• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI PALERMO-INTER

Perisic mette il sigillo, male Kondogbia. Vazquez incanta


L
Giorgio Elia

24/10/2015 22:37

Ecco le pagelle e il tabellino di PALERMO-INTER.

PALERMO

Sorrentino 7 - Attento sulle insidie provenienti dagli esterni è bravo su Jovetic, prodigioso su Guarin e superlativo su Biabiany.

Struna 6 - Una sola disattenzione nel primo tempo che poteva costare cara alla squadra, poi per il resto buone diagonali difensive e tanta concentrazione nei duelli con Perisic e Jovetic. 

Gonzalez 6,5 - Il costaricano si esalta nel duello con Icardi. Perfetto nella lettura delle situazioni di gioco è determinante nel sottrarre il pallone all'avversario di turno evitando un incrocio pericoloso con Sorrentino. 

Andelkovic 6 - Bada sempre al sodo, confermando attenzione e concentrazione mostrate a Bologna. 

Rispoli 6 - Un vero e proprio "puro sangue" quando, petto in fuori, si lancia sulla fascia destra. Ha però pesanti responsabilità sul gol di Perisic, tardando la diagonale sul croato. 

Rigoni 6,5 - Spirito di sacrificio e idee al servizio della squadra. Corre tanto e abbina i suoi muscoli al fosforo di Maresca. Da applausi il colpo di tacco in una azione del primo tempo che libera al cross Rispoli. Dal 93' Chochev s.v.

Maresca 6,5 - La manovra della squadra diventa più fluida grazie alla sua presenza. Da applausi alcune aperture e giocate di prima intenzione a velocizzare il gioco. 

Hiljemark 6 - Contro i nerazzurri lo svedese mostra tutta la sua disciplina tattica intepretando al meglio le due fasi. Supporta Lazaar e Andelkovic con ripiegamenti difensivi a sinistra e si propone sempre con i tempi giusti quando la squadra riparte. Unica tirata d'orecchie e mezzo voto in meno per un errore con la squadra in uscita, che porta al giallo di Maresca e al calcio di punizione pericoloso di Jovetic. Dal 64' Quaison 6 - Qualche accelerazione e tanta attenzione nel tenere la posizione. 

Lazaar 6 - Duello fatto di botta e risposta quello con Nagatomo. Tiene bene anche su Guarin, allertando sempre la retroguardia nerazzurra con le sue traiettorie mancine dall'esterno. Dal 81' Daprelà s.v.

Vazquez 7 - Un poeta sul terreno di gioco del Barbera. Gli scarpini come la penna, regalano rime che fanno saltare gli equilibri della difesa nerazzurra e chiamano all'intervento Handanovic. Sua la rasoiata per il gol di Gilardino. 

Gilardino 7 - Da far vedere ai bambini nelle scuole calcio il suo lavoro spalle alla porta da prima punta, nel favorire le giocate e liberare i compagni alle sue spalle. Un paio di tentativi di testa nel difficile duello con Miranda, che non inquadrano però la porta di Handanovic. Senso del gol da dieci in pagella nella zampata per l'1-1. 

Allenatore Iachini 6,5 - Premiata la scelta di puntare in blocco sull'undici che aveva vinto a Bologna. La sua squadra di mostra solida e in crescita. 

INTER

Handanovic 6,5 - Dice di no a più riprese a Vazquez, mostrando attenzione. Non può nulla sul gol di Gilardino.

Nagatomo 6 - Attento il giapponese nel suo rientro da titolare, risulta più efficace di Telles nel gioco sugli esterni della squadra. 

Miranda 7 - E' bello il duello con Gilardino. Il brasiliano copre sempre bene la sua zona di competenza ed è elegante nell'uscire palla al piede e conosce alla perfezione l'arte di agire con esperienza. 

Murillo 5 - Non riesce a prendere le misure a Vazquez e viene in alcune occasioni sorpreso dalle traiettorie disegnate dai due esterni del Palermo. Dubbi sul secondo giallo nella ripresa, ma comunque nell'occasione era stato ancora una volta saltato dall'oriundo. 

Telles 6 - Una discreta attenzione in fase difensiva ma si fa schiacciare troppo spesso da Rispoli sulla propria trequarti difensiva, facendo venir meno una soluzione al dispiegamento della manovra della squadra. Guadagna la sufficienza con un salvatggio su conclusione a botta sicura di Rispoli.

Guarin 6 - Opaco nel primo tempo, riesce a entrare nel gioco della squadra quando Mancini lo sposta al centro al posto di Kondogbia. Sorrentino gli nega il gol con una grande parata. Bella l'azione personale dalla sua trequarti fino a quella rosanero conclusa però con un tentativo alto sopra la traversa. 

Medel 6 - Tanto lavoro davanti alla difesa, offrendo un supporto prezioso in fase di rottura del gioco avversario. 

Kondogbia 4,5 - Delude tutti coloro i quali si aspettavano una conferma dopo la buona prova sfoggiata nel trofeo Berlusconi. In ritardo nelle occasioni di palla contesa, non incide nello sviluppo della manovra di gioco. Dal 55' Biabiany 7 - Grandissimo impatto sulla partita. Perfetta la giocata che offre a Perisic una palla da spedire soltanto in rete. Sorrentino gli nega la gioia del gol partita.

Perisic 6 - Un paio di accenni di cambio di passo e tanti palloni scaricati alle sue spalle. Dalla sua parte il senso del farsi trovare pronto nel posto giusto al momento giusto, con il tap-in a porta vuota per il vantaggio nerazzurro. 

Icardi 5 - Lui vorrebbe ringhiare tornando a graffiare in campionato. Gonzalez gli mette la "museruola" e lo annulla. Dal 78' Ljajic s.v.

Jovetic 6,5 - E' il nerazzurro che tocca forse più palloni nel corso della serata. Interessanti le sue idee nel provare a metter davanti alla porta Icardi e Perisic. E' impreciso quando decide di "mettersi in proprio", con conclusioni terminate larghe.  Dal 85' Ranocchia s.v.

Allenatore Mancini 6,5 - Determinante il cambio in avvio di ripresa con l'ingresso di Biabiany preciso assist-man nel sbloccare l'equilibrio del match. 

Arbitro Doveri 6 - Buona la gestione della partita del fischietto romano. Perfetta la lettura dell'azione in occasione del giallo per simulazione a Vazquez. Kondogbia infatti frena sul terreno di gioco l'impeto, non entrando in contatto con il trequartista del Palermo. Giusta dunque l'ammonizione e non il secondo giallo al centrocampista nerazzurro. Dubbi invece sull'espulsione di Murillo per doppio giallo. 

TABELLINO

PALERMO-INTER 1-1

PALERMO (3-5-1-1): Sorrentino; Struna, Gonzalez, Andelkovic; Rispoli, Hiljemark(Quaison 64'), Maresca, Rigoni(Chochev 93'), Lazaar(Daprelà 81'); Vazquez; Gilardino. A disp.: Colombi, Alastra, Vitiello, El Kaoutari, Goldaniga, Brugman, Trajkovski, La Gumina, Jajalo, Pezzella. All. Iachini

INTER (4-3-1-2): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Murillo, Telles; Guarin, Kondogbia(Biabiany 55'), Medel; Perisic; Jovetic(Ranocchia 85'), Icardi(Ljajic 78'). A disp.: Carrizo, Juan Jesus, D'Ambrosio, Santon, Gnoukouri, Brozovic, Palacio, Manaj. All. Mancini

Arbitro: Doveri

Marcatori: Perisic(I) 60', Gilardino(P) 66'

Ammoniti: Murillo(I) 27', Kondogbia(I) 31', Vazquez(P) 39', Maresca(P) 49'

Espulsi: Murillo(I) 79'




Commenta con Facebook