclusione di prima. Schiaffeggia le critiche con una bomba poco prima della mezzora che buca le mani a Sportiello. Nella ripresa confeziona l’assist per il 2-0 di Mandzukic. Senza ombra di dubbio il migliore in campo. Nel finale si guadagna anche il rigore che Pogba cestina.

 

All. Allegri 7 – Riecco la Juve aggressiva di un anno fa. I bianconeri sembrano aver ritrovato la strada giusta, quella della fame e della voglia di vincere. I ragazzi di Allegri sono scesi in campo sin da subito con un solo obiettivo, il successo. Nota a parte per il migliore in campo, Dybala, che a questo punto merita di essere un inamovibile di questa Juventus.

 

ATALANTA

 

Sportiello 6 – Parte con un paio di buone parate. Non impeccabile nell’occasione della rete di Dybala, il tiro è potente, ma centrale. Sempre sul giovane attaccante bianconero, si riscatta sul tramonto del primo tempo con un grandissimo intervento di piede. Buono il suo secondo tempo con tante ottime parate e il penalty neutralizzato a Pogba.

 

Bellini 6 – Si limita a svolgere il compitino, non compie giocate trascendentali e copre bene la porzione di campo di propria competenza. Lascia il campo anzitempo per una pesante botta al volto. Dal 45’ Masiello A. 5,5 – Con lui in campo la situazione da quel lato peggiora e l’Atalanta soffre maledettamente la Juve.

 

Toloi 5,5 – Viene messo in grande difficoltà dalla velocità degli attaccanti bianconeri. Nel giro di una ventina di minuti si fa ammonire per due volte e si guadagna la doccia anticipata.

 

Paletta 4,5 – Segue per tutto il campo Dybala che lo irride di finte. Lascia l’argentino sempre libero di calciare, prestazione scadente la sua. Nel finale atterra l’argentino e concede il penalty alla Juve.

 

Dramé 5,5 – Tenta di spingersi in avanti, ma il più delle volte perde palle sanguinose in uscita.  In fase di copertura, buono il primo tempo, male nella ripresa.

 

Grassi 6 – Il giovane centrocampista nerazzurro si fa valere muscolarmente in mezzo al campo. Buona la sua prestazione.

 

De Roon 5,5 – Non riesce a fare filtro a centrocampo e soffre il palleggio dei centrocampisti bianconeri.  Rischia anche l’espulsione, alla fine Reja decide di tirarlo fuori per non rischiare. Dal 73’ Migliaccio s.v.

 

Kurtic 5,5 – Tenta timidamente l’inserimento, ma non riesce mai ad impensierire Buffon. In un primo momento sembra avere la meglio di Khedira, poi accade l’esatto contrario. Prestazione scadente.

 

D’Alessandro 5,5 – Gioca a nascondino in mezzo al campo. Tocca pochissimi palloni e si fa apprezzare più per la fase difensiva.  Nel complesso prestazione insufficiente.

 

Pinilla 5 – Viene narcotizzato da Bonucci che gli fa toccare pochissimi palloni. Il temperamento c’è, ma non sempre basta quello. Gara anonima per lui.

 

Moralez 6,5 – Sicuramente tra i migliori dei suoi. Sulla sinistra mette in grande difficoltà Padoin, solo un grande Chiellini gli nega la gioia del gol. Dal 52’ Gomez 5,5 – Viene inserito per dare una sterzata al match, ma non ci riesce. Prova opaca per lui.

 

All. Reja 5 – L’Atalanta parte subito male e subisce la maggiore aggressività dei bianconeri. Poi Sportiello spiana la strada alla Juve con un errore evitabile. I nerazzurri, hanno mostrato un Maxi Moralez in ottima forma, davvero fragile, invece, il centrocampo, incapace di arginare i palleggiatori della vecchia signora.

 

Arbitro Di Bello 7 – Gestisce bene la gara e non spezzetta il gioco. Corrette tutte le decisioni prese, dall’espulsione per doppia ammonizione di Toloi al rigore concesso per fallo di Paletta ai danni di Dybala.

 

TABELLINO

 

JUVENTUS-ATALANTA 2-0

 

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Padoin, Bonucci, Chiellini, Evra; Khedira(dall’89’ Sturaro), Marchisio, Pogba; Pereyra(dal 37’ Asamoah); Mandzukic(dal 77’ Morata), Dybala. A disp.: Neto, Lemina, Barzagli, Rugani, Cuadrado, Zaza, Alex Sandro, Hernanes, Audero. All. Allegri.

 

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Bellini(dal 45’ Masiello A.), Toloi, Paletta, Dramè; Grassi, De Roon(dal 73’ Migliaccio), Kurtic; D'Alessandro, Pinilla, Moralez(dal 52’ Gomez). A disp.: Bassi, Denis, Raimondi, Stendardo, Carmona, Monachello, Cherubin, Cigarini, Brivio. All. Reja.

 

Arbitro: Marco Di Bello di Brindisi

 

Marcatori: 28’ Dybala (J), 49’ Mandzukic (J)

 

Ammoniti: 25’ De Roon (A), 51’ Marchisio (J), 54’ Grassi (A), 56’ Toloi (A), 61’ Dybala (J), 74’ Toloi (A)

 

Espulsi: 74’ Toloi (A)




Commenta con Facebook