• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Inter-Juventus, luci a 'San Siro': per Mancini e Allegri vietato sbagliare

Inter-Juventus, luci a 'San Siro': per Mancini e Allegri vietato sbagliare

A Milano si gioca il derby d'Italia, match valevole per l'ottava giornata di Serie A


Icardi e Barzagli (Getty Images)
Martin Sartorio (Twitter: @SartorioMartin)

15/10/2015 16:00

SERIE A INTER JUVENTUS MANCINI ALLEGRI ICARDI/ ROMA - La Scala del calcio è pronta ad ospitare il 225esimo derby d'Italia. Domenica sera - allo stadio 'San Siro' di Milano - si assisterà al sentitissimo match tra Inter e Juventus. Una partita, che per ovvi motivi, non può essere considerata come tutte le altre. Gli occhi di tutti un Paese, ma non solo, saranno infatti puntati sulle due squadre che sono chiamate a conquistare i tre punti.  Un successo per i nerazzurri significherebbe rilanciarsi dopo aver conquistato solo un punto nelle ultime due sfide contro Fiorentina e Sampdoria. Gli uomini di Mancini - protagonisti di una partenza sorprendente, con ben cinque vittorie consecutive - rispedirebbero, inoltre, i bianconeri a -11, probabilmente troppi per la squadra di Allegri per continuare a credere ancora nello scudetto. La 'Vecchia Signora' non può permettersi, quindi, di commettere ulteriori passi falsi, avendo già perso per strada diversi punti.

INTER, AMULETO ICARDI: MANCINI PUNTA SULL’ARGENTINO PER SBANCARE ‘SAN SIRO’

Il successo casalingo contro la Juventus, manca in casa Inter ormai dal lontano 2010. In quell'occasione furono Maicon ed Eto'o a siglare i gol della vittoria. Un successo che Massimo Moratti ricorda ancora con gioia: l'Inter in quella stagione conquistò, infatti lo scudetto. Da quel momento solo pareggi e sconfitte al 'Meazza'. Dopo cinque anni i nerazzurri - grazie anche ad un sontuoso calciomercato condotto in estate - hanno tutta l'intenzione di far tornare a sorridere i propri tifosi, battendo l'eterna rivale. Mancini per farlo punta con forza su Maurito Icardi. La Juventus, infatti, è una delle vittime preferite del bomber argentino. L'attaccante, che in stagione ha timbrato il cartellino solamente due volte, è andato a segno contro i bianconeri in ben sei circostante su cinque incontri, nonostante la giovane età. Il tecnico dei nerazzurri punterà molto anche su Perisic, che sta vivendo davvero un periodo di grazia. Dopo il gol contro la Sampdoria, il croato si è ripetuto con la sua Nazionale. Le uniche incognite sembrano essere quelle legate alle condizioni di Jovetic, che in settimana si è comunque allenato regolarmente con il gruppo. Mancini potrà, poi, puntare nuovamente sulla coppia centrale titolare, composta da Miranda e Murillo. I due sudamericani non giocano insieme ormai da qualche partita: infortuni e squalifiche hanno, infatti, portato al centro della difesa nelle ultime gare Medel. Il cileno, vero punto fermo di questa Inter, troverà certamente un posto in campo anche domenica. A fargli spazio potrebbe essere uno tra Kondogbia e Felipe Melo acciaccati o un terzino (in questa circostanza si passerebbe ad una difesa a tre).

JUVENTUS, KHEDIRA-MARCHISIO-POGBA: ALLEGRI RITROVA IL SUO CENTROCAMPO E RITORNA AL 3-5-2

Le news Juventus positive in questi ultimi giorni sono certamente legate ai recuperi di Khedira e Marchisio. I due centrocampisti - tartassati dagli infortuni in questo inizio di stagione - saranno certamente in campo dal primo minuto per comporre, insieme a Pogba (il francese ha smaltito il problema alla caviglia accusato con la Nazionale), quella linea mediana che nei pensieri di Allegri sarebbe dovuta essere quella titolare fin dalla prima giornata. Non ha dubbi in merito anche De Agostini, che ai nostri microfoni ha affermato: "Il reparto di centrocampo con Marchisio, Khedira e Pogba può fare la differenza". Ad andare in panchina, salvo sorpresa, sarà quindi l'ex di turno Hernanes. Ma i problemi in casa bianconera continuano comunque a far compagnia al tecnico toscano, che deve fare i conti con gli infortuni di Lichtsteiner e Caceres, che lo obbligano a ritornare ad utilizzare il 3-5-2. Sull'esterno si piazzerà così Cuadrado, che da quando è sbarcato a Torino, sembra essere tornato quello ammirato a Firenze e non la pallida copia vista con il Chelsea. In avanti ci sarà certamente Dybala e con molta probabilità anche Alvaro Morata. Lo spagnolo, dopo l'infortunio accusato in Nazionale che aveva fatto temere il peggio, è pronto a riprendersi il suo posto e a sfidare Mauro Icardi.




Commenta con Facebook