• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > ITALIANS EURO 2016 - Perisic ed Hamsik sontuosi. Delude Ilicic

ITALIANS EURO 2016 - Perisic ed Hamsik sontuosi. Delude Ilicic

Le pagelle dei giocatori stranieri di Serie A nelle partite di qualificazione a Euro 2016


Ivan Perisic ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

14/10/2015 16:30

ITALIANS EUROPEI 2016 / ROMA - Appuntamento speciale con la rubrica di Calciomercato.it che solitamente si occupa degli italiani all'estero. Nella sua veste dedicata alle qualificazioni a Euro 2016, gli Italians sono gli attuali giocatori stranieri della Serie A convocati per le partite di qualificazione agli Europei. Ecco le pagelle dei giocatori della Serie A impegnati nelle ultime due giornate di qualificazioni ad Euro 2016: Perisic, Hamsik e Mertens sontuosi. Bene anche Kalinic. Affondano Moras e Moisander, delude Ilicic.

 

DA PERISIC A MERTENS FINO A PJANIC: ECCO LE PAGELLE DEI GIOCATORI DI SERIE A NELLE QUALIFICAZIONI A EURO 2016


GRUPPO A (Islanda, Repubblica Ceca, Lettonia, Kazakistan, Olanda, Turchia)

EMIL HALLFREDSSON (Islanda - Verona): 5,5 - Non è ancora in forma dopo il lungo infortunio. Nel 2-2 con la Lettonia il suo apporto è meno decisivo rispetto al solito. Compitino e poco più, panchina contro la Turchia.

ALEXANDER MERKEL (Kazakistan - Udinese): non convocato.

STEFAN DE VRIJ (Olanda - Lazio): non convocato.

NIGEL DE JONG (Olanda - Milan): non convocato.

JONATHAN DE GUZMAN (Olanda - Napoli): non convocato.


GRUPPO B (Cipro, Galles, Israele, Belgio, Bosnia, Andorra)

RADJA NAINGGOLAN (Belgio - Roma): 6,5 - La trasferta di Andorra non è certamente una delle più complicate ma lui si dimostra indispensabile per Wilmots per quanto riguarda entrambe le fasi. Ha anche il merito di sbloccare la gara, molto bene anche contro Israele.

DRIES MERTENS (Belgio - Napoli): 7 - E' in forma e si vede. Anche se Andorra non è il banco di prova più difficile lui si conferma in un ottimo momento, propizia il rigore del 3-1 e serve l'assist per il poker. Contro Israele sbaglia un gol incredibile ma poi segna e fa segnare Hazard.

MIRALEM PJANIC (Bosnia - Roma): 7 - La Bosnia va ai play-off ed il merito è anche suo. Senza Dzeko sale in cattedra nel 2-0 con il Galles, giocando da leader e senza nascondersi. Meno appariscente ma comunque sostanzioso nella vittoria contro Cipro.

SENAD LULIC (Bosnia - Lazio): 6 - Motorino inesauribile, utilissimo alla manovra della sua Bosnia. Grande dispendio di energia, poco lucido nelle decisioni importanti tranne che nell'assist per Medunjanin nel 2-2 contro Cipro. 

EDIN DZEKO (Bosnia - Roma): in panchina contro Galles e Cipro.

ERVIN ZUKANOVIC (Bosnia - Sampdoria): 6 - Contro il Galles comincia bene anche dal punto di vista propositivo, poi cala e decide che è più utile difendere la propria area. Partita positiva contro Cipro, senza troppe sbavature in fase difensiva.

SANJIN PRCIC (Bosnia - Torino): non convocato.

 

GRUPPO C (Spagna, Slovacchia, Lussemburgo, Bielorussia, Ucraina, Macedonia)

RAUL ALBIOL (Spagna - Napoli): non convocato.

MARIO SUAREZ (Spagna - Fiorentina): non convocato.

JOSE' CALLEJON (Spagna - Napoli): non convocato.

ALVARO MORATA (Spagna - Juventus): s.v. - Esce alla mezz'ora di Spagna-Lussemburgo e non prende parte alla vittoriosa trasferta in Ucraina.

NORBERT GYOMBER (Slovacchia - Roma): 5,5 - In panchina nella sconfitta contro la Bielorussia, gioca tutta la partita contro Lussemburgo senza andare mai in grossa difficoltà, ma è complice del rigore procurato che crea grattacapi alla sua Slovacchia.

MAREK HAMSIK (Slovacchia - Napoli): 7,5 - La partita con la Bielorussia rischia di far sfumare quanto di buono visto ma contro Lussemburgo il giocatore del Napoli sale in cattedra. Due gol e giocate da leader e campione ritrovato. Gli Europei hanno il suo marchio.

JURAJ KUCKA (Slovacchia - Milan): 5,5 - La sua presenza è fondamentale per il gioco della Slovacchia ma contro la Bielorussia non riesce a fare il filtro necessario. Meglio contro Lussemburgo, gara nella quale ci si sarebbe aspettato qualche sortita in più. Tanta legna, poco altro.

ALEKSANDRAR TRAJKOVSKI (Macedonia - Palermo): 5 - Il giocatore del Palermo non riesce ad essere decisivo in una due giorni ormai inutile per la Macedonia. 90' in panchina contro l'Ucraina. Titolare con la Bielorussia, non riesce ad incidere e la gara finisce a reti inviolate.


GRUPPO D (Germania, Polonia, Scozia, Irlanda, Georgia, Gibilterra)

ANTONIO RÜDIGER (Germania - Roma): non convocato.

SAMI KHEDIRA (Germania - Juventus): non convocato.

WOJCIECH SZCZESNY (Polonia - Roma): in panchina sia con la Scozia che con l'Irlanda.

KAMIL GLIK (Polonia - Torino): 6 - Non è ancora il Glik della scorsa stagione ma offre una doppia partita abbastanza solida. In coppia con Pazdan 'balla' un po' di più contro la Scozia, ma riesce a tenere salda la situazione e a staccare il pass per Euro 2016.

JAKUB BLASZCZYKOWSKI (Polonia - Fiorentina): 6 - Anche lui ancora alla ricerca della forma migliore. Gioca 83' di buon livello contro la Scozia. Nella gara vinta con l'Irlanda entra nel secondo tempo per aggiungere qualità ed esperienza alla selezione di Adam Nawalka.

PIOTR ZIELINSKI (Polonia - Empoli): in panchina contro Scozia ed Irlanda.

KAMIL WILCZEK (Polonia - Carpi): non convocato.

LEVAN MCHEDLIDZE (Georgia - Empoli): non convocato.


GRUPPO E (Inghilterra, Lituania, Estonia, Slovenia, San Marino, Svizzera)

SAMIR HANDANOVIC (Slovenia - Inter): 6 - Non è impegnato in maniera particolare nella gara contro la Lituana (1-1). In panchina contro San Marino per far spazio al dodicesimo Jan Oblak.

BOSTJAN CESAR (Slovenia - Chievo): 6,5 - Solito leader in mezzo alla difesa. Il capitano sloveno regge bene la terza linea contro la Lituania e nella partita con San Marino si toglie anche lo sfizio di segnare. 

JOSIP ILICIC (Slovenia - Fiorentina): 5 - Sembra la copia del giocatore che si sta ammirando con la maglia della Fiorentina. Nella doppia sfida con Lituania e San Marino conferma la propria discontinuità, mostrando qualche spunto ma giocando due gare sbiadite.

JASMIN KURTIC (Slovenia - Atalanta): 6 - Srecko Katanec a lui non rinuncia facilmente, ma non si tratta certo di un giocatore appariscenete. Si piazza in mezzo al campo a fare la diga con Krhin, svolgendo il suo ruolo in maniera sufficiente.

VALTER BIRSA (Slovenia - Chievo): 6,5 - Esperienza e qualità. Contro la Lituania fa vedere ottime cose, trovando il gol su calcio di rigore. Più compassato contro San Marino, ma è tutta la squadra a girare a ritmi molto più bassi.

SINISA ANDELKOVIC (Slovenia - Palermo): non convocato.

ALJAZ STRUNA (Slovenia - Palermo): non convocato.

STEPHAN LICHTSTEINER (Svizzera - Juventus): non convocato.

SILVAN WIDMER (Svizzera - Udinese): in panchina nelle partita contro San Marino ed Estonia.

BLERIM DZEMAILI (Svizzera - Genoa): 5,5 - In panchina contro San Marino, nella gara con l'Estonia non si vede molto ne in fase di filtro ne in appoggio agli attaccanti. Ha la scusante della motivazione, con la sua Svizzera già qualificata.
 

GRUPPO F (Finlandia, Irlanda del Nord, Romania, Ungheria, Grecia, Isole Far Oer)

PERPARIM HETEMAJ (Finlandia - Chievo): 6 - La sua Finlandia chiude le qualificazioni europee fermando la Romania sull'1-1 in una partita carica di agonismo nella quale il giocatore del Chievo mette tutto sé stesso. Non gioca contro l'Irlanda del Nord.

NIKLAS MOISANDER (Finlandia - Sampdoria): 5 - Non esente da colpe in occasione del pareggio con la Romania, la difesa viene bucata centralmente e lui conferma di non essere nel momento migliore. In panchina contro l'Irlanda del Nord.

CIPRIAN TATARUSANU (Romania - Fiorentina): 6,5 - Una sicurezza. La qualificazione della Romania passa anche dai suoi guantoni. Poco impegnato contro Finlandia e Far Oer, risponde comunque presente in maniera efficace. Incolpevole sul gol degli scandinavi.

VLAD CHIRICHES (Romania - Napoli): 5,5 - Contro le Far Oer non concede nulla e gioca senza sbavature, meno sicuro nell'impegno precedente con la Finlandia dove sembra poco determinato in occasione del vantaggio avversario. Forse accusa il colpo delle panchine col Napoli.

ORESTIS KARNEZIS (Grecia - Udinese): 5,5 - Non ha particolari demeriti ma stavolta appare poco reattivo sia nella partita persa con l'Irlanda del Nord che nel rocambolesco 4-3 contro l'Ungheria. Ha la scusante di non essere adeguatamente protetto dalla difesa.

KOSTAS MANOLAS (Grecia - Roma): non convocato.

VANGELIS MORAS (Grecia - Verona): 4,5 - Non è certo l'unico ad affondare nella retroguardia ellenica ma da lui ci si aspettava di più. Non riesce a comandare il reparto che compie veri disastri nei 6 gol concessi tra Irlanda del Nord ed Ungheria.

PANAGIOTIS KONE (Grecia - Udinese): 6 - Male con l'Irlanda del Nord, si salva nella partita casalinga con l'Ungheria. Entra dalla panchina e segna il gol vittoria che regala gli unici tre punti della campagna europea della nazionale allenata da Markarian.

PANAGIOTIS TACHTSIDIS (Grecia - Genoa): 6 - In panchina con l'Irlanda del Nord, gioca una buona partita contro l'Ungheria arrivando anche a segnare. Uno dei pochi a salvarsi in questa due giorni internazionale.

VASILIS TOROSIDIS (Grecia - Roma): 6 - Anche lui riesce a regalare un'impressione positiva. Contro l'Irlanda del Nord propizia la rete della bandiera di Aravidis. Meno preciso contro l'Ungheria quando comunque riesce ad emergere tra gli orrori difensivi.

LAZAROS CHRISTODOULOPOULOS (Grecia - Sampdoria): non convocato.


GRUPPO G (Russia, Montenegro, Austria, Svezia, Moldavia, Liechtenstein)

PONTUS JANSSON (Svezia - Torino): non convocato.

FILIP HELANDER (Svezia - Verona): in panchina contro Liechtenstein e Moldavia.

EMIL KRAFTH (Svezia - Bologna): non convocato.

ALEXANDER FARNERUD (Svezia - Torino): non convocato.

ROBIN QUAISON (Svezia - Palermo): non convocato.

OSCAR HILJEMARK (Svezia - Palermo): non convocato.

ARTUR IONITA (Moldavia - Verona): non convocato.

STEVAN JOVETIC (Montenegro - Inter): in panchina per infortunio nelle partite contro Austria e Russia.

MARKO BAKIC (Montenegro - Fiorentina): non convocato.


GRUPPO H (Italia, Croazia, Bulgaria, Azerbaigian, Norvegia, Malta)

SIME VRSALJKO (Croazia - Sassuolo): in panchina contro Bulgaria e Malta.

IVAN PERISIC (Croazia - Inter): 8 - Due giorni da incorniciare per Perisic che mette la sua firma sulla qualificazione ad Euro 2016. Gol e assist contro la Bulgaria e rete decisiva contro Malta. Irresistibile, Roberto Mancini si frega le mani.

MARCELO BROZOVIC (Croazia - Inter): s.v.

MILAN BADELJ (Croazia - Fiorentina): 6 - Un tempo nella vittoria contro la Bulgaria, quasi tutta la gara contro Malta. Prestazioni di grande sostanza e di grande aiuto alla manovra della squadra, anche se gli manca lo spunto decisivo.

ANTE REBIC (Croazia - Fiorentina): non convocato.

NIKOLA KALINIC (Croazia - Fiorentina): 7 - Conferma l'ottimo momento e sopperisce degnamente all'assenza di Mandzukic. Gol e assist contro la Bulgaria, tanto lavoro sporco e movimenti importanti contro Malta. Centravanti utile alla squadra ma che conserva il killer instinct.

MARIO MANDZUKIC (Croazia - Juventus): non convocato.

IVAN STRINIC (Croazia - Napoli): non convocato.

MATO JAJALO (Croazia - Palermo): non convocato.

IVAYLO CHOCHEV (Bulgaria - Palermo): non convocato.

ALEKSANDAR TONEV (Bulgaria - Frosinone): 5 - Gioca solo la partita contro la Croazia ma si capisce che non è giornata, poco aiutato dai compagni di squadre che alzano bandiera bianca troppo presto.


GRUPPO I (Danimarca, Albania, Serbia, Armenia, Portogallo)

ETRIT BERISHA (Albania - Lazio): 5,5 - Nella sconfitta con la Serbia mostra le indecisioni ben note ai tifosi della Lazio. Contro l'Armenia partecipa alla grande festa nazionale per l'approdo ad Euro 2016.

ELSEID HYSAJ (Albania - Napoli): 6 - Buon momento anche per lui anche se demerita un po' nella sconfitta con la Serbia. Sul suo lato Kolarov e Tadic si rivelano clienti scomodi. Bene contro l'Armenia.

ZELJKO BRKIC (Serbia - Carpi): non convocato.

NENAD TOMOVIC (Serbia - Fiorentina): 5,5 - Schierato come terzino destro nelle partite con Albania e Portogallo non convince e si dimostra troppo timido in attacco e poco concentrato in difesa. Ha esperienza per fare meglio.

NIKOLA MAKSIMOVIC (Serbia - Torino): non convocato.

ADEM LJAJIC (Serbia - Inter): 6,5 - Tanti i talenti in campo per la Serbia ma il più convincente è lui. Prestazione maiuscola contro l'Albania, non riesce a ripetersi contro il Portogallo forse per mancanza di motivazioni.

DUSAN BASTA (Serbia - Lazio): non convocato.

FILIP DJORDJEVIC (Serbia - Lazio): non convocato.

SERGEJ MILINKOVIC-SAVIC (Serbia-Lazio): in panchina contro Albania e Portogallo.




Commenta con Facebook