• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Napoli-Fiorentina, Sousa: "I dettagli ci hanno penalizzato. Contento di essere nel calcio italiano"

Napoli-Fiorentina, Sousa: "I dettagli ci hanno penalizzato. Contento di essere nel calcio italiano"

L'allenatore portoghese ha parlato a 'Sky Sport'


Paulo Sousa ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

18/10/2015 17:43

CALCIO SERIE A NAPOLI FIORENTINA SOUSA / NAPOLI - Dopo la sconfitta della Fiorentina in casa del Napoli, Paulo Sousa è intervenuto ai microfoni di 'Sky Sport'. Queste le parole del tecnico portoghese: "I dettagli della partita non sono stati a nostro favore, ma sono orgoglioso di quanto abbiamo fatto in questo stadio con questa personalità e questa qualità di gioco. Il Napoli ha anche un portiere importante che non ci ha concesso di andare in vantaggio. Credo che quanto abbiamo fatto ci deve dare forza per continuare su questa strada. I ragazzi ci tengono a fare bene e lo stanno dimostrando anche in una gara difficile. C'era tanta umidità e il campo non era favorevole per far girare la palla velocemente. Loro sono forti sia a livello individuale che fisico e hanno vinto tanti duelli. Abbiamo corso tanto a vuoto perché il loro mediano usciva dal nostro pressing e sono stati bravi a ripartire usando il portiere con rilanci precisi".

ALONSO E BORJA VALERO - "Marcos ha avuto un piccolo fastidio muscolare ed è sceso di intensità, Borja ha finito bene ha ricevuto un colpo al ginocchio ma non ha mollato".

MINUTI DECISIVI - "Ho pensato di andare a vincere e subito ho fatto entrare Babacar e dopo il gol che abbiamo preso ha accentuato il tutto"

OBIETTIVI - "La cultura della vittoria va coltivata in tutte le partite, ci sono momenti in cui andiamo giù e dobbiamo lavorare tantissimo. Non dobbiamo dimenticare della qualità. Oggi era il miglior ambiente che si potesse avere".

FUTURO - "Il calcio italiano che è salito di qualità individuale in tutte le squadre, e io sono contento di farne parte".




Commenta con Facebook