• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia, Insigne: "Con Sarri mi diverto di più. Immobile era un po' giù"

Italia, Insigne: "Con Sarri mi diverto di più. Immobile era un po' giù"

Le parole in conferenza stampa dell'attaccante del Napoli


Lorenzo Insigne (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

06/10/2015 14:06

ITALIA CONFERENZA INSIGNE / COVERCIANO - Giocate di classe da inizio stagione con il Napoli, ora per Lorenzo Insigne è arrivato il momento di consacrarsi anche in Nazionale. C'è proprio la conferenza del 'folletto' di Frattamaggiore tra le news Italia del momento, lui che è uscito da 'San Siro' domenica sera tra gli applausi anche dei tifosi avversari: "Sono ovviamente molto contento, non è cosa di tutti i giorni. Spero di continuare così". 

La speranza è la stessa che condividono anche Sarri e Conte: "Lo scorso hanno ho vissuto un brutto periodo ma ho continuato a lavorare. Non è tanto importante il modulo quanto quello che si dà il campo. Spero ora di ripagare la fiducia di Conte". 

Intanto Insigne si gode i complimenti e racconta di quanti sacrifici ha fatto per arrivare fin qui: "Da piccolo io e la mia famiglia abbiamo fatto tanti sacrifici: non mi piaceva andare a scuola. Facevo il venditore ambulante di vestiti e il pomeriggio mi allenavo con le giovanili del Napoli". 

SCUDETTO - Nonostante l'ottimo momento, Insigne non vuole sentir parlare di Scudetto: "E' troppo presto, parlarne ora sarebbe incauto. Comunque ci proveremo fino alla fine". 

BENITEZ-SARRI - Durante il calciomercato il Napoli ha vissuto il passaggio da Benitez a Sarri: "Il primo mi ha fatto crescere molto in fase difensiva - spiega Insigne - ora con il 4-3-3 di Sarri mi diverto di più. Se in passato ho reagito male ai fischi è perché ci tengo al Napoli, se non si vince, sto male". 

IMMOBILE - "L'ho sentito due giorni fa ed era un po' giù ma non per la convocazione. Mi dispiace per lui ma gli dico di non mollare mai, di continuare a lavorare e sono sicuro che ritornerà in nazionale perché è un grande calciatore".

NAPOLI-FIORENTINA - "Quest'anno è un campionato più equilibrato. La Fiorentina sta giocando bene e sicuramente in questi giorni Sarri parlerà ai miei compagni dell'importanza della partita al ritorno del campionato". 

SARRI - "Da quando è arrivato non abbiamo mai dubitato del suo valore di allenatore, anche perché lo scorso anno l'Empoli è stata delle squadra che giocava meglio al calcio. Ha mostrato una grande grinta, anche se all'inizio credeva in un modulo diverso e poi, come fanno tutti i grandi, ha cambiato strada e questo ha portato grande benefici. Dobbiamo seguirlo che ci insegnerà tanto. Nello spogliatoio parlavamo sempre anche con Benitez, perché siamo in tanti capaci di esprimerci meglio sull'esterno. Quando è arrivato Sarri siamo partita con il trequartista e i risultati non arrivavano anche se non era solo un problema di modulo. Ora con il 4-3-3 noi esterni ci esprimiamo meglio, ma il modulo conta relativamente perché serve intensità difensiva e offensiva". 

DIFFERENZE SARRI-ZEMAN - "Ogni allenatore esprime le sue idee di calcio. Con Zeman mi sono trovato benissimo e anche con Sarri mi sto trovando bene. I movimenti di attacco più o meno sono gli stessi, ma io non mi faccio problemi e cerco di seguire il mister che capisce molto di calcio".

ALLENATORI - "Per me sono stati importanti i primi due anni di Zeman che mi hanno aiutato a maturare tanto sia come calciatore che come uomo perché era la prima esperienza fuori casa". 

JORGINHO - "Sta facendo molto bene e se verrà sarò molto contento per lui". 

NORVEGIA - "Stanno facendo un grande girone, è un'ottima squadra. Non la conosco molto bene, ma se è lì in classifica è perché sta facendo un grande girone". 




Commenta con Facebook