• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Calciomercato Lazio, 'Sliding doors' per Keita: da scontento a uomo in più

Calciomercato Lazio, 'Sliding doors' per Keita: da scontento a uomo in più

Pioli ha ritrovato il numero 14 biancoceleste diventato sempre più decisivo


Keita Balde Diao © Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

05/10/2015 15:26

CALCIOMERCATO LAZIO KEITA PIOLI/ ROMA - La vita è fatta di 'Sliding Doors', di porte che ti passano davanti e possono aprirsi o chiudersi, condizionando forse per sempre gli avvenimenti futuri. Le stesse porte scorrevoli che si è ritrovato di fronte Keita Balde Diao durante la scorsa estate. Dopo la Supercoppa Italiana contro la Juventus, guardata dalla panchina, il talento spagnolo della Lazio aveva accarezzato l'idea di lasciare il club biancoceleste perché reclamava più spazio. Nonostante una sicura plusvalenza, la società ha temporeggiato fino ad arrivare all'andata del preliminare di Champions League contro il Bayer Leverkusen, dove Keita era partito ancora una volta dalla panchina. Il fato, quella sera, era in agguato: Klose out a fine primo tempo e Keita buttato nella mischia nella ripresa. Gol vittoria (che purtroppo non è bastato alla Lazio per conquistare l'accesso ai gironi di Champions) e allarme rientrato: da allora, è rientrato il caso Keita. L'ex canterano del Barcellona ha ritrovato fiducia nei propri mezzi e voglia di spaccare il mondo con l'aquila sul pezzo, mettendo Pioli in serie difficoltà. Il tecnico, pur preferendogli spesso i vari Candreva, Felipe Anderson e Kishna, punta su di lui per cambiare le partite in corsa. E Keita risponde presente: ha spaccato il match di Verona dando il là alla rimonta biancoceleste guadagnandosi il rigore trasformato da Biglia e si è ripetuto ieri, segnando la rete che ha smontato il muro difensivo eretto dal Frosinone. Un gol che è valso tre punti, seguito da una corsa sfrenata sotto la Curva Nord: Keita è tornato, è quello di due stagioni fa lanciato in prima squadra da Petkovic e Reja ed è pronto a prendere la Lazio per mano. Un'arma in più nell'attacco di Pioli, deciso a ripetere la grande stagione dell'anno scorso.




Commenta con Facebook