• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Atalanta, Allegri: "Io processato, Dybala deve crescere. Agnelli non mi ha criticato"

Juventus-Atalanta, Allegri: "Io processato, Dybala deve crescere. Agnelli non mi ha criticato"

L'allenatore bianconero ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match


Massimiliano Allegri ©Getty Images

24/10/2015 14:05

JUVENTUS ATALANTA ALLEGRI / TORINO - Servono assolutamente i tre punti alla Juve nel match di domani contro l'Atalanta. Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della sfida con gli orobici, soffermandosi per le news Juventus subito sul 'caso' Dybala e sulle recenti dichiarazioni del presidente Agnelli: "Alcune considerazioni su Paulo, innanzitutto; è colui che ha giocato più di tutti davanti e avrà un grande futuro. C'è stato un processo mediatico sul sottoscritto e Dybala, ma lo storico parla chiaramente della mia gestione dei giovani. E' giusto quello che ha detto il presidente: la Juventus non può essere al quattordicesimo posto, indipendentemente dai cambi. Non era una critica rivolta al sottoscritto, ma solo una constatazione che anche io avevo rimarcato in passato. Malgrado tutti i cambiamenti, questa squadra ha l'obbligo di fare meglio".

CONCRETEZZA CERCASI - "Dobbiamo centrare la seconda vittoria in casa e dare seguito ai risultati. Abbiamo dimostrato una buona solidità difensiva nelle ultime uscite, dobbiamo migliorare però la fase offensiva ed essere più concreti perché la squadra crea diverse occasioni durante la gara".

CUADRADO A RIPOSO - "Domani alcuni dovranno rifiatare: Cuadrado non sarà della partita, ma sarà a disposizione. Domani potremmo giocare con lo stesso modulo, con Pereyra al posto di Cuadrado. Marchisio? Ha giocato regista e mezzala: anche mercoledì ha fatto buona partita, non giocando comunque con una condizione ottimale. Domani come terzino destro giocherà uno tra Sturaro e Padoin. Rugani? Dovrò valutare, quando verrà chiamato in causa farà sicuramente una buona gara".

CONTINUITA' - "A Natale dobbiamo avere una posizione migliore di quella attuale, e a marzo essere a ridosso delle prime. Dobbiamo pensare a noi stessi per dare continuità ai risultati e risalire posti in classifica. Ho 22 giocatori di alta qualità, e cinquanta partite davanti: normale che non possono giocare sempre gli stessi".

DYBALA E MANDZUKIC - "Dybala ha bisogno di crescere e deve essere trattato come un giocatore normale. L'anno scorso era il leader nel Palermo, quindi non può esserlo anche qui alla Juve. Chi l'ha fatto ha sbagliato, non deve avere responsabilità addosso. Può partire dall'inizio domani. Mandzukic? Ha segnato gol pesanti in rapporto alle partite giocate e ha pure subito un infortunio. Se confermo di non aver mai chiesto un trequartista in estate? Il calciomercato si è chiuso, i giocatori che fanno parte della rosa sono stati ritenuti validi per giocare in una squadra importante".




Commenta con Facebook