• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Inter-Juventus, Giovinco: "Vinceranno i bianconeri 2-1. Io quasi nerazzurro? Non so nulla"

Inter-Juventus, Giovinco: "Vinceranno i bianconeri 2-1. Io quasi nerazzurro? Non so nulla"

L'attaccante, dal Canada, si toglie qualche sassolino dalla scarpa: "Non mi interessa se in Italia facevo panchina"


Sebastian Giovinco (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

16/10/2015 07:50

INTER-JUVENTUS INTERVISTA A SEBASTIAN GIOVINCO SU LA GAZZETTA DELLO SPORT / TORONTO (Canada) - L'attaccante del Toronto Sebastian Giovinco ha concesso una lunga intervista a 'La Gazzetta dello Sport' per commentare le ultime news Juventus in vista dell'imminente derby d'Italia Inter-Juve, con un pensiero anche a un retroscena nerazzurro di calciomercato.

L'ULTIMA 'PERLA' COL TORONTO - "Stanco? Macché! Sono partito da Roma a mezzogiorno, atterrato alle 16.30, mi sono venuti a prendere e mi hanno portato allo stadio (calcio d’inizio alle 19, n.d.r.). Meno male che avevo dormito in aereo... Avevo dato piena disponibilità a giocare dall'inizio. Se è il mio gol più bello? Difficile dirlo, dipende dalle situazioni ma l'ho rivisto ed è molto molto bello. E pesante: la società andrà ai playoff. Vincere la MLS?  È difficile, siamo giovanissimi. Possiamo far succedere di tutto e quando giochiamo in casa diventiamo molto pericolosi".

IL TRASFERIMENTO IN CANADA - "Un impatto simile non me lo aspettavo neppure io. In Italia facevo panchina? Non mi interessa. Sto talmente bene qui che non penso più a ciò che è accaduto in passato. Purtroppo è andata così, il mio percorso evidentemente doveva passare di qua. Se chiudi una porta poi si spalanca un portone".

LA NAZIONALE - "Era piuttosto difficile riconquistarla. È il segnale che il mister guarda tutti. E' fondamentale farsi trovare pronti. Se mi ha fatto promesse? Nessuna, non è nelle sue corde".

INTER-JUVENTUS - "Sarà una partita difficile, ma spero che i miei ex compagni riescano a battere i nerazzurri. Sarebbe importante per risalire la classifica. La squadra è cambiata parecchio e la partenza di uomini importanti è un vuoto pesante da colmare. E' normale che ci voglia tempo per assimilare gli schemi. Insomma, occorre avere un po’ di pazienza. So che a Torino tutti sono abituati bene, ma bisogna capire le circostanze. Attaccanti preferiti di Inter e Juve? Icardi e Morata, due grandi. Spero vinca la Juve, dico 2-1. Io vicino all'Inter la scorsa estate? Non ne so niente".




Commenta con Facebook