• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-LECH POZNAN

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-LECH POZNAN

Due subentrati stendono la Viola. Pessima Fiorentina, si salva Bernardeschi


Fiorentina ko (Getty Images)
Lorenzo Bettoni @lorebetto

22/10/2015 21:03

ECCO LE PAGELLE DI FIORENTINA-LECH POZNAN

 

FIORENTINA

Sepe 6 – Non può nulla suoi gol.

Tomovic 5 - Sfiora il gol su palla da fermo dopo una manciata di minuti. Ha meno responsabilità di Astori sul gol del vantaggio polacco.

Rongaglia 5,5 - Non troppa personalità per l’ex Genoa che è il primo ad issare bandiera bianca quando i suoi vanno in difficoltà.

Astori 5 - Partita in linea col resto della stagione, finché non si addormenta in occasione del vantaggio polacco, con Kownacki che lo sorprende sfrecciandogli dietro.

Pasqual 5 – Quando nel primo tempo offre appoggio alla fase offensiva, finisce sempre col crossare male. Si fa trovare troppo dentro al campo in occasione del vantaggio polacco. Dal 67’ Bernardeschi 6 - ha suoi piedi la palla gol più clamorosa della Viola, ma calcia fuori invece i metterla dentro a Ilicic. Pochi minuti dopo trova la porta, ma anche il piedone di Buric.

Mati Fernandez 5,5 - Involuzione clamorosa rispetto alla scorsa stagione. Corsa e qualità ammirati lo scorso anno escono solo all’ingresso in campo di Bernardeschi. Troppo poco.

Mario Suarez 4,5 - Paradossalmente l’acquisto più apprezzato del mercato Viola  viene utilizzato soltanto in partite di basso livello ed il suo rendimento dà ragione alle scelte di Sousa che lo esclude spesso e volentieri dai match che contano. Recupera pochi palloni e non ha qualità. Dal 73’ Ilicic 5,5 – Si nota poco nell’assedio finale.

Verdù 5,5 - Esordio stagionale dal primo minuto, nonostante abbia già segnato la prima rete contro l’Atalanta. Si muove e svaria molto, ma commette parecchi errori di misura. Dal 64’ Vecino 6 – Fa il compitino ma come sempre non sfigura.

Rebic 4 - Il più attivo nel primo tempo viola. Non è un esterno vero perché non è rapidissimo, ma usa bene il corpo. Evapora nella ripresa. Anzi si fa notare solo quando entra a gambe unite su un avversario lasciando i suoi in dieci per il forcing finale.

Babacar 4,5 - Fa la guerra con la difesa del Lech, ma la perde sia sugli scontri aerei che in velocità. Sbaglia un gol grosso come una casa proprio all’ultimo secondo. Kalinic, al momento è di un altro pianeta.

Rossi 6 - Si accende a sprazzi nel primo tempo, eclissandosi totalmente nel secondo tempo. Fatica a saltare Kedziora ma segna la rete della speranza. Per poco non raddoppia “di foto” un minuto dopo.

All. Paulo Sousa 4,5 – La corsa alla qualificazione si complica parecchio visto che i suoi hanno 3 raccolto tre punti in altrettante partite e sono adesso ultimi nel girone. Cambia 9 giocatori rispetto alla gara col Napoli facendo riposare i big in vista della Roma. Mossa comprensibile ma la squadra si sgonfia alla prima difficoltà.

 

LECH POZNAN

Buric 7 - Subito miracoloso sul tentativo di Tomovic sugli sviluppi di un calcio di punizione, è sorprendentemente poco impegnato per tutto il primo tempo. Nei secondi 45’ dice di no a Bernardeschi opponendo il piedone al tiro a botta sicura della stellina viola.

Kedziora 6,5 - Non si fa mai saltare da Rossi ed è attento soprattutto nel secondo tempo.

Dudka 7 - Come il suo compagno di reparto è sempre attento, soprattutto sulle palle alte.

Kaminski 7 - Ha difficoltà  nel tenere a bada la vivacità delle punte viola quando viene puntato, ma gioca bene in anticipo ed è insuperabile sul gioco aereo. Suo l’assist del 2-0.

Kadar 6,5 - Attento e propositivo.

Tralka 6 - Gioca con personalità e non rende la vita facile alla mediana Viola. Ammonito a partita quasi finita.

Tetteh 6 - Più quantità che qualità.

Lovrencsics 7 - Il Poznan crea poco nel primo tempo, quel poco arriva dalla sua parte. Non a caso l’assist per il vantaggio di Kownacki arriva dai suoi piedi.

Holman 6 - Inizia balbettando. Nonostante sia il trequartista non ha una tecnica clamorosa, ma almeno ci mette intensità e sacrificio. Dal 67’ Hamalainen 6 - Dà equilibrio.

Formella 6 - Non ha grossi cambi di ritmo, ma gioca una partita attenta sulla sinistra.

Thomlalla 5 – Vede pochi palloni sia perché i suoi faticano a trovare spazi per fare assist, sia perché I difensori viola gli sbarrano la strada ancora prima che lui riesca ad entra in possesso. Rimane in campo per appena un’ora. Dal 62’ Kownacki 7 – Esattamente un quarto d’ora di gioco in cui segna al primo pallone toccato e poi si fa male finendo anzitempo un match in cui è subentrato. Non capita spesso di giocare 15’ ed essere comunque il migliore in campo. Dal 77’ Gajos 7 – Come Kownacki entra e punisce i Viola. Incredibile.

All. Urban 7,5 - Da poco subentrato vista la pessima posizione del club nel campionato polacco. Trova una vittoria a sorpresa contro i primi in classifica della Serie A grazie ad una prestazione attenta ed equilibrata. Bravo e fortunato perché due dei suoi cambi vanno in gol. Le disattenzioni viola, poi, han fatto il resto.

Arbitro: Gediminas Mazeika 6,5 – Giuste tutte le decisioni. Rosso a Rebic compreso.

 

TABELLINO
FIORENTINA-LECH POZNAN 1-2

Fiorentina (4-3-3): Sepe; Tomović, Astori, Roncaglia, Pasqual (dal 67’ Bernardeschi); Mati Fernandez, Suarez (73’ Ilicic),  Verdù (dal 64’ Vecino); Rebic, Babacar, Rossi. A disp. Tatarusanu, Kalinic, Diakhate, Blaszczykowski. All. Paulo Sousa.

Lech Poznań (4-2-3-1): Burić; Kędziora, Kádár, Dudka, Kamiński; Trałka, Holman dal 67’ Hamalainen); Tetteh, Lovrencsics,Formella; Thomalla (Dal 62’ Kownacki (dal 77’ Gaios)). A disp. Douglass, Ceesay, Gostomski.  All. Urban.
 

Arbitro: Mazeika (Lituania)
Marcatori: 65’ Kownacki (L), 82’ Gajos (L), 90’ Rossi (F)
Ammoniti: 71’ Lovrencsics (L), 90’+2 Tralka (L)
Espulsi: 90’+1 Rebic (F)




Commenta con Facebook