• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Suker: "Perisic decisivo come Robben, Kalinic ha la freddezza di Klose"

Serie A, Suker: "Perisic decisivo come Robben, Kalinic ha la freddezza di Klose"

L'ex calciatore, ora presidente della Federcalcio, si sbilancia con i paragoni


Ivan Perisic (Getty Images)

12/10/2015 08:09

CROAZIA INTERVISTA DAVOR SUKERA A LA GAZZETTA DELLO SPORT / MILANO - L'ex calciatore croato Davor Suker, oggi presidente della Federcalcio del suo paese, ha concesso un'intervista a 'La Gazzetta dello Sport' di cui vi riportiamo alcuni estratti.

L'ITALIA - "L'Italia è una delle squadre più forti del mondo e, partita dopo partita, sta prendendo lo spirito di Conte: un'anima vincente. Basta pensare ai quattro scudetti consecutivi che l’attuale Ct ha conquistato alla guida della Juve. Sono sicuro che gli azzurri prenderanno sul serio la sfida contro la Norvegia. Noi faremo il nostro dovere. E forza Italia. Vogliamo ritrovarci tutti in Francia"

BUFFON - "Gigi è un grande campione e un grande uomo. È incredibile che non sia entrato nella lista dei candidati al Pallone d'oro, un trofeo che dovrebbe aver già vinto. Il problema è che ha sbagliato mestiere, il ruolo del portiere non regala grande visibilità".

I CROATI 'ITALIANI' - "Sono sicuro che Perisic diventerà una stella dell’Inter. E' incredibile: ha forza, talento, senso del gol, può dribblare anche tre avversari nella stessa azione, è decisivo come Robben, conosce l'arte di servire assist. Brozovic? E' giovane, dategli fiducia. Deve ancora acquisire personalità. Mandzukic non è Tevez, ma è un campione che non si può discutere e può ancora vincere la classifica dei cannonieri nel campionato italiano. Non date per morta la Juventus in chiave Scudetto. Kalinic non è stato una sorpresa per me, la Fiorentina è andata a trovare una pepita d’oro che era nascosta. Ha la stessa freddezza sotto porta di Klose, ma Kalinic è anche il primo difensore della squadra. Badelj? Ha trovato spazio con Paulo Sousa, uno che se ne intende di centrocampisti. Sono felice che questa Croazia esporti talenti nel mondo".

S.D.




Commenta con Facebook