• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Valdifiori: "Il gruppo segue Sarri fin dal primo giorno"

Napoli, Valdifiori: "Il gruppo segue Sarri fin dal primo giorno"

Il centrocampista ha commentato il momento di forma del club partenopeo


Mirko Valdifiori © Getty Images

12/10/2015 12:45

NAPOLI INTERVISTA MIRKO VALDIFIORI SKY / ROMA - Il centrocampista del Napoli Mirko Valdifiori ha concesso un'intervista ai microfoni di 'Sky', nel corso della quale ha commentato le ultime news Napoli con un riferimento anche al trasferimento di calciomercato che lo ha visto protagonista in estate.

IL MOMENTO ATTUALE DEL NAPOLI - "A Napoli ho trovato il calore della gente, al supermercato e ovunque in giro per la città. Il gruppo del Napoli, fin dal primo giorno di ritiro, ha seguito l'allenatore cercando di capire cosa lui volesse. C'è affiatamento e voglia di fare bene e conseguire grandi risultati. Il mister è riuscito a darci identità e in queste 3 settimane abbiamo ottenuto buoni risultati. La partita contro la Sampdoria è stata importante perché non abbiamo perso la testa. Abbiamo acquisito consapevolezza dei nostri mezzi.

DALL'EMPOLI AL NAPOLI - "Il primo giorno che ho firmato a Castel Volturno e ho visto l'armadietto di Higuain e gli altri grandi calciatori mi ha fatto un certo effetto. Tutti mi hanno aiutato ad inserirmi al meglio. Ho la consapevolezza di essere arrivato in una grande squadra, che ci sia dualismo con Jorginho ben venga perché ci sono tante partite a disposizione. Devo allenarmi al meglio e farmi trovare pronto quando chiamato in causa. Con Sarri ho un rapporto normale, da giocatore ad allenatore. Ad Empoli abbiamo ottenuto insieme risultati importanti".

IL CAMBIO DI MODULO - "L'idea di gioco è rimasta la stessa, dal pressing alto alla verticalizzazione immediata. Poi, certo, cambia la soluzione offensiva più centrale col trequartista oppure sugli esterni. La squadra ha trovato solidità".

IDOLI - "Fin da piccolo, il mio idolo è Veron ma Andrea Pirlo è ancora oggi il regista più forte al mondo".

NAZIONALE - "L'esordio in Nazionale è un momento indimenticabile ma una futura 'chiamata' passa dal lavoro quotidiano fatto a Napoli quindi devo concentrarmi su quello. Faccio i complimenti al gruppo azzurro perché hanno conseguito un risultato straordinario, ma non avevo dubbi ci sarebbero riusciti. Con Conte si lavora, ma quando arrivano i risultati è un bel lavorare".

S.D.




Commenta con Facebook