• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-CARPI

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-CARPI

Super Moralez tra i nerazzurri, Gabriel Silva e Borriello uniche luci per Sannino


Gioia Atalanta (Getty Images)
Bruno De Santis

18/10/2015 17:15

LE PAGELLE DI ATALANTA-CARPI

ATALANTA

Sportiello 6 - Spettatore non pagante: soltanto una volta chiamato in causa dagli avanti del Carpi con una conclusione di Borriello che non lo impensierisce. 

Masiello 6,5 - Dalle sue parti non si passa. Baluardo insormontabile, costringe gli attaccanti emiliani a girare alla larga. 

Toloi 6,5 - Splendido leader della difesa atalantina: con Stendardo forma una coppia di centrali affidabile. 

Dramè 6 - Forse il meno preciso dei suoi: ci mette tanto impegno ma non sempre le sue giocate sono quelle giuste. 

Grassi 6,5 - Qualità e quantità: la 'cantera' bergamasca ha sfornato un nuovo gioiello ed Edy Reja se lo coccola, giustamente. Dall'82' Carmona sv

de Roon 7 - Da lui passano tutte le azioni dell'Atalanta: regista impeccabile, abbina le doti di ideatore a quelle di distruttore. Grande acquisto.

Cigarini 6,5 - Si riprenda una maglia da titolare e sforna una prestazione ben al di sopra della sufficienza, condita dal gol dal dischetto che chiude il match. Dal 65' Kutic 6 - Entra quando ormai il risultato è acquisito e partecipa alla festa nerazzurra. 

Moralez 7,5 - Letteralmente scatenato, la difesa del Carpi ancora lo cerca: dribbling e assist sono il suo marchio di fabbrica. Delizioso il passaggio che permette a Pinilla di aprire le marcature. 

Pinilla 7,5 - Segna, si procura un rigore e lotta su ogni pallone: quando gioca così farebbe la felicità di ogni allenatore. E' in giornata di grazie e la dimostrazione arriva puntuale al 7 minuto che insacca alle spalle di Belec il gol che mette in discesa la gara per gli orobici.

Gomez 7 - Un gol che vale da solo un punto in più in pagelle: la meraviglia con la quale firma il raddoppio è sicuramente la rete più bella della giornata. Un gol da calcio d'angolo che in Serie A non si vedeva da tempo. Dal 78' D'Alessandro sv

Reja 7 - Una prova perfetta dell'Atalanta che festeggia nel migliore dei modi il compleanno della società orobica. Tutto funziona a perfezione oggi, continuando così la salvezza non sarà certo un problema. 

CARPI 

Belec 5,5 - Se ti segnano da calcio d'angolo non puoi non avere colpe. Gol di Gomez a parte non dà mai l'idea della sicurezza, pur compiendo un paio di interventi importanti. 

Bubnjic 4,5 - Il suo marchio di fabbrica quest'oggi è l'errore: lancia Gomez davanti a Belec ed è fortunato che l'avversario fallisce l'occasione. Poi commette il fallo da rigore su Pinilla e in mezzo tante difficoltà. Gara da dimenticare. 

Zaccardo 6 - Prova con la sua esperienza a tenere in piedi la baracca, ma oggi è davvero complicato.

Gagliolo 5 - Non riesce mai a bloccare gli attaccante atalantini. Gara di sofferenza pura per lui che pure mette in campo tanta generosità. 

Letizia 5 - Dalle sue parti agisce Dramè, forse il peggiore dell'Atalanta: eppure non riesce mai una volta ad affondare il colpo e spesso è messo in difficoltà del rivale. Dal 73' Wallace sv

Cofie 5,5 - L'esatto contrario di de Roon: niente precisione in fase di costruzione, assente in fase di interdizione. Non pervenuto. 

Lazzari 5 - A correre, corre, ma la palla non la vede mai: i centrocampisti dell'Atalanta non gli concedono tregua e il risultato a fine partita per lui è un gran mal di testa. 

Fedele 5,5 - Ci mette grinta, solo quella: troppi falli e tanto disordine ma forse è tra i migliori dei suoi. Dal 56' Lasagna 6 - Almeno ha il merito di far lavorare gli statistici, eliminando lo zero alla voce tiri in porta per il Carpi. Prova una conclusione che esce di poco. Poi anche lui si fa travolgere dal grigiore generale della sua squadra. 

Gabriel Silva 6 - Ci prova e, vista la prestazione del Carpi, è già un merito. Qualche discesa sull'out mancino e qualche traversone nell'area avversaria gli valgono la sufficienza. 

Matos 5 - Da lui ci si aspetterebbe qualche cosa in più, ma oggi non è giornata. E non solo per lui. 

Borriello 6 - Per avere una palla buona deve attendere quasi la fine del match: la sua conclusione trova Sportiello pronto. 

Sannino 5 - Oggi non c'è niente da salvare. Dopo la vittoria con il Torino all'esordio, un netto passo indietro per gioco e risultati. I suoi sono fin da subito in balia degli avversari e i suoi cambi non sortiscono gli effetti sperati. 

Arbitro Pasqua 6,5 - Non sbaglia praticamente nulla, fischia il giusto e estrae i cartellini al momento opportuno. C'è il rigore fischiato a Pinilla: in questa occasione sembra giusta la decisione di non espellere Bubnjic.

TABELLINO

CARPI-ATALANTA 3-0

Atalanta (4-3-3): Sportiello; Masiello, Toloi, Stendardo, Dramè; Grassi (al 37' st Carmona), De Roon, Cigarini (al 24' st Kurtic); Moralez, Pinilla, Gomez (al 30' st D'Alessandro). A disp. Bassi, Bellini, Migliaccio, Denis, Conti, Brivio, Cherubin, Monachello, Raimondi. All. Reja.

Carpi (3-5-2): Belec; Zaccardo, Bubnjic, Gagliolo; Letizia (al 27' st Wallace), Fedele (al 10' st Lasagna), Cofie, Lazzari, Gabriel Silva; Matos, Borriello. A disp. Brkic, Benussi, Bianco, Gino, Lollo, Romagnoli, Spolli, Mbakogu. All. Sannino.

Arbitro: Pasqua di Tivoli

Marcatori: al 7' pt. Pinilla, al 42' pt. Gomez, al 18' st. Cigarini (rig.).

Ammoniti: Fedele (C), Cofie (C), Bubnjic (C).




Commenta con Facebook