• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio-Torino, Pioli: "Mentalità deve restare offensiva. Valuto Morrison come gli altri"

Lazio-Torino, Pioli: "Mentalità deve restare offensiva. Valuto Morrison come gli altri"

L'allenatore biancoceleste è intervenuto in conferenza stampa


Stefano Pioli (Calciomercato.it)

24/10/2015 14:23

LAZIO TORINO CONFEREZA STAMPA PIOLI / ROMA - Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match dell''Olimpico' tra Lazio e Torino: "I risultati dicono che stiamo facendo benissimo in casa, è chiaro che vorremmo continuare così. Ma pensiamo soltanto a migliorare la classifica, vogliamo dare sempre il massimo. La squadra ha mostrato progressi, giocano comunque delle buone gare anche in trasferta. Alcuni episodi ci hanno penalizzato: dobbiamo continuare su questa strada di crescita. A Mauricio ho consigliato di giocare con calma e tranquillità, ma chi gioca purtroppo ci sta che possa sbagliare. Morrison? Non ho corsie preferenziali per nessuno, lo valuto come gli altri 29 della rosa, che è di qualità. Marchetti ha avuto un leggero attacco febbrile, ma se oggi si allenerà domani sarà in campo. De Vrij è un professionista serio, attento, ma adesso un po' confuso. Sta cercando con lo staff medico la strada migliore per tornare al più presto in campo. Mauri? Tutte le prestazioni possono mettermi in difficoltà, dovrò valutare anche le condizioni dei ragazzi dopo la prova di giovedì".

PERICOLO TORO - "Il Torino gioca un calcio particolare, quasi unico. Aspetta dietro la palla, parte basso. Ci costringerà a giocare la migliore partita possibile. Dovremo essere lucidi, giocheremo col centrocampo a tre. Poi vedremo se il vertice sarà alto o basso. I gol presi? A parte Chievo e Napoli, nelle ultime settimane ci sono stati miglioramenti. Siamo stati più compatti e determinati: ma la nostra mentalità resta quella di segnare un gol in più degli altri. La decisione della Curva? Non giudico, i nostri tifosi sanno cosa significa giocare in stadio pieno di entusiamo. Insieme siamo più forti, senza siamo sicuramente un po' più deboli".

G.M.




Commenta con Facebook